lunedì, agosto 27, 2007

Tasse: problema reale.




Le dichiarazioni di Umberto Bossi, che parla di fucili, certo non mi piacciono.
Eppure non si può negare che il problema tasse esista e sia pure molto grave. Il Nord, e la Lombardia in particolare, è sempre stato il motore economico della Nazione, un motore che ha sempre funzionato bene e che ci ha trainato anche nei momenti più difficili. Delle tre regioni con il PIL più alto due sono del Nord (Lombardia e Veneto), una del Centro (Lazio).
Ovvio che la pressione fiscale senza precedenti decisa dal governo Prodi vada a rendere una situazione già difficile (le imprese sono quasi tutte al Nord, le industrie sono quasi tutte al Nord, ergo chi paga di più è al Nord) esplosiva.
Prodi, dopo una campagna elettorale passata a fare terrorismo mediatico con cifre assurde che dipingevano un'Italia alla fame, si è ritrovato al governo con i veri frutti di Tremonti: un'entrata fiscale di 37miliardi di euro sopra le attese ed una ripresa economica che si affacciava alla porta. Che fare? Prodi ha fatto finta di niente: ha tassato, ha tassato ed ha ancora tassato. Perchè? Due motivi: il primo è che non poteva sbugiardarsi, ammettendo di aver detto falsità per tutta la campagna elettorale, prendendo in giro gli elettori; il secondo è che la tassazione pesante, lo statalismo immobilizzante ed oppressivo, è un dogma per le frange che contano della sua coalizione, un obiettivo da realizzare a prescindere dalla necessità.
Prodi ha dunque tassato, soprattutto gli imprenditori, che sono il vero motore del benessere di qualsiasi Paese. E ha pure continuato a mentire, affermando che questa tassazione sarebbe stata momentanea. Ora la bugia (ennesima) viene a galla: già c'è chi, nella maggioranza, parla di "redistribuzione"! Capite la sottigliezza? Prima ci raccontano che le tasse servono a coprire un'emergenza, un buco (che in realtà non c'era), ora però ci dicono che i soldi in realtà verranno redistribuiti...a chi? ma certo: agli apparati statali, così da formare altre clientele, altri bisogni, altre bocche nullafacenti da sfamare (come i ricercatori inutili per i quali il Ministro Mussi ha indetto un concorso, prima di definirne la funzione), a spese del Nord, in un circolo vizioso che mai prevede la diminuziuone reale delle imposte! Questo è il governo Prodi! Questa è la Sinistra!
E allora, in tale scenario, le parole di Bossi, sono vere, solo troppo dure e facilmente stumentalizzabili, da parte di una Sinistra che tra l'altro dovrebbe stare zitta, visto che i suoi esponenti non hanno parlato di fucili e spranghe, ma da sempre li usano!!!

Dispiace infine notare la prontezza di riflessi con cui il mezzoPresidente Napolitano si conferma tale, ammonendo severamente Bossi, mentre qualche settimana fa il suo silenzio fu assordante rispetto alle farneticazioni del comunista Caruso.
Due pesi due misure.
... Due Nazioni? (!)





Salo







16 Commenti:

Blogger Andrea_teocon ha detto...

altro eccellente post..
che dire, hai proprio ragione sul comportamento scandaloso di napolitano (che un mio lontantissimo parente di sinistra ha definito:"il miglior presidente della storia"...non sto scherzando).
è un presidente di parte. ce ne siamo accorti già molte volte, a partire dall'aiuto al governo quel 21 febbraio, giorno della caduta numero 1.

1:13 PM  
Blogger Gabriele ha detto...

"Tasse: problema reale"

eh gia'...c'e' troppa gente che non le paga...

3:58 PM  
Blogger Salo ha detto...

Andrea, fai bene a ricordare quella caduta. Molti infatti l'hanno presto dimenticata e dicono: alla fine questo governo però regge... NO! Questo governo è già caduto!!! solo che un mezzoPresidente comunista lo ha rimesso in piedi, violando la Costituzione e il diritto del popolo ad avere un governo in grado di decidere!

6:14 PM  
Blogger Salo ha detto...

Gabriele, bel modo di evitare con una frasettina gli argomenti di un intero post. Forse ti manca il fegato per ammettere le bugie che ci ha proferito Mr KGBinItaly durante la campagna elettorale...

6:18 PM  
Anonymous ringo ha detto...

Solo un saluto veloce... Nos only, bus also!

7:28 PM  
Blogger Tolomeo da Lucca ha detto...

Sì Salo,sono prior due Nazioni: una dà dell'assasino all'assasinato dai suoi compari ideologici, l'altro le spara grosse ma poi i suoi seguaci arrivano a fare delle scampgnate da corbellare come fu quella di al Campanile di Venezia di dieci anni fa. Le tasse si risolvono in un modo: taglio delle entrate,taglio delle spese parassitarie, crescita economica conseguente,aumento delle entrate come effetto della crescita da destinare a ricerca,solidarietà vera e sviluppo delle opere pubbliche. Così fanno non a Cuba o Corea del Nord, ma in tutto il mondo. Ma chi lo va a spiegare e far capire alla metà della Nazione che si riconosce nei Caruso,Napolitano,Rizzo,Diliberto,etc?

10:35 PM  
Blogger Tolomeo da Lucca ha detto...

Sì,hai detto bene Salo:sono due Nazioni. Per le tasse la ricetta è semplice:taglio delle imposte e conseguente taglio delle spese pubbliche parassitarie,aumento della crescita economica come effetto,accrescimento delle entrate da destiarsi a ricerca seria,solidarietà reale e opere pubbliche di cui il paese ha urgente bisogno.Come fanno in tutti i paesi sviluppati,eccetto Corea del Nord e Cuba. Ma chi lo va a spegare a la metà della Nazione che si riconosce in Napolitano,Rizzo,Diliberto e Caruso?

10:42 PM  
Blogger Luca ha detto...

Salo, il problema di Bossi è, come al solito, che se dicesse le cose in un altro modo, sarebbe preso molto più in considerazione. Mi fa una rabbia che non hai idea. Si è costruito questa immagine pseudo-razzista, polentona e contadina, che ormai poco di ciò che viene dal suo partito viene preso in seria considerazione (basta vedere la riforma della costituzione dello sorso anno).

Poi però non può lamentarsi se non riesce a raggiungere i suoi obiettivi politici, a partire dal federalismo. Se lo pone come secessione, è impossibile che lo si stia ad ascoltare..

Saluti.
Luca.

Ps: sono tornato, sto ultimando un post e poi ci risentiremo da me..

11:27 AM  
Blogger Salo ha detto...

Ringo ;)




Tolomeo, la ricetta che tu esponi è la medesima provata da Tremonti, che nonostante il disastro economico dell'11 settembre, iniziava a dare i suoi frutti...proprio quando Prodi è arrivato al governo...





Luca, i toni usati da Bossi sono eccessivi anche secondo me, eppure vanno incontro ad un popolo semplice e stanco. Semplice, umile, che lavora per vivere da sempre, al contrario di altri che parlano a vuoto o si limitano a tendere la mano...
Stanco, stravolto, insofferente verso uno stato che chiede sempre più e fornisce servizi sempre più scadenti.
Bossi parla come pensano coloro che lo votano: intercetta il loro malcontento.
E questo sono costretto ad ammetterlo anche se la Lega, da Nazionalista quale mi sento, non mi è mai piaciuta. Prodi sta riuscendo a far avere ragione a Bossi...pure questo ci tocca...

Buon pomeriggio
A presto

12:28 PM  
Anonymous Esperimento ha detto...

Più che i fucili ci vorrebbero le diminuzioni degli stipendi (e soprattutto dei benefits!) di tutti i politici.

12:52 PM  
Blogger Bruno ha detto...

Ti va di aderire al blogroll per la giornata tricolore? Partecipa alla discussione sulla scelta della data!!!

4:00 PM  
Blogger Gabriele ha detto...

"Questo governo è già caduto!!! solo che un mezzoPresidente comunista lo ha rimesso in piedi, violando la Costituzione e il diritto del popolo ad avere un governo in grado di decidere!"

la costituzione non dice che un Presidente della Repubblica non puo' rimettere alle camere un governo, il governo non era stato bocciato su un voto di Fiducia ma su un ordine del giorno...

4:40 PM  
Blogger Salo ha detto...

Bruno, sto pensando se aderire, ma alla discussione parteciperò volentieri in ogni caso.

9:53 PM  
Blogger Salo ha detto...

Gabriele, ti rendi ridicolo: un ordine del giorno?
Quindi per te ogni ordine del giorno è uguale ad un altro?
Ti ricordo che il governo è caduto sulla linea di politica estera generale del Paese!!! Ora, se tu vuoi far finta che questo sia un ordine del giorno tale e quale a quello sull'allevamento delle galline fai pure...ma un certo Ministro il giorno prima disse: "senza maggioranza sulla politica estera, il governo non c'è più".
Un governo non può governare così come sta facendo l'Unione dei divisi. Questa è la verità.
Se vuoi negarla affari tuoi, ma è la mia ultima risposta (e il tuo ultimo commento pubblicato) sull'argomento, visto che il post parlava d'altro, e in particolare di tasse, tema che evidentemente a voi coglioni (nel senso di persone che remano contro il proprio interesse) conviene non trattare.

9:59 PM  
Blogger Ueuè ha detto...

Dividi ed impera è un motto che mi ricorda qualcuno...

12:08 PM  
Blogger Destra Nazionale ha detto...

A me i toni duri spesso non dispiacciono, li trovo utili per attirare l'attenzione su dei problemi che ci sono ma che si finge di ignorare. L'importante è però poi passare ai fatti e cercare di risolverli, e non lasciare che le parole siano solo parole gridate al vento...
Saluti!

9:08 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page