venerdì, maggio 16, 2008

CONSIGLI DI LETTURA.
In un interessante articolo pubblicato sull' "Occidentale", Alessandro Gisotti riassume gli ultimi avvenimenti della campagna elettorale americana, con particolare attenzione alle primarie democratiche, e fa un utile punto della situazione.
Personalmente mi pare che il grande lavoro di McCain per ricompattare la base repubblicana possa diventare una nullità, rispetto all'impresa che dovrà affrontare Obama per conquistare metà dei liberal. Pare infatti che la Clinton preferisca far vincere i conservatori, piuttosto che vedere alla Casa Bianca il suo odiato compagno di partito. E, cosa ancor più strana, pare che gli elettori della Clinton la seguano in questo proposito!
Insomma, per noi conservatori una goduria... ;)
Old Whig

8 Commenti:

OpenID ilpensatore ha detto...

col fatto che si sente parlare solo della sfida Clinton - Obama, qui si stanno dimenticando di McCain, pensandolo già fuori dai giochi.

certo, il fraticidio democratico fa pubblicità, ma comporta anche il rischio di una eccessiva esposizione mediatica fatta di colpi bassi e ricca di contraddizioni tra i candidati. Il che potrebbe avvantaggiare, alla fin fine, il McCain sornione.

ed è quel che spero tanto!

sarebbe una sorpresa, visto che lo danno già per spacciato (più che altro per "colpa" delle precedenti legislature targate Dabliù...)!

incrociamo le dita...

gli americani son come gli italiani: conservatori in maggioranza e da sempre!

9:15 PM  
Blogger Patricia Gordillo Serrano ha detto...

Caro Old Whig:

Come so che amano l΄ arte, la poesia, anche mi piacerebbe invitargli, e sempre che abbiano tempo visitare la mia pagina di poesia:

El Sube y baja de la marea.

Penso che per me possa essere molto importante leggere e lasciare il loro pensiero o interpretazioni sulle stessi poesie.

Volentieri


Patricia Gordillo

Córdoba - Argentina

www.patriciagordillo.com.ar


elsubeybajadelamarea.blogspot.com



Mie poesie all' Italiano

10:41 PM  
Anonymous Neoconservatore ha detto...

Ciao Ow, ho visto un sondaggio fox secondo cui il 28% degli elettori Clinton andrà a votare per McCain vs Obama e il 16 resterà a casa.
Sinceramente penso che Obama abbia un grande carisma, però sia il prs perfetto per i radical chic(descritti così bene da Tom Wolfe), per i giovani studenti e ovviamente per parte elettorato nero, ma non lo è per l'eltttore medio americano.

11:52 AM  
Anonymous frank77 ha detto...

Ma se è per questo,anche molti elettori di Obama non voterebbero mai la Clinton presidente;-)

8:00 PM  
Blogger Van der Blogger ha detto...

Se Mc Cain vince, aumenta l'ondata di centrodestra a livello mondiale.

Sakozy, Berluscony, i Tories alle amministrative in Inghilterra... insomma la sinistra avrebbe da riflettere no?

Ciao amico

3:46 AM  
Blogger Old Whig ha detto...

Pensatore, come al solito i media europei sono indietro. Se vincerà McCain fingeranno di cadere dalle nuvole...


Neoconservatore, hai ragione e infatti Obama sarebbe in grandissima difficoltà rispetto a McCain, che va fortissimo nell'elettorato medio ed indipendente.


Frank, e come dar loro torto? ;)


Ciao Van! Beh, la sinistra a livello mondiale è in crisi perchè non ha quella predisposizione della destra ad ascoltare i bisogni semplici e sacrosanti della gente comune (basta guardare cosa succede in Italia sul tema sicurezza).
A presto e un abbraccio!

2:03 PM  
Blogger Bobo ha detto...

Al momento, ritengo che la strada per Obama sia fortemente in salita. Non può contare sull'appoggio dei proletari bianchi che popolano gli stati centrali e rimangono fedeli ad Hillary, non riesce a farsi amare dagli ispanici che sono decisivi nel sudovest, e non riesce a vendersi come "candidato religioso", cosa che avrebbe potuto dargli qualche chance nella "bible belt". Certo, ha l'entusiasmo degli studenti e dei neri, ma è davvero così decisivo? In fondo, anche Kerry aveva vinto in tutte le città universitarie e aveva ottenuto il 90% del voto nero. Non mi risulta sia diventato presidente però...

2:47 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Bobo, ottima analisi. Inoltre bisogna aggiungere che Obama è a livello di immagine ridotto maluccio dopo la guerra ad oltranza con Billary, mentre McCain da tempo si è aggiudicato la nomination ed anche nel bel mezzo delle primarie repubblicane incassava quanto meno il profondo rispetto di tutti gli altri sfidanti.

4:11 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page