mercoledì, febbraio 21, 2007


Vergogna italiana
In questi mesi, il governo Prodi si è reso ridicolo per molte cose, ma soprattutto per la sua inesistente politica estera.
Spezzettata in tante voci quanti partiti compongono l'Unione (ed anche di più, visto che a volte i contrasti eran presenti anche all'interno dello stesso partito...), la posizione dell'Italia sui temi internazionali è sempre apparsa incomprensibile, inattendibile, ridicola.
Con Prodi, la nostra Nazione non ha mai avuto una linea chiara: ha perso credibilità all'ONU, dove il problema della rappresentanza è stato scavalcato dalla Germania, che ci ha abilmente beffato con la formula del 5+1; ha perso contatto con il nostro grande alleato, gli Stati Uniti, osteggiati per partito preso dalla Sinistra radicale; si è imbarcata in una missione in Libano che, invece di disarmare i terroristi di Hezbollah, guarda loro le spalle e li lascia fare affari con la Siria (!!!). Orribile.
Sicchè non stupisce più di tanto che il governo fantoccio della Sinistra sia entrato in crisi proprio a causa della sua politica che non c'è, cioè appunto quella estera: appena Dalema ha provato a mettere un po' d'ordine e a dissipare qualche contraddizione...il disastro: governo sotto al Senato sulla linea internazionale! Mai successo nella storia della Repubblica.
Intanto i comunisti hanno già chiarito che gradirebbero un Prodi bis (Dio ce ne scampi!)...ma dove vogliono andare? cosa vogliono fare? per quale motivo bisognerebbe proseguire con un governo che non riesce nemmeno a mettersi d'accordo su un dormitorio per soldati NATO a Vicenza???
Quanta tristezza...e che vergogna, per questi dilettanti allo sbaraglio che ancora vorrebbero rappresentare l'Italia...
Salo

32 Commenti:

Anonymous Andrea ha detto...

La domanda adesso è questa: Prodi avrà quel minimo di dignità che gli consenta di rifiutare il nuovo incarico che con buone probabilità gli verrà affidato per riformare un nuovo Governo? La miglior cosa che può fare il prof è ritirarsi sull'Appennino per godersi la (credo lauta) pensione. Sarà in grado di prendere una decisione così importante?

1:49 PM  
Blogger Salo ha detto...

Caro Andrea, purtroppo credo che Prodi non abbia intenzione di ritirarsi, anzi: farà di tutto per non lasciare la poltrona.

Invece io credo che l'unica soluzione giusta sia quella di tornare a votare, per due motivi: primo, le ultime elezioni sono state un pareggio e già allora un nuovo voto non sarebbe stato inopportuno; secondo, dal 2001 si votano simboli con il nome del candidato presidente, quindi inciuci e governi alternativi d'emergenza sarebbero sostanzialmente antidemocratici, perchè costituirebbero un ritorno a quella partitocrazia che il popolo ha condannato da tempo.

2:10 PM  
Anonymous Andrea ha detto...

Però, secondo me, non si può tornare a votare con questa legge elettorale, che è proprio il festival di quella partitocrazia a cui tu ti riferisci, in modo particolare per l'eliminazione della preferenza, una modalità di scelta che, sempre a mio avviso, non sta nè in cielo nè in terra. I parlamentari non sono eletti, bensì nominati dai partiti, con una ventina di persone, i leader dei partiti, che decidono come sarà composto il Parlamento.

5:21 PM  
Blogger Monica ha detto...

Non cambierà Salo.
Questa la mia funerea previsione.
Ci sarà un Prodi-bis, una Farnesina senza D'Alema, l'Udc che salverà la maggioranza anche al Senato.

Ma in questo marasma, dov'è l'opposizione ? Dorme ? Sonnecchia ? Le divisioni interne alla CdL non sono benefiche e in questi momenti, nei quali servirebbe una forte e decisa azione di contrasto, viene alla luce tutta la sua difficoltà politica.

Andrea dice che con l'attuale legge elettorale "I parlamentari non sono eletti, bensì nominati dai partiti"".
Premesso che anche io non apprezzo il sistema elettorale vigente, con la precedente modalità le cose non erano poi tanto diverse.
Nel senso che ogni collegio aveva 2 candidati (dx e sx) ma sempre scelti dai partiti.
Io mi sono trovata a votare candidati solo perchà rispecchiavano lo schieramento politico e non certo per la fiducia politica nella loro persona.

Penso che ogni legge elettorale nasconda le sue magagne e che una perfetta non esiste...

Ciao

5:36 PM  
Blogger Bobo ha detto...

L'udc non salverà la maggioranza. Per due motivi. Casini è uno stronzo, ma non è scemo: non salta sulla barca che affonda. Secondo: se casini va con la maggioranza, o i comunisti se ne vanno subito, e quindi il governo cade, perchè l'udc vale la metà di rifondazione comunisti e verdi assieme, oppure rimangono per la poltrona, ma creano tra i loro militanti una delusione talmente forte da distruggerli politicamente. La legge elettorale attuale non è sicuramente granchè, ma per scrivere una legge elettorale bastano pochi giorni. Quindi: urne subito con una legge nuova (maggioritario!). Questo è il mio auspicio...

7:16 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Sono d'accordo con Bobo e la sua analisi dell'Udc. meglio elezioni subito piuttosto che governare con l'appoggio di certi personaggi. Sulla presunta "vergogna" di cui parla Salo, meglio una presunta tale durata nemmeno un anno che una certa durata cinque. Essere sempre piegati a 90 gradi difronte agli alleati americani non rende un grande paese, tutt'altro. Sorvolando le innumerevoli gaffe di Silvio all'estero, nonchè le offese arrecate ad alcuni premier e ambasciatori esteri (ricordo che è stato l'unico presidente Ue in carica della storia a ricevere una "deplorazione" votata dalla stragrande maggioranza dell'Europarlamento per aver negato la violazione di diritti umani in Cecenia) trovo che questo governo abbia avuto qualche pregio. quello ci cercare di lottare, seppur con scarsi risultati, contro i poteri forti dello Stato, cioè Chiesa e Confindustria. Cercare di colpire le lobby di potere è una cosa che il centro-destra non farà mai, perchè costituiscono la sua base elettorale.Cmq vedermo cosa deciderà Giorgio, basta che non torni Silvio!

8:37 PM  
Blogger Salo ha detto...

Andrea, io credo che questa legge elettorale sia negativa, ma non ci sono le condizioni politiche per votarne un'altra! Nessun modello di legge elettorale ora come ora guadagna una maggioranza di consensi in Parlamento: ci sono troppe divisioni su troppe proposte, anche all'interno dei due schieramenti.

9:29 PM  
Blogger Salo ha detto...

Monica, sono d'accordo sulla legge elettorale: quella perfetta è un sogno.
Tuttavia non credo che l'UDC farà da stampella, per il semplice fatto che solo pochi mesi fa ha lasciato che se ne andasse la sua anima più sinistra, cioè quella capitanata da Follini...

9:31 PM  
Blogger Salo ha detto...

Bobo, il tuo auspicio è pure il mio, solo che sulle possibilità politiche di trovare una maggioranza parlamentare che approvi un qualsivoglia modello elettorale sono alquanto scettico.

9:33 PM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, essere al fianco di chi combatte il terrorismo per tutti non vuol dire mettersi a 90, vuol dire comprendere la situazione: qualcuno ci ha dichiarato guerra, che ci piaccia o no. E se restava qualche dubbio in merito all'obiettivo della follia islamica (solo USA o anche Europa?) esso è stato spazzato via dagli attentati di Londra e Madrid.

Tratti del tuo discorso sulla politica interna sono preoccupanti, perchè fanno emergere l'ideologia bacata di certa Sinistra: quindi per te Confindustria è un nemico. Pazzesco, ma ti rendi conto di ciò che scrivi?Sembri Marx, non un cittadino di una democrazia liberale nel 2007. Confindustria è la rappresentanza di coloro che fanno andare avanti il Paese! non un nemico da combattere.
I veri poteri forti sono quelli con cui la Sinistra va a braccetto (a partire dalle COOP), altro che cercare di combatterli! Ma per favore!
La Chiesa sarebbe poi un potere forte dello Stato? "dello Stato"? ma che vuol dire? Guarda che la Chiesa non fa parte dello Stato da qualche secolo ormai. La laicità è una conquista avvenuta e che non è certo messa a rischio dal diritto di parola dei vescovi e del Papa: se tu vuoi negare loro questo diritto di parola, allora non ti sta a cuore la laicità, ma il laicismo, che è ben altra cosa!

9:43 PM  
Blogger l'altra rossa ha detto...

Personalmente non mi preoccupa se torna Berlusconi o meno,l'importante è che vengano silurati gli stronzi come Casini e Bottinone.

11:31 PM  
Blogger Salo ha detto...

L'Altra Rossa, l'UDC è una componente importante del centrodestra e spero che continui a farne parte. Poi certo, io sono stato il primo a rimanere deluso per alcuni smarcamenti troppo accentuati da parte della dirigenza del partito, che ha tradito le aspettative della base.

12:45 AM  
Anonymous siro ha detto...

Come dice anche Moni, la vera vergogna italiana - a parte questa caduta ingloriosa - è il fatto che codesti pagliacci sono pronti a riprendersi il potere. Con tanto di documento-farsa in 12 punti, che manda definitivamente nel cesso le 281 pagine di morbidezza del tanto strombazzato programma dell'Unione: una fuffa mostruosa che noi tutti avevamo già denunciato tempo fa.
Vedi a che serve avere un mezzopresidente della Repubblica amico?
Ciao Salo, continua così :-)

9:58 AM  
Blogger Salo ha detto...

Ciao Siro!
Alla fine Prodi sarebbe addirittura più forte!...pazzesco...certe cose succedono solo nelle dittature africae...o nei Paesi con un mezzoPresidente comunista...

11:55 AM  
Anonymous Pesimedia ha detto...

Oggi il prestigioso quotidiano "Banana Republic Times" in riferimento al governo Prodi e all'Italia ha così titolato in 1° pagina: "C'è chi sta peggio di noi".

3:47 PM  
Blogger Salo ha detto...

Benvenuto Pesimedia...se dovesse arrivare un Prodi bis potrei anche pensare di scapparci nella Repubblica delle Banane...di sicuro sarà meglio dell'Italia dopo cinque anni di Mortadella!

4:19 PM  
Anonymous Berto ha detto...

certo salo...ma in Iraq il terrorismo non c'era, così come non c'erano le armi di distruzione di massa.Sarà un caso..mah.Non lo so a sto punto bombardiamo tutti i regimi del mondo e facciamola finita. L'unico problema è che non tutti sono pieni di petrolio

8:28 PM  
Anonymous Berto ha detto...

p.s. perchè mi metti sempre in bocca parole che non ho detto? Non ho mai detto che Confindustria è un nemico?Ho solo detto che è un potere forte, come i sindacati. E tanto per precisare, le COOP saranno anche "famigerate", ma le cose li costano meno che dai vostri amici dell'Esselunga.

8:30 PM  
Blogger Chris ha detto...

Appena riaprono le iscrizioni iscriviti a TocqueVille

10:59 PM  
Blogger l'altra rossa ha detto...

HAI VISTO FOLLINI?
A tal proposito ti incollo quello che dice Bobo e che quoto.
Per le armi di distruzione di massa,parla dei confini,e di come potrebbero essere finite al di là.

"UNA MERDA IN CALZE DI SETA"
Così Napoleone quando parlava Tallyerand, e credo che questa cruda ma realistica definizione possa andare bene anche per un certo personaggio politico dell'italia contemporanea, che dopo essere stato per quasi 5 anni al governo con la destra sosterrà il governo comunista. A questo punto, spero sinceramente che il prossimo congresso dell'UDC metta in luce le spaccature all'interno del partito. Coloro che stanno genuinamente e sinceramente con il centrodestra, da una parte, i traditori e gli opportunisti di ogni risma dall'altra. Meglio un UDC smagrito, ma sano, che un covo di serpi in seno.

1:35 PM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, la storia del petrolio è un'idiozia: ovvio che gli USA hanno i loro interessi (come tutti), solo che gli americani insieme ai loro interessi portano democrazia e libertà.
Petrolio? In Corea c'era forse petrolio? non mi pare, eppure gli USA hanno salvato metà della popolazione dalla follia comunista, che invece ancora ingabbia in un mondo disumano la parte Nord. Basta questo esmpio a smontare la solita stroriella antiamericana del petrolio...

"in Iraq il terrorismo non c'era"

Dipende da cosa intendi per terrorismo...sai che Saddam pagava profumatamente tutte le famiglie dei terroristi palestinesi che si facevano esplodere in Israele? e questo cos'è, se non sostegno al terrorismo?

"non c'erano le armi di distruzione di massa"

Vallo a chiedere ai curdi gassati nell'89 se non c'erano le armi chimiche...
Con tutti i Paesi canaglia che ci sono nella regione, qualcuno le avrà prese in tempo!
Comunque i fatti dicono che un regime sanguinario è stato abbattuto e che l'Iraq ha avuto le prime elezioni democratiche della sua Storia.

"Non ho mai detto che Confindustria è un nemico?"

Ah no?

"cercare di lottare, seppur con scarsi risultati, contro i poteri forti dello Stato, cioè Chiesa e Confindustria"

"lottare", hai scritto "lottare": apparte che il termine è alquanto infelice, di solito non si lotta contro gli amici...


"le COOP saranno anche "famigerate", ma le cose li costano meno che dai vostri amici dell'Esselunga."

E che c'entra questo col fatto incontestabile del vergognoso conflitto d'interessi fra COOP e partiti di Sinistra?

Mah...

4:15 PM  
Blogger Salo ha detto...

Ciao Chris!
Grazie...ma credevo di essermi già iscritto...

4:18 PM  
Blogger Salo ha detto...

L'Altra Rossa, ho letto il post di Bobo e lo condivido. Follini, se farà da stampella a questo governo di pagliacci, perderà definitivamente quel poco di credibilità che gli è rimasta...
Tra l'altro io adoro Napoleone e sono convinto che la frase calzi a pennello... ;)

4:19 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Che belle dietrologie Salo, sono molto utili per evitare di rispondere a domande cui non c'è risposta.Cosa cavolo c'entrano i curdi? La guerra è stata fatta sostenendo che c'erano armi chimiche in grado di distruggere potenzialmente l'intero pianeta. Dove sono? Eppure Colin Powell fece uno show alle Nazioni Unite mostrando foto satellitari e provette di antrace(?)come prove inconfutabili. La guerra è stata fatta sostenendo che Saddam aveva legami con Al Qaeda mai dimostrati. Nessuno santifica Saddam, ci mancherebbe altro, ma i palestinesi non c'entravano nulla con l'invasione, e poi Bush non ha il minimo interesse a risolvere la questione medio-oriente, così come non ce l'ha nessuno. La guerra di Corea poi risale a circa 50 anni fa. Perchè oggi non invadiamo la Corea del Nord per esportare democrazia? Sul petrolio poi non sono balle e lo sai bene. Infatti l'amministrazione Bush non aveva alcun interesse a fare guerra all'Afghanistan, tant'è vero che pochi mesi prima dell'11/09 il ministro degli esteri talebano si era recato in USA per sottoscrivere un'accordo relativo al passaggio del gasdotto Mar Caspio-Pacifico nel territorio afghano. Il fatto che Bin Laden si nascondesse lì però lo rese inevitabile. Lo stesso Karzai non è un personaggio qualsiasi, ma un ex-funzionario di una società petrolifera americana. Lasciamo poi perdere le speculazioni della Hallyburton, società di Cheney. E poi si dice tanto del conflitto di interessi di Silvio... Fammi capire, accusi la sinistra di avere collaborato con i regimi comunisti, il che in certi casi è anche vero, ma non spendi una parola per contestare gli affari poco leciti degli americani con il regime talebano o con altri regimi 8specie in america latina). Inutile poi ricordare che Saddam è stato ampiamente foraggiato dagli USA durante la guerra con l'Iran. Non si capisce perchè sprechi tanto fiato a difendere l'amministrazione Bush quando ormai nemmeno gli americani lo fanno più da tempo, essendo lo stesso ai minimi storici nei sondaggi. Invece di fare altri esempi, rispondi alle questioni che ti vengono poste una volta tanto.

5:14 PM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, io ho risposto alle questioni poste, tanto che ti ho citato punto per punto.
Tu ti abbandoni alla demagogia e dimentichi i fatti.
I fatti dicono che in Afghanistan ora c'è un governo democratico.
I fatti dicono che Saddam è stato abbattuto e che l'Iraq ha avuto le prime elezioni democratiche della sua storia.
Bush al minimo dei consensi? E questo cosa c'entra col fatto che abbia o non abbia DI FATTO lavorato bene?
Ti ricordo che comunque gli americani non hanno gradito i numeri enormi di soldati morti in Iraq, non altro: cioè un conto è se la guerra in Iraq sia giusta o no, altra questione è se sia stata condotta bene o no. Non mischiare apposta le due cose per trarre conclusioni errate.

La guerra in Corea era solo un esempio per dimostrare che gli Stati Uniti hanno certo i loro interessi, ma tra questi ci sono senza dubbio la democrazia e la libertà. Perchè non si attacca la Corea del Nord? Sei poco infomato. Prova a prendere una cartina della zona: guarda dove si trova la capitale della Corea del Sud e pensa che il Nord ha posizionato quasi tutta la sua artiglieria lungo il confine...nemmeno la più chirurgica delle operazioni militari sarebbe tanto rapida da impedire ai nordcoreani di fare una strage. Ecco perchè non li si attacca (oltre al fatto che la stessa Cina non vuole la fine del regime comunista nordcoreano).

"l'amministrazione Bush non aveva alcun interesse a fare guerra all'Afghanistan, tant'è vero che pochi mesi prima dell'11/09 il ministro degli esteri talebano si era recato in USA per sottoscrivere un'accordo relativo al passaggio del gasdotto Mar Caspio-Pacifico nel territorio afghano. Il fatto che Bin Laden si nascondesse lì però lo rese inevitabile."

Posto che "accordo" è maschile e non vuole l'accento prima,...non capisco il senso di ciò che scrivi: se, come dici, Bush non aveva interesse ad aprire un conflitto in Afghanistan ma poi per Bin Laden lo ha fatto comunque, allora dai ragione a me!
Cioè confermi che in Afghanistan ci si è andati per combattere il terrorismo (come infatti è vero) e non per il petrolio.

6:17 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Scusa tanto per l'errore grammaticale ma non ho ne tempo ne voglia di rileggere i post che scrivo. No, non ti do ragione. Il terrorismo in Afghanistan c'era anche prima, ma ci si è andati solo per senso dell'obbligo e solo dopo il danno. Della serie "prima non me ne fotteva nulla, ora siccome l'opinione pubblica vuole una risposta, bisogna che mi impegni". Parlare di democrazia in Iraq poi è pressochè ridicolo vista la situazione in cui versa il paese. Il petrolio era riferito all'Iraq, anche perchè in Afghanistan non ce n'è.
Non capisco il tuo ragionamento sui sondaggi. Strano, di solito quando li riferite all'Italia, se uno è in calo significa che ha lavorato male (tranne quando eravate al governo), ma per l'America la situazione è inversa. Lo credo che la gente non apprezza l'elevato numero di morti...sono inutili. Il regime è stato abbattutto ormai da anni e spesso gli stessi soldati (documentati su internet) non hanno ben chiaro cosa ci facciano ancora lì.E cmq Bush non ha lavorato male solo su quello, ma anche sulla politica ambientale.

7:31 PM  
Blogger Salo ha detto...

"ci si è andati solo per senso dell'obbligo"

Veramente ci si è andati dopo aver subito un barbaro e gigantesco attacco contro civili. Il conflitto in Afghanistan è stato di difesa, dopo una dichiarazione di guerra violenta ed immotivata. Poichè gli autori di questa dichiarazione sanguinaria trovavano rifugio, protezione ed ospitalità (con tanto di campi d'addestramento) in quel Paese, era ovvio che lì si andasse a combatterli.
La guerra in Afghanistan è stata sacrosanta. Cosa avrebbero dovuto fare gli USA? Far finta di nulla?
Pazzesco...

"e solo dopo il danno"

Capirai! hanno fatto tanto casino i pacifinti nonostante la motivazione fosse pesantissima dopo gli attentati! figurati se gli USA avessero addirittura attaccato prima dell'11 settembre! ti sarebbe andato ancra meno bene, quindi evita questi sofismi inutili!

"Parlare di democrazia in Iraq poi è pressochè ridicolo vista la situazione in cui versa il paese"

Certo, perchè invece l'Europa ha raggiunto la democrazia in un istante e su un tappeto di petali di rosa...non in decine di secoli e con enormi sacrifici...
...ma per favore!

9:48 PM  
Blogger Salo ha detto...

"Della serie "prima non me ne fotteva nulla, ora siccome l'opinione pubblica vuole una risposta, bisogna che mi impegni"."

No, della serie: prima credevo che nessuno volesse cancellarmi dalla faccia della Terra, ma ora che mi hanno attaccato devo reagire (anche se so che i pacifinti come un certo Berto sono pronti a gracchiare, preferendo che io mi lasci divorare dagli estremisti senza muovere un dito)!

9:52 PM  
Blogger Salo ha detto...

"spesso gli stessi soldati (documentati su internet) non hanno ben chiaro cosa ci facciano ancora lì"

Complimenti, che grandi ed autorevoli fonti che utilizzi per informarti...
E' ovvio che quei documentari non hanno alcuna rilevanza oggettiva, perchè girati con l'intento di fomentare antiamericanismo: si potrebbero trovare altrettanti soldati pronti a spiegare le ragioni che li spingono ad aiutare i popoli afghano ed iraqeno ad avvicinarsi alla democrazia! ...solo che certe testimonianze non interessano...

9:56 PM  
Blogger Salo ha detto...

"Bush non ha lavorato male solo su quello, ma anche sulla politica ambientale"

Berto, la politica ambientale negli USA non è quasi mai esistita...
Bush invece ha fatto aumentare i posti di lavoro ed ha effettivamente diminuito le tasse.
Non dico che sia stato un presidente straordinario, ma certo nemmeno il demone che ci dipingono i mass media qui in Europa!
Fa comodo ed è rassicurante credere che Bush sia uno stupido che spara senza motivo alla gente che noi europei facciamo invece (stavolta si stupidamente) entrare a valanghe e senza regole...
...molto scomodo è invece guardare in faccia la realtà: qualcuno a New York, a Madrid, a Londra, a Beslan, in Israele ci ha dichiarato guerra! Se difendersi ed esportare democrazia per te vuol dire essere stupidi guerrafondai, allora io voglio esserlo! E non per me, ma per i miei figli e i miei nipoti, che vorrei abitassero ancora l'Europa che conosco, non una triste Eurabia senza anima.

10:04 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Certo, adesso nemmeno ciò che pensano i soldati che hanno combattuto per la loro patria conta più. "certe testimonianze non interessano" Non interesseranno a te, ma milioni di internauti interessano e come, ma capisco che tu le demolisca, dato che vanno a discapito delle tue convinzioni. Sulla guerra ti sto dicendo che il terrorismo in Afghanistan c'era da anni, e le associazioni umanitarie da anni denunciavano le violenze talebane dei diritti umani, ma non fregava nessuno, probabilmente nemmeno a te, paladino della democrazia, e nemmeno agli americani, che anzi facevano affari d'oro con il regime. Dopo l'attentato la risposta era sacrosanta, ma ti dico solo che è stata piuttosto opportunistica e ipocrita. Pacifinto poi ci chiami qualcun altro presuntuoso guerrafondaio, dato che io non sono mai sceso e mai scenderò in piazza. E' inutile parlare con gente come te, perchè tanto o si è con voi o si è contro di voi. Muovere delle critiche non significa essere antiamericani. Ma evidentemente per te non è così. Bush avrà anche lavorato bene come dici te, allora evidentemente gli americani sono tutti idioti o quasi, dato che non lo vogliono più e non gli danno più fiducia. Non sono i media europei a dipingerlo così, ma anche quelli americani. Beslan e Isreale poi non hanno a che fare niente con il terrorismo internazionale e Al Qaeda, quindi non si capisce perchè li metti tutti nel mucchio. Secondo la tua logica è molto probabile che non avrai mai figli e nipoti, perchè magari finirai distrutto anche tu nella guerra che tanto desideri. Buon divertimento, tanto tra poco tocca all'Iran no?

7:24 PM  
Blogger Salo ha detto...

""certe testimonianze non interessano" Non interesseranno a te, ma milioni di internauti interessano e come, ma capisco che tu le demolisca, dato che vanno a discapito delle tue convinzioni"

Berto, inizio a dubitare delle tue capacità di lettura...con la mia frase che citi intendevo dire con sarcasmo che le testimonianze che non interessano a nessuno sono quelle di altrettanti soldati che dicono il contrario, cioè (e mi ricito io) "pronti a spiegare le ragioni che li spingono ad aiutare i popoli afghano ed iraqeno ad avvicinarsi alla democrazia!" Chiaro ora? mamma mia...


"Beslan e Isreale poi non hanno a che fare niente con il terrorismo internazionale e Al Qaeda"

Ma tu ti informi prima di scrivere???
I terroristi di Beslan erano un gruppo di estremisti islamici, che infatti hanno colpito apposta il capoluogo dell'Ossezia, unica regione a maggioranza cristiana di quella zona.
Israele poi è citata in quasi tutti i video diffusi da Al Qaeda come uno dei nemici da abbattere per la vittoria della guerra santa.

8:48 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page