martedì, agosto 21, 2007

Riporto qui sotto un passo dell'intervista rilasciata qualche mese fa dall'intellettule, scrittore, saggista e vicedirettore del Corriere della Sera, Magdi Allam, al Giornale della Libertà:
"Serve un binomio indissolubile fra diritti e doveri.
Invece, sbagliando, oggi si è convinti che per fare il bene degli immigrati sia sufficiente accordare loro dei diritti senza esigere in cambio dei doveri. Ciò è profondamente sbagliato anche nei loro confronti, crea una discriminazione lesiva e non realizza gli obiettivi che corrispondono al bene comune. In questa discriminazione sta un germe di quel razzismo che crea i ghetti etnici, confessionali e identitari. Quindi si è razzisti sia quando non si riconoscono dei diritti, ma anche quando non si esige l'ottemperanza di doveri, come sta facendo questo governo.
Dobbiamo esigere come dovere la piena integrazione.
Non dev'esserci nessun mercanteggiamento sul diritto di tutti alla Vita, sul riconoscimento della dignità della persona e in particolare della donna."
Ritengo queste poche parole estremamente ancorate alla realtà. Viviamo un momento decisivo per il futuro della nostra Nazione e lo stiamo affrontando in maniera errata, commettendo gli stessi errori dei nostri vicini francesi, olandesi ed inglesi. La Sinistra non ammette il fallimento reale del multiculturalismo leggero, ed insiste nel proporre una soluzione ideologica, perdente in partenza. E' la proposta che si fa legge con Amato: quella della cittadinanza facile e dei diritti regalati.
Quanto sia pericolosa tale politica lo abbiamo visto, oltre che negli altri Paesi europei, anche pochi giorni fa, a Perugia, dove è stato smascherato un imam che insegava ai bambini come fare del male agli infedeli e agli adulti come costruire ordigni. Causa: troppa libertà e nessun controllo.
Quanto sia profondamente inconsistente tale politica lo abbiamo visto, oltre che negli altri Paesi europei, anche molte volte, In Italia, con le violenze sulle donne islamiche, con la loro segregazione, o addirittura con la loro morte violenta, come nel caso della povera Hina, trucidata dal padre e dallo zio perchè non rispettava i precetti dell'Islam radicale.
E allora è il momento di cambiare strada! Basta regalare diritti, basta essere generosi con la costruzione di moschee ovunque, basta chiudere gli occhi di fonte ai diritti negati alle donne sul nostro territorio e basta alla libertà con cui chiunque può proclamarsi imam e predicare odio in casa nostra! BASTA! Servono meno immigrazione, più integrazione e molti controlli! Come integrare? Con regole! Regole chiare e nette fin dal primo passo sul nostro suolo! Regole che vanno fissate con severità e fatte rispettare! La libertà di religione, la dignità della donna e il rispetto delle nostre leggi non devono essere messi in discussione da chi vuole venire a vivere qui!
C'è un altro spunto interessante che ci fornisce il breve testo che ho riportato. Magdi Allam parla giustamente del razzismo inverso: quello di chi discrimina gli immigrati a Sinistra! Infatti è razzista sia chi nega all'immigrato i diritti sia chi non esige dall'immigrato il rispetto di doveri! La prova di ciò è a Padova, dove la Sinistra, dopo aver rimpinzato gli immirati di diritti e libertà, di assistenza e pacche sulle spalle, si è accorta che l'integrazione non c'era. E allora che ha fatto? Ha ghettizzato il problema, ergendo un muro e rinchiudendo gli immigrati in un quartiere.
Ecco cosa si ottiene regalando i diritti senza pretendere i doveri!
Salo

15 Commenti:

Blogger Andrea_teocon ha detto...

come non concordare con te salo?
magdi hallam ha pienamente ragione. mi piace sempre più come giornalista.

1:31 PM  
Blogger Gohan ha detto...

Ho affrontato anche io la questione sul mio blog in due post...

QUALCHE CONSIDERAZIONE SULL'IMMIGRAZIONE
http://bosco100acri.blogspot.com/
2007/06/qualche-considerazione-
sullimmigrazione_13.html

SENZA PAROLE. QUALCHE CONSIDERAZIONE SUL CONCETTO DI MULTICULTURALISMO
http://bosco100acri.blogspot.com/
2007/08/senza-parole-qualche-
considerazione-sul_06.html

In genere sul blog di Andrea esprimiamo punti di vista diversi,quello "conservatore" e quello "libertario",ma forse in questo cso possiamo essere d'accordo entrambi..

1:39 PM  
Blogger Salo ha detto...

Andrea, Magdi Allam è una persona straordinaria, che purtroppo vive sulla pelle la violenza islamica, poichè è stato colpito da una fatwa ed è sempre sotto scorta.
Mi fa piacere che anche tu apprezzi il suo lavoro.



Gohan, sei il benvenuto e ti ringrazio per gli spunti di riflessione: leggerò certamente i tuoi post.
Il mio essere conservatore nasce anche dal fatto che è impossibile resistere all'ondata del fanatismo islamico se calpestiamo la nostra Tradizione e dimentichiamo le nostre radici.
A presto

2:38 PM  
Anonymous 300705 ha detto...

Hai letto l'ultima? da il corriere:
"L'edicola è stata salvata dall'intervento degli abitanti Non può vedere la Madonna, tenta di murarla Protagonista un immigrato di religione musulmana che vive a Valaperta, nel lecchese. Il sindaco: «Un gesto arbitrario e incivile» " l'ho appena postata con un commento ed è perfettamente legata a quanto hai scritto su Magdi Allam. Bisogna reagire, civilmente, ma dobbiamo reagire. Basta non se ne può più.

4:12 PM  
Blogger Ueuè ha detto...

Magdi Allam è una persona che stimo e rispetto, non solo come giornalista, ma anche come essere umano capace di gratitudine verso chi gli ha dato una mano.
E' vergognoso come le sinistre abbiano attaccato un uomo di modeste origni che ha saputo farsi valere con la sua intelligenza e la sua capacità di osservare il mondo senza faziosità.

8:01 PM  
Anonymous roberto (tulkas) ha detto...

allam è sprecato come giornalista... un incarco nel futuro governo lo auspicano anche molti leghisti... ma è molto difficile che avvenga
ciao

8:47 PM  
Blogger Salo ha detto...

300705, la nostra reazione deve essere una virata: verso regole chiare, legalità, sicurezza e rispetto.



Ueuè, hai dato una breve descrizione di Magdi Allam. Breve, ma soprattutto vera. E quanto lontano dal vero corre annaspando questa nostra Sinistra fuori dal tempo...



Roberto, Allam sarebbe un Ministro di straordinaria levatura morale oltre che culturale, e saprebbe di certo dare un contributo notevole non ad una parte politica, ma al bene dell'Italia tutta, che egli ama molto più di certi italici purosangue...

12:12 AM  
Blogger Van der Blogger ha detto...

Non posso che condividere le tue parole amico ed esprimere il massimo rispetto e l'apprezzamento nei confronti di Magdi Allam. Persona che anche io vedrei benissimo in incarichi istituzionali...

A presto

9:46 AM  
Anonymous giovaniconsilvio ha detto...

sempre belli gli articoli di magdi allam e sempre efficaci le sue battaglie..davvero un peccato che le sinistrelo abbiano attaccato così..certo..tutti sono attaccati quando vanno contro il loro pensiero..

10:17 AM  
Blogger Andrea_teocon ha detto...

ALLAM for President

10:57 AM  
Blogger Salo ha detto...

Van, ben tornato!
A presto


Giovaiconsilvio, il sistema ideologico della Sinistra non ammette di essere contraddetto nemmeno dalla realtà...figuriamoci dalle persone...



AndreaTeocon, magari ;)

12:26 PM  
Blogger AmosGitai ha detto...

Concordo pienamente il pensiero di Magdi Hallam. Vedere un egiziano con il kippa ebraico è segno di fratellanza. E pensare che rischia anche la vita per queste manifestazioni pacifiche!
Pagare e farsi rovinare le vacanze: ADESSO BASTA!

6:14 PM  
Blogger salvatore ha detto...

Sono assolutamente d'accordo con te!
Il problema è che i paesi dai quali queste persone emigrano, ci vedono come una nazione permissiva in tutto e per tutto, nessuno deve niente a nessuno... servono più controlli e se vogliono venire qua devono seguire le nostre leggi e non imporre niente!

12:51 PM  
Anonymous Esperimento ha detto...

Molto equilibrato e del tutto condivisibile. Magari la maggioranza dei musulmani avesse il suo coraggio!!

1:39 PM  
Blogger Salo ha detto...

Amosgitai, ci vorrebbero molti più mussulmani come lui...



Salvatore, purtroppo hanno di noi proprio la visione che dici. Bisogna cambiare rotta in fretta e qusto governo sembra incapace di farlo, anzi viaggia ancora verso i disastrati lidi di un multiculturalismo leggero che ha fallito ovunque...





Esperimento, Magdi ha davvero un grosso coraggio...soprattutto dopo la fatwa contro di lui e dopo l'uccisione di un altro personaggio scomodo per l'Islam radicale: Teo Van Ghog.

2:04 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page