giovedì, settembre 20, 2007

Io sto con Fred!



Sicurezza, unità, prosperità. Tre parole chiave e si è gettato nella mischia. Senza paura, senza pensare ai pronostici o ai sondaggi.
Io ho scelto lui: Fred Thompson.

Molti blog hanno compiuto scelte affrettate, molti si sono accontentati di ciò che passava il convento, molti hanno seguito l'impulso del nome più di moda. Io no, io ho atteso. E ho avuto ragione.
La candidatura di Fred Thompson alle presidenziali americane del 2008 è ciò che tutti i conservatori liberali aspettavano: un vuoto che si va a colmare.
Certo, ci tengo a sottolineare che la politica anglosassone ha il grande pregio, rispetto alla nostra, di non avere a che fare con ideologie assurde dal passato sanguinario: non c'è spazio per i Diliberto negli USA, e nemmeno per i Le Pen! Niente estremismi nella terra della Libertà: solo due grandi partiti, entrambi realmente democratici, entrambi realmente liberali, che lasciano poco tempo ai dibattiti ideologici e si concentrano così molto meglio sui problemi reali della gente, sulle sfide aperte per il futuro.

Quindi una politica sicuramente più sana e moderna della nostra.

Detto questo però, non posso far finta che tutti i candidati siano uguali, perchè non è così.
Nello schieramento dei Democratici, faccio il tifo per Obama, il quale rispetto alla Clinton è molto più coerente riguardo la politica estera e molto più equilibrato sui temi etici.

Nello schieramento dei Repubblicani, al quale sono naturalmente più affine, prima del 6 settembre non potevo fare il tifo per nessuno, non certo pre il ROIN (Repubblican only in name) Giuliani, non certo per il mormone impacciato Romney, non certo per quella volpe a volte troppo insipida a volte troppo eccessiva di McCain (tra l'altro in grossi guai finanziari). Poi, finalmente, la luce della speranza, per me, ma soprattutto per la Right Nation americana: Fred Thompson, la stella di Hollywood, l'ex senatore, il conservatore tutto d'un pezzo!

Ecco la scelta giusta, ecco il momento giusto, ecco un uomo col giusto entusiasmo e il doveroso rispetto per i valori fondanti della più antica democrazia liberale del mondo!
Forza Fred!

e GOD BLESS AMERICA
Salo

37 Commenti:

Blogger Gabriele ha detto...

...dai, dite la verita', tu e andrea_teocon siete la stessa persona! :)

2:59 PM  
Blogger Gohan ha detto...

Io ovviamente da bravo liberale libertario tifo per Rudy Giuliani..
L'importante comunque è che non vinca l'insopportabile Hillary Clinton!

9:06 PM  
Blogger Salo ha detto...

Gohan, su questo siamo d'accordo! ;)

9:19 PM  
Blogger Gohan ha detto...

"Nello schieramento dei Repubblicani, al quale sono naturalmente più affine, prima del 6 settembre non potevo fare il tifo per nessuno, non certo pre il ROIN (Repubblican only in name) Giuliani"

Capisco che ad un liberal-conservatore le posizioni di Giuliani circa i temi etici (coppie omosessuali e ricerca scientifica) possano non piacere,però ammetterai che come sindaco di New York ha ottenuto risultato eccellenti per quanto riguarda la riduzione della criminalità,dimostrando di essere un uomo deciso capace al momento giusto di saper usare il pugno di ferro..
Inoltre ha dichiarato di essere intenzionato a proseguire e vincere la guerra contro il terrorismo..
Per quanto concerne ordine pubblico,lotta al crimine e politica estera dovrebbe essere un candidato gradito alla destra alla quale appartieni..
Poi,certo,sulle questioni etiche la pensa all'opposto rispetto alla componente neocon,ma non lo definirei repubblicano solo nel nome..

9:31 PM  
Blogger Salo ha detto...

Gohan, assolutamente d'accordo su tutto: Giuliani come sindaco ha dimostrato il suo valore e le sue straordinarie capacità, riducendo il crimine in maniera davvero impressionante e rendendo New York una metropoli ordinata, pulita, vivibile. Sono certo che pure come presidente non se la caverebbe male, anzi.
La definizione di ROIN non è mia, ma degli americani, e non è certo coniata apposta per lui, ma per tutti quei componenti del partito Repubblicano che, sui temi etici, passano dall'altra parte.

9:53 PM  
Blogger Gohan ha detto...

Occorre però tenere presente che in America,come in Italia,esistono le correnti..
Quella di Bush è stata quella che negli ultimi anni ha largamente prevalso all'interno del Partito Repubblicano,ma non è detto che la visione neocon debba essre quella "ufficiale" del Partito Repubblicano..
Anzi,le elezioni di mid-term,per quanto concerne i candidati repubblicani,hanno evidenziato un calo della componente neocon a favore di una crescita di quella che viene chiamata old right..
Io sono per il ticket (termine che adesso va di moda) Giuliani-Mc Cain..

10:12 PM  
Blogger Salo ha detto...

Gohan, in realtà la componente in calo alle elezioni è stata per ovvi motivi quella neocon, non quella teocon. E comunque bisogna dire che sui temi etici i conservatori detengono sempre la maggioranza, perchè oltre alla fetta più grossa del partito repubblicano essi contano pure tutti i democratici eletti al sud, che per tradizione sono eticamente conservatori.
Per quanto riguarda il ticket, io preferirei un ticket Thompson-Huckabee, ma serbbe troppo bello... :)

10:39 PM  
Anonymous Lontana ha detto...

Salo, io metto il tuo post sul blog per Fred, se permetti!
Ciao!:-)

6:55 AM  
Blogger Salo ha detto...

Lontana, certo che permetto, con piacere!

12:29 PM  
Anonymous countrygirl ha detto...

Personalmente tifo Giuliani ma devo dire che anche Thompson non mi dispiace. E' facile descrivere i repubblicani come un monoblocco con le stesse idee. Un repubblicano della California avrà opinioni sul'etica (ad esempio) diverse da un repubblicano del Montana. La cosa fondamentale però è trovare un candidato che può battere Billary e al momento questo candidato è Giuliani. Anche Thompson non è il classico "repubblicano" ad esempio sul matrimonio gay è contrario ad un emendamento della costituzione che lo vieti e lascia la libertà di decidere ai singoli stati.....cmq il mio ticket ideale sarebbe Giuliani-Rice

2:03 PM  
Blogger nuovopatriota ha detto...

RICHIESTA DI AIUTO:

Qualcuno sa dirmi se è possibile visionare l'IP di chi commenta e, eventualmente, bloccarlo?

Grazie!

+nuovopatriota+
[l'esule politico che mazzia!]

2:34 PM  
Blogger nuovopatriota ha detto...

P.S.

... se potete scrivermelo in un commento da me, sarebbe gradito...
;)

2:34 PM  
Blogger Bobo ha detto...

Salo, credo si dica RINO, ma non ne sono certo...cmq, sai come la penso, io che mi considero conservatore credo che una presidenza Giuliani sarebbe potenzialmente molto utile. In ogni caso, l'importante è non mandare i democratici al potere. Voi parlate della Clinton, ma io sono convinto che se al suo posto ci fosse Obama, o Edwards, o peggio di tutti Al Gore le cose non migliorerebbero molto. Infine, Salo, non pensare troppo ai "sudisti": in uno scontro tra Giuliani e la Clinton, chi credi sceglierebbero? ;)

2:46 PM  
Anonymous siro ha detto...

Thompson mi sta simpatico, ma in realtà non ho una vera preferenza tra lui e Giuliani. Ho qualche perplessità su Romney che in quanto mormone mi sa un po' di retrogrado. Secondo me, comunque, Hillary non vincerà perché ha lo stesso problema di Kerry: le mancano soluzioni univoche. Gli americani chiamano "flip flop" i politici di questo genere, e poi li segano.

4:04 PM  
Blogger Salo ha detto...

Countrygirl, hai ragione sul fatto che l'importante è non far vincere Billary; Thompson rappresenta comunque il candidato più vicino alla base, in ogni senso sia ideologico sia personale.
Sulla questione di lasciar decidere ai singoli stati lui è coerente, perchè la pensava così anche qualche anno fa riguardo l'aborto (ho ascoltato su internet un suo discorso da candidato al senato), anche se poi sulle questioni che necessitano fondi federali come il massacro di embrioni non ha dubbi a combattere duramente contro queste derive scientiste.

5:35 PM  
Blogger Salo ha detto...

Bobo, è vero, ne avevamo già parlato e rispetto la tua posizione.
Ah, ROIN credo che sia la versione più corretta (l'ho letta recentemente anche sul quotidiano l'Occidentale...
Sulla Clinton siamo d'accordo: è la peggiore. Su Al Gore siamo d'accordo: è un buffone ed un incapace, che è riuscito a fallire in una delle campagne politiche più facili che potevan capitargli (quella del 2001, con gli americani che a pochi mesi dal voto erano per la maggior parte dalla sua, per merito di Clinton).
Su Edwards non mi sbilancio.
Su Obama credo che siano state dette in Europa cose assolutamente false, pur di farlo apparire uno di sinistra (per come intendono la sinistra gli europei), ma in realtà le sue posizioni sulla politica estera sono molto forti, addirittura vicinissime a quelle di Bush!

5:41 PM  
Blogger Salo ha detto...

Siro, spero davvero che tu abbia ragione sul destino che attende Hilary... ;)

5:42 PM  
Blogger Italian Wisher ha detto...

Ciao Salo, quanto tempo!
Scusa se non mi sono + fatto sentire ma il lavoro in ospedale in questi giorni mi ha proprio sderenato...

11:08 PM  
Blogger Salo ha detto...

Ciao Wisher, avevo immaginato... ;)
Se ti va aderisci anche tu al blogroll degli italiani per Fred Thompson...quello che trovi in basso sulla destra del blog.

12:34 PM  
Blogger Gohan ha detto...

Countrygirl ha scritto:
"La cosa fondamentale però è trovare un candidato che può battere Billary e al momento questo candidato è Giuliani."

Sono daccordo.
Thompson è sicuramente più vicino alla base repubblicana,ma in uno scontro Giuliani-Hillary Clinton l'elettorato repubblicano voterebbe comunque compattamente per Giuliani,mentre quest'ultimo sarebbe in grado di riuscire ad attrarre voti di segmenti dell'elettorato democratico in modo molto più efficace di quanto potrebbe fare Thompson.
Per come la vedo io Giuliani verrebbe votato anche da qualche democratico,mentre nessun repubblicano voterebbe per la Clinton..
E' il rischio delle primarie..
In competizioni di questo genere prevale il candidato che è più gradito ad una specifica parte politica,ma non sempre chi viene scelto è anche il candidato migliore nell'ottica di una sfida che coinvolge la totalità dell'elettorato..

12:35 PM  
Blogger Andrea_teocon ha detto...

scusa salo ma pensavo di aver già commentato questo post (sarà stata la delusione per l'alro giorno al senato...). lo faccio ora con piacere: fred thomspon è il repubblicano per eccellenza. punto. se un americano di destra è coerente, voterà thompson. su giuliani, non dico sia un "rino"...ma di sicuro non è un repubblicano 100% come fred. a giuliani, probabilmente preferirei mc cain o romney.
ma alla fine, direi che l'importante è evitare obama e la clinton.

6:30 PM  
Blogger Tolomeo da Lucca ha detto...

sto anch'io con Fred,benchè tema che gli scandali degli ultimi tempi abbiano azzoppato le chances repubbblicane di vittoria per il 2008. fred è il meno peggio e trovo la prospettiva Hillary inquietante,benchè l'amico Carlo Panella la dia per vincente.

6:34 PM  
Blogger Salo ha detto...

Gohan, non so se l'elettorato repubblicano sarebbe davvero così compatto nell'appoggiare Giuliani...soprattutto al sud.




Andrea, Romney non è all'altezza e il fatto che sia mormone dà dei problemi...
Su Obama poi non sono così tassativo: leggiti qualche sua intervista ben tradotta e scoprirai che sulla politica estera è praticamente d'accordo con Bush.
L'importante è evitare Billary, la radical chic tutta incoerenza e mascolinità... :)




Tolomeo, Fred può essere la carta vincente proprio perchè non è coinvolto nelle problematiche del partito, pur candidandosi al suo interno, ed è l'unico uomo del sud...cosa che conta visto lo svolgimento delle primarie ;)

8:33 PM  
Blogger tilt64 ha detto...

Caro salo è molto interessante capire come gira nella destra USA, recentemente colpita da scandali a sfondo ipocrito-sessuali...a me piacerebbe uno scontro Hillary-Rice.
Ciao

9:38 PM  
Blogger Andrea_teocon ha detto...

obama in politica estera, hai ragione salo, è praticamente speculare a bush. ma vuole il ritiro dall'iraq (cosa inaccettabile).
in politica interna non lo conosco..ma mi basta sapere di che partito è per immaginare come la pensi su molti fattori..

11:33 AM  
Blogger Luca ha detto...

Caro Salo, forse Giuliani non sarà un Repubblicano al 100% (come dice Andrea_teocon), ma rappresenta quello che ci vuole in questo momento. Fermezza e buon senso. Ha la capacità di mettere in discussione i temi classici dei conservatori e valutare cose ci sia da cambiare e cosa vada mantenuto.
Magari ne avessimo uno così qui in Italia. Fini sta facendo qualche tentativo in questo senso, ma mi sembra ancora abbastanza lontano dal raggiungere risultati accettabili.

Buona domenica.
Luca.

2:27 PM  
Blogger Salo ha detto...

Caro Tilt, l'ipocrisia di qualche politico non cambia la bontà degli ideali per cui un partito combatte.
Cmq Hilary sarebbe per me l'ipotesi peggiore, e la Rice non credo si candiderà, quindi...lo scontro che preferirei sarebbe quello Obama-Thompson.




Andrea, anche in politica interna alcune delle idee di Obama sono apprezzabili: diciamo che tra i democratici è il meno peggio...

4:07 PM  
Blogger Salo ha detto...

Caro Luca, Giuliani però rischia di mettere troppo in discussione i valori della destra...senza la difesa della vita, senza il sostegno alla famiglia...non sarebbe più destra!!!
E' questo il punto: destra moderna sì, destra modernista senza valori no!

8:02 PM  
Anonymous marco ha detto...

personalmente se dovessi sostenere qualcuno sarei per obama piuttosto che per la clinton che ha un po' rotto le palle a tutti. poi comunque i democratici hanno un paio di marce in più perché non son stati colti impreparati come con quella nerchia umana di kerry, e sono forti del "disagio popolare" nei confronti di bush perché comunque chi esce parte sempre svantaggiato.

per quanto riguarda "questioni di forma", piuttosto che citare diliberto che è uno dei più validi di quell'ala parlamentare avrei preso caruso & co.: inoltre non sono affatto convinto che il bipolarismo americano sia "la scelta", ogni paese ha una sua storia politica e i suoi movimenti, vero è che l'italia ha bisogno di un bel calcio in culo, ma con una politica così eterogenea il bipolarismo statunitense farebbe solo ridere.

5:29 AM  
Blogger Luca ha detto...

Non sono del tutto convinto di questo.
Difesa della famiglia? Certo, ma bisogna rendersi conto che la società è radicalmente cambiata dal periodo della Destra Storica, quindi si impone un aggiornamento della visione del mondo.
Difesa della vita? Intendi un "no" all'aborto o alla libertà di decidere se non si vuole più soffrire (vedi Welby)? Da liberale ti dico che secondo me ognuno dovrebbe essere libero di fare ciò che vuole, nei limiti in cui ciò non causi danno agli altri.

E questi sono i punti che mi pare porti avanti anche Giuliani. Pur rimanendo un uomo di ferro.

Saluti.
Luca.

9:40 AM  
Blogger Salo ha detto...

Marco, sono d'accordo su quanto sostieni riguardo ai democratici.
Su Diliberto invece credo di aver scelto un esempio calzante: quest'uomo non solo non riconosce un'evidenza storica come il fallimento sanguinoso del Comunismo, ma continua a sostenere i regimi rossi ancora esistenti (Cuba, Corea del Nord, ecc.) e non esita ad usare un linguaggio da lotta di classe che mi pare criminale quanto antistorico.
Il modello politico anglosassone è secondo me il migliore, perchè riduce la partitocrazia, i ribaltoni, le infinite discussioni, le panzane ideologiche, e tutto ciò che in Italia odiamo senza avere il coraggio di abbatterlo. Sai, credo che pure negli USA, se potessero, nascerebbero un sacco di partitini inutili, ma ci sono delle regole di funzionalità e pragmaticità, come la quota di sbarramento al 35% (!), che lo impediscono.

12:37 PM  
Blogger Salo ha detto...

Luca, la società è cambiata certo, ma non esisterà mai una società sana senza una famiglia forte e ben consapevole del proprio ruolo. Tanto che i vari bulli, o viziati o drogati di oggi, esistono proprio a partire da famiglie che hanno fallito.
Sui temi etici, credo che un liberale dovrebbe riconoscere i diritti di tutti gli individui, ed è alquanto difficile negare che un feto sia un individuo, visto che è dotato di tutti gli organi, del sistema nervoso, di capacità di memoria e di affetto, ecc. ...

12:41 PM  
Blogger Bobo ha detto...

tra parentesi: ma queste primarie quando si faranno? si sanno già le date?

10:45 AM  
Blogger Antonio Candeliere ha detto...

Avanti Giuliani.

6:18 PM  
Blogger Salo ha detto...

Bobo, credo gennaio 2008...ma non ne sono certo...

7:13 PM  
Blogger Bobo ha detto...

speravo prima: cmq, chissà se i progressisti di casa nostra noteranno una leggera differenza tra le loro primarie e quelle usa... ;)

7:10 PM  
Blogger Salo ha detto...

Bobo, quella che passa tra primarie vere ed incoronazione malcelata... ;)

7:24 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page