mercoledì, settembre 19, 2007


Capita di trovare le parole giuste solo troppo tardi. Capita di svegliarsi e non riuscire a dimenticare un momento di silenzio colpevole.

Capita semplicemente di voler dire qualcosa a una persona importante.


L'amico Angelo mi coinvolge in una catena che c'entra con tutto questo. Del resto il titolo è chiaro: "Le parole che non ti ho detto." Lo ringrazio, perchè non è una delle solite catene, ma ti permette di fare qualcosa e di esprimere emozioni che hai dentro, anche da un bel po'.


Forse le persone destinatarie non leggeranno mai, ma ciò importa poco.


Ho tre cose da dire a tre persone, quindi inizio subito.

Con la prima sarò davvero sintetico:


Victoria, lo so è passato molto tempo, ma tu hai anche sofferto molto, per cui mi sembra doveroso chiederti scusa. SCUSA, perchè mi sono comportato davvero male.



Con la seconda sarò ancora più ermetico, ma decisamente "espressivo":


Alessandra,VAFFANCULO!



Con la terza invece mi dilungherò, ma non troppo:


Papà, ti ringrazio per tutto ciò che sei e per tutto il bene che mi vuoi. Anche se non riesco a dirtelo quanto vorresti e quanto vorrei, sappi che mi accorgo di tutto ciò che fai per me, di tutti i sacrifici e di tutte le buone parole, di tutti i consigli e di tutti i semplici e nobili valori che mi hai trasmesso: per me sei il miglior papà del mondo.

Ti voglio bene.



Ecco, ora mi sento meglio, decisamente meglio...


Ah, mi stavo per dimenticare...devo coinvolgere qualcuno che di sicuro leggerà il post...scelgo AndreaTeocon, ItalianWisher e Tolomeo.





Salo



14 Commenti:

Anonymous Angelo ha detto...

Quello per l'alessandra me l'aspettavo! :D

com'è andato l'esame?

5:17 PM  
Blogger Ueuè ha detto...

Salo, mi sei piaciuto da morire.
Così tanto che dedico anche a te la poesia del mio post.

5:56 PM  
Blogger Salo ha detto...

Ueuè, grazie ;)

8:47 PM  
Anonymous ILLAICISTA ha detto...

Devi essere un bravo figlio (potrei essere tuo padre)...

8:50 PM  
Blogger Salo ha detto...

Laicista, con un padre capace di educare, se sono un bravo figlio i miei meriti sono davvero pochi ;)

12:51 AM  
Blogger Salo ha detto...

Angelo, la prof si è rivelata essere una vacca impestata, che si è presentata in ritardo di 3 ore (doveva esserci l'appello alle 10, è arrivata alle 13!!!) e poi ha pure detto che non aveva voglia di interrogare per due giorni di fila (poverina...!), quindi un po' ne sentiva oggi e gli altri (tra cui io!) mercoledì prossimo! Sono leggermente alterato, dopo venti giorni che studio come uno scemo e gli ultimi dieci passati qui a Parma con tanto di weekend perso sui libri!
In due anni di università non mi è mai capitata una prof così...così...vabè hai capito... :(

12:51 AM  
Blogger gabbianourlante ha detto...

Salo! ti sei fatto contagiare da Grillo nelle tue vicende personali??
imperdonabile!
:-)

7:53 AM  
Blogger Salo ha detto...

Gabbiano, ops...hai ragione! ;)

12:35 PM  
Blogger Tolomeo da Lucca ha detto...

Con la seconda più che ermetico o espressivo sei stato espressionista con tendenza al dadaismo!ah ah! ti stai beppegrillizzando? che catena dovrei fare?

6:38 PM  
Blogger Salo ha detto...

Tolomeo, spero davvero di non beppegrillizzarmi!!!! In tal caso sarei per una volta favorevole all'eutanasia ;)
A parte gli scherzi, la catena consiste nello scrivere un post in cui dici a qualcuno ciò che non hai mai potuto dirgli o perchè non ci sei riuscito o perchè in quel momento non avevi le parole...

8:27 PM  
Anonymous LA PROF ha detto...

Sono la prof,come mi hai chiamato?

12:45 PM  
Blogger Salo ha detto...

vacca impestata...e sono stato fin troppo gentile.

4:08 PM  
Blogger Hoka Hey ha detto...

se posso permettermi, salo, ti do un piccolo suggerimento.
va' da tuo padre, digli quello che hai scritto su di lui in questo post, poi mettiti in ginocchio davanti a lui. chiedigli di metterti le mani sulla testa e di darti la sua benedizione. potrebbe pronunciare queste parole: "Carne della mia carne, sangue del mio sangue, io ti benedico".
il tutto, adesso, potrebbe sembrarti zuccheroso, ma è un rito molto importante: è la consegna della spada al figlio che entra nel mondo. io l'ho fatto con mio padre. mi stavo sciogliendo dalla commozione. mio padre, da quel grande che è, mi ha detto: "Bella 'sta cosa, come ti è venuta in mente?"

se mi autorizzi, uso un pezzo del tuo post (la parte appunto sul padre) per farne la base di un altro sul mio blog. ovviamente, direi che tu sei l'autore di quel pezzo.

ciao, carissimo
HH

2:12 PM  
Blogger Salo ha detto...

Hoka, grazie mille...e permesso accordato, ovviamente!

2:55 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page