domenica, marzo 16, 2008


L'esercito cinese uccide, arresta, distrugge. Il Tibet muore, ma l'ONU tace.








Old Whig





30 Commenti:

Anonymous stick ha detto...

Alla fine la verità è venuta a galla. Con uno scoop di portata mondiale il quotidiano britannico The Guardian, uno dei pochi baluardi dell’informazione libera e indipendente, ha scovato le carte. C’è uno studio del Pentagono nel quale gli stessi Usa ammettono che non c’erano legami diretti ed organici tra Al Qaeda e Saddam Hssein. Ricapitoliamo. Non c’erano le armi atomiche. Non c’erano le armi chimiche. Non c’erano le bombe illegali (adoperate invece dalle truppe statunitensi a Falluja). Non c’erano le armi batteriologiche. Ma allora che cavolo ci sono andati a fare gli americani (e noi con loro) in Iraq? Ci hanno terrorizzato per mesi: guerra globale al terrorismo, Al Qaeda, fondamentalismo islamico, deriva antioccidentale, scontro di civiltà e altre amenità. Ieri su La7 Sergio Romano (liberale, conservatore e filoatlantico doc) ha parlato senza mezzi termini di «imperialismo Usa bello e buono». Poi l’ex ambasciatore ha ridisegnato completamente «lo scenario seguito all’11 settembre 2001». Io non so che cosa possa riservare il futuro, ma visti gli inganni e le balle distillate dai componenti di vertice degli apparatchik a stelle e strisce anche ground zero oggi può tranquillamente essere rimessa in discussione. Ma non è questo l’argomento che mi interessa ora. Ciò che mi interessa è la copertura data alla notizia. I media italiani hanno dato uno spazio misero rispetto alla portata dello scoop giunto ieri mattina da Londra. Con una bomba giornalistica del genere bisognava aprire tutte le prime pagine. E la cosa è preoccupante, non solo per il grado di asservimento della stampa nazionale. La cosa è preoccupante perché nella opinione pubblica ormai è prevalsa l’idea che la guerra in Iraq si dovesse fare per un motivo non ben definito. Questo è il frutto avvelenato del pensiero unico in salsa mediatica. Se continua di questo passo tra qualche anno potrebbe pure accadere l’indicibile: potremmo scoprire che l’11 settembre è un piano ordito all’insaputa del ‘neotont’ Bush da Rumsfield, Wolfovitz, Perle, Cheney e sodali. I media daranno non molto spazio alla cosa, come se l’opinione pubblica, a livello inconscio, abbia già metabolizzato l’idea dell’inganno globale. La memoria è corta e la ragione della maggior parte delle pecore umane non la alimenta. Insomma gli americani volevano andare in Iraq per trovare le armi di distruzione di massa e invece ci hanno trovato solo il petrolio. Considerando questi chiari di luna a che cosa servirà la base Usa bis a Vicenza? Ad invadere l’Iran per dare al Guardian la possibilità di fare un altro scoop?
Marco Milioni

1:21 PM  
Blogger articolo21 ha detto...

E non hanno il coraggio di boicottare le olimpiadi...

5:51 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Stick, o Marco come peferisci, avrai notato che questo blog riconosce negli Stati Uniti un modello di democrazia e di libertà, avrai notato che sono grato agli USA per il loro ruolo di baluardo dell'Occidente. Quindi il tuo commento è evidentemente provocatorio, a maggior ragione considerando il fatto che è assolutamente fuori tema e che non c'entra nulla col post.
Ti invito quindi a proseguire nella lettura di uno dei quotidiani più ridicoli ed estremisti del mondo (il Guardian appunto): sarà più esaltante per te, che troverai notizie di tuo gradimento su un mondo che non esiste, e meno seccante per me, che non dovrò più rispondere a certe salsine antiamericane trite e ritrite.

6:04 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Articolo 21, è il mondo degli affari che elimina ogni residuo di coraggio nella politica...come sempre...

6:06 PM  
Anonymous stick ha detto...

hai letto per caso "ammettono che non c'erano legami diretti tra alqueda e saddam" non se lo sono inventati... l'hanno appunto ammesso...

marco milioni è l'autore dell'articolo non io...
piccolo copia incolla, ma almeno l'autore l'ho messo...

non ti disturbo più bye.

7:10 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Stick, disturba quando vuoi, ci sono abituato. Solo evita provocazioni fuori tema, grazie.

11:05 PM  
Blogger Francesco Candeliere ha detto...

Che scandalo questio silenzio dell'Onu.
Sono anni che si tace sulla Cina.Non dimentichiamo che in quel paese c'è il maggior numero di esecuzioni capitali del mondo,circa 1200 all'anno(quelle ufficiali),c'è lo schiavismo,visto che gli operai vivono come bestie in luoghi angusti dove si lavora,si mangia e si dorme,senza uscire per alcuni mesi.Un pò come la famosa novella di Pirandello "Ciaula scopre la luna".
Grave avere i paraocchi e di fronte a tali, tragici fatti prendere la scorciatoia della guerra in Iraq che in questo contesto non c'entra proprio nulla!!!!
A presto Old Whig

12:54 AM  
Blogger Old Whig ha detto...

Ciao Francesco! Sono d'accordo con te, ma l'immobilismo dell'Onu è frutto delle sue regole da riscrivere e del suo assetto assurdo.
A presto

2:48 PM  
Blogger DR ha detto...

L'ONU mi sembra oramai sull'orlo di diventare quello che fu la Società delle Nazioni prima della Seconda Guerra Mondiale. Non risolve i problemi e pilatescamente se ne lava le mani, conservando solo una facciata ormai improponibile. In realtà a comandare non sono le nazioni, ma i veti di cui godono Cina, Russia, Francia, Regno Unito e USA.

5:55 PM  
Anonymous andrea ha detto...

salo,ma lo sai che la cina non è piu' nella lista delle nazioni che violano i diritti umani,stilato dagli stati uniti?
anche questa è una provocazione fuori tema?cioè,non puoi dire quello che ti pare e pretendere pure che l'indirizzo del discorso sia quello che desideri.non è un modo liberale di discutere,e nemmeno democratico

7:48 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Dr, perfettamente d'accordo. L'Onu andrebbe rifondata completamente, su regole nuove e principi chiari e validi per tutti.


andrea, il blog come ho spiegato già altre volte non è un mezzo democratico, nè chi lo gestisce è tenuto a rispondere a tutti coloro che commentano. A parte questo, mi pare evidente che la tua osservazione è in tema, mentre quella di Stick non c'entrava assolutamente nulla col post.
Sul fatto che citi, vorrei farti notare tre cose: primo, esso è accaduto proprio qualche giorni PRIMA delle violenzxe in Tibet; secondo, esso si è reso necessario come atto ufficiale visto che gli atleti USA in qualche modo in Cina dovranno entrarci (in questo senso significativo il fatto che gli atleti britannici saranno costretti a firmare un contratto con le autorità cinesi in cui si impegneranno, nel corso del soggiorno olimpico, a non parlare nè di politica nè di diritti umani!!!); terzo, in realtà gli USA hanno preso due piccioni con una fava, poichè nell'escludere la Cina dalla lista nera, hanno colto l'occasione per elencare tutti i crimini che nonostante certi passi in avanti il regime ancora commette, tanto che la Cina stessa non ha accolto per nulla positivamente il documento americano.
Insomma inutile andare sempre a cercare di dar la colpa agli USA pure se grandina: la verità è che la responsabilità della mano libera cinese è tutta dell'Onu, un meccanismo incriccato nelle sue stesse contraddizioni.

9:14 PM  
Anonymous andrea ha detto...

tu,tu,tu e tu...
tu hai spiegato che "non è un mezzo democratico"
allora è un mezzo dittatoriale?
o monarchico?che cos'è che "tu hai spiegato" e quindi è un dogma?
ma entriamo nel tema:

1)esso è accaduto proprio qualche giorni PRIMA delle violenze in Tibet)
non sapevo che le violenze in tibet e la sistematica violazione dei diritti umani da parte della cina fossero iniziati "solo da pochi giorni"

2) esso si è reso necessario come atto ufficiale visto che gli atleti USA in qualche modo in Cina dovranno entrarci (in questo senso significativo il fatto che gli atleti britannici saranno costretti a firmare un contratto con le autorità cinesi in cui si impegneranno, nel corso del soggiorno olimpico, a non parlare nè di politica nè di diritti umani!!!);"
ma ti rendi conti di quello che dici???
con un colpo di penna si cancellano le nefandezze di un paese e per te è tutto a posto?
ovvero,eliminiamo l'omicidio dalla lista dei crimini e quindi ammazzare diventa lecito?
mi complimento per l'alto senso morale

3)terzo, in realtà gli USA hanno preso due piccioni con una fava, poichè nell'escludere la Cina dalla lista nera, hanno colto l'occasione per elencare tutti i crimini che nonostante certi passi in avanti il regime ancora commette, tanto che la Cina stessa non ha accolto per nulla positivamente il documento americano
Cioè,la piu' grande democrazia del mondo,cancella la cina dagli stati che violano i diritti umani,ma lo fa perchè così puo' elencare tali crimini.
e quindi?quali piccioni e quali fave?
rimangono i crimini elencati ma la cina non è piu' nella lista di chi li commette...bel risultato,complimenti!

LA GRANDINE???LA GRANDINE???
me la chiami grandine,questa???
io non ho detto che l'america ha colpa di tutto,ma tu perseveri nell'assolverla da tutto.
caspita,nemmeno davanti all'evidenza?è colpa dell'onu adesso,quella stessa onu che l'america sconfessa agendo unilateralmente ove gli conviene?adesso è colpa dell'onu?e quando mai agli usa è fregato qualcosa dell'onu?
ma io dico,è normale impegnare l'occidente in una guerra con la scusa di armi di distruzione di massa INESISTENTI,e non boicottare le olimpiadi o peggio,CANCELLARE la cina dall'elenco di chi viola i diditti umani?
dio mio,ma che razza di morale a corrente alternata è mai questa?
parliamo di realpolitik,di convenienza,di geopolitica e mi va bene tutto...ma non posso accettare che alle schifezze si metta pure il vestitino buono,questo non lo permetto!

9:31 AM  
Blogger Marco ha detto...

Come spesso mi accade sono in assoluto accordo col tuo post. Il Tibet è oppresso in un silenzio assordante, dal quale emergono soltanto timide, sparse e flebili voci. Possibile che la ragion di stato - e di commercio - valga sempre più dei diritti dell'uomo?
Solidarietà al Tibet!

12:53 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

andrea, mai sostenuto che quanto dico io sia un dogma, ma se non sai cos'è un blog, cioè quanto di più personale e privato esista sul web, sono problemi tuoi.
Sul punto uno mi pare che fai finta di non capire. Sui due restanti insisti nell'andare a cercare la pagliuzza nell'occhio degli USA, mentre se c'è chi ha una trave nell'occhio è l'ONU, che TRA I SUOI DOVERI avrebbe quello di intervenire in situazioni come questa (anche perchè se no mi spieghi a che serve???). L'unilateralismo degli USA in certe situazioni è la CONSEGUENZA di questo immobilismo dell'ONU, di questa sua incapacità di agire: se dopo l'11 settembre gli americani avessero aspettato pazientemente l'ONU, in questo momento in Afghanistan esisterebbero ancora tutte le basi terroristiche e i campi di addestramento da cui sono partiti gli attentarori.


Marco, purtroppo in questo caso è proprio il commercio e l'economia a soffocare i principi della politica: negli ultimi anni nessun capo di stato al mondo, nessuno ha avuto il coraggio trovandosi in Cina o trovandosi ad accogliere delegazioni cinesi di affermare con forza e pubblicamente la necessità di cambiamenti democratici. Nè Berlusconi, nè Prodi, nè Zapatero, nè Blair, nè Bush, nè altri...

6:49 PM  
Anonymous andrea ha detto...

il blog è uno strumento personale,ma dovrebbe riflettere cio' che si proclama.se tu mangi pane,libertà e stati uniti,ma stigmatizzi ot inesistenti e banni gli interventi,sei tu ad avere qualche problema tra cio' che predichi e cio' che razzoli.
il punto 1)lo ho capito benissimo. sei tu che in ansia da assoluzione non ti rendi conto che cancellare un peccato per poter andare a cuor leggero a fare le olimpiadi,è semplicemente folle.
se prima dell'undici settembre gli americani avessero evitato di addestrare gli attentatori,forse non sarebbero dovuti andare a stanarli.e comunque,cosa siano andati a fare in iraq è ancora un mistero.
io la trave nell'occhio dell'onu la vedo eccome.sei tu che non vedi MAI quella nell'occhio degli stati uniti.sai soltanto dire "antiamericano",ma per il resto il contributo che offri alla discussione è risibile

8:22 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

andrea, questo è un post sul Tibet, uno viene a scrivermi un commento sulla guerra in Iraq. Non è un ot????
Parli di bannare...l'unica cosa che banno sono i commenti offensivi ed in questo caso nulla è stato bannato, quindi non sta nè in cielo nè in terra la tua critica-accusa. Infine, nel blog s parla degli argomenti che decide il padrone del blog, non di ciò che tutti quelli che passano desiderano, mi pare una regola elementare.
Cancellare un peccato??? Ma cosa dici? Gli USA nel documento hanno elencato dettagliatamente tutti i passi ancora necessari e tutti i crimini ancora commessi, tanto che, ti ripeto, la Cina ha reagito malissimo al documento americano in questione.
Addestrare attentatori??? Questa è bella...

8:30 PM  
Anonymous andrea ha detto...

salo,raccontala ad un altro.qualunque commento su mortadelle e affini,anche se si parla del surriscaldamento del pianeta è ben accetto nel tuo blog.quindi,non scherzare sugli ot.
come devi raccontare ad un altro che banni solo i commenti offensivi...diciamo che il tuo concetto di offensivo è piuttosto volatile.
per il resto e sono parole tue,la cancella zione della cina dai paesi che commettono violazione dei diritti umani"...si è reso necessario come atto ufficiale visto che gli atleti USA in qualche modo in Cina dovranno entrarci...." .cioè,siccome IPOCRITAMENTE non si puo' andare a fare le olimpiadi in un paese che viola i diritti umani,cosa ci inventiamo?cancelliamo il paese in questione dalla lista degli stati criminali,nonostante sia in corso un massacro ai danni dei tibetani.
COMPLIMENTI per l'alto profilo morale

9:33 AM  
Blogger Old Whig ha detto...

A ridaglie...ma non vedi che tutto il tuo discorso è assurdo e intriso di preconcetti antiamericani??? In tutto il mondo ci sono Paesi che la lista nera nemmeno ce l'hanno, che sono più amici della cina rispetto agli USA, che non hanno mai detto nulla alla Cina sui 50000 cinesi che ogni anno scompaiono nel buco nero del sistema giudiziario. E tu chi vai a prendere? a chi rompi le scatole? agli USA! E cosa insisti a non capire? Che il documento rilasciato dagli USA è uno schiaffo, non una carezza, al regime comunista, visto che si approfitta di esso per elencare tutti i crimini della dittatura! Se davvero è casì malvagio moralmente il documento USA, allora PERCHE' i cinesi sono incazzati neri??? e se in tutto il mondo è pieno di stati che non hanno mai detto nulla sulle atrocità cinesi, PERCHE' devi andare a prendere gli USA, che hanno sempre tenuto la Cina nella lista nera ed anche ora che la tolgono lo fanno smerdandola? E soprattutto PERCHE' devi venire a rompere sul blog di uno che come sai benissimo riconosce negli USA un modello di democrazia ed un baluardo della libertà????

Il concetto di offensivo valido qui è mio perchè è mio il blog...questo è il piccolo particolare che ancora ti sfugge...non siamo in piazza, non siamo in tv e non siamo nemmeno in una chat, se non te ne fossi accorto.
Semplice sillogismo:
-nei blog si discute sugli argomenti presentati di volta in volta dall'autore.
-se vuoi commentare su un blog non tuo, attieniti agli argomenti e alle regole del blog.
-se vuoi parlare di quello che vuoi tu, fatti un blog.

12:35 PM  
Anonymous Neoconservatore ha detto...

Ciao Ow,
hai ragione gli Usa hanno comunque elencato i crimini ma nel mio post critico perchè gli Usa sono gli unici da cui mi aspetto qualcosa (loro sono il mio modello)


Io dall' Onu non mi aspetto niente se non appoggio alle dittature e attacchi a Israele e Usa,
dall'Europa mi aspetto poco anche se la Merkel in questi giorni mi è molto piaciuta, gli unici da cui mi aspetto qualcosa sono gli Usa che io vorrei a capo di un organizzazione alternativa all'Onu con tutte le democrazie europee,Israele,Jap, Corea del Sud,e i grandi paesi di tradizione anglosassone(Australia etc

3:19 PM  
Anonymous andrea ha detto...

io non ho espresso nessun preconcetto ma la semplice realtà dei fatti confermata da cio'che hai detto tu riguardo la partecipazione degli atleti americani alle olimpiadi.
se mi permetti,mi sembra alquanto logico che gli usa vengano presi ad esempio sia nel bene che nel male,perchè sono una grande democrazia e in nome di quella democrazia e della sua esportazione,conducono una guerra rovinosa.
certo,anche il burundi non ha espresso pubblica riprovazione,ma mi sembra che abbia un diveso ruolo nello scacchiere internazionale.e mi sembra altrettanto logico venire a dirlo nel blog di uno che dall'alto del suo americanismo fanatico,taccia il prossimo di terrorismo,comunismo e complice nel declino dell'occidente.
tu di democrazia,non devi parlare e tantomeno di confronto.la tua sterile autorità nel blog,il tuo considerarlo una zona franca la dice lunga sulla tua necessità di violare le regole della convivenza civile dove uno parla e l'altro risponde,senza aspettare che tu ti degni di pubblicarlo o che valuti la pertinenza.
CURATI E IMPARA A VIVERE

3:35 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Ciao Neoconservatore, capisco la tua critica costruttiva, ma bisogna anche ricordare che Bush è alla fine del suo ultimo mandato...se come spero arriverà McCain, le battaglie sia militari sia politiche riprenderanno subito con più vigore.


andrea, quale parte del sillogismo non ti è chiara?

4:29 PM  
Anonymous andrea ha detto...

e a te quale aspetto della vita normale non è chiaro?

4:39 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

A me non è chiaro come si faccia ad attaccare gli USA anche quando c'entrano come i cavoli a merenda.
A me non è chiaro come si possa avere la faccia tosta, dopo aver criticato gli USA per la lotta al terrorismo in Afghanistan e la lotta per la libertà in Iraq, di criticarli pure quando non intervengono.
A me non è chiaro come si possa entrare a commentare in casa d'altri e mettere in discussione le regole che nella casa vigono, soprattutto in un momento in cui nessuno è stato cacciato fuori e a nessuno è stato bannato nulla.
A me non è chiaro come si possa definir "fanatico" chi semplicemnte vede negli USA un modello di democrazia liberale; modello perfettibile, ma nulla dell'umano è perfetto.

5:16 PM  
Anonymous andrea ha detto...

gli usa c'entrano come c'entrano tutti gli stati dell'occidente che fanno finta di nulla.ma ancor di piu' in quanto principale democrazia.se poi,pur di fare affari con la cina la si cancella dagli stati che violano i diritti umani e "qualcuno" lo trova giusto perchè "gli atleti ci dovranno pure andare"....
a me sembra assudo che si voglia ammantare di simbolismo cio' che in effetti è niente altro che affari..."la lotta al terrorismo"..."la battaglia per la libertà"..e poi,in situazioni peggiori,l'unico rimedio è trovare l'escamotage per mandare gli atleti a gareggiare.
posso accettare tutto,ma non lezioni di democrazia e morale.cio' che io ritengo fanatico,è l'assoluta incapacità di giudizio...te la cavi con un "perfettibile".lasciamo perdere,non ha molto senso continuare

5:38 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Veramente io sono sempre stato il primo a dire che gli USA sono uno stato, e quindi come tutti gli stati del mondo hanno degli interessi.
Comunque su una cosa hai ragione: non ha senso continuare...

5:54 PM  
Blogger Andrea_Teocon ha detto...

l'Onu è inutile.

2:11 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Andrea, semplice ma sacrosanto :)

6:13 PM  
Anonymous andrea ha detto...

a patto che quegli interessi non indossino vesti inappropriate

9:05 AM  
Blogger Destra Nazionale ha detto...

L'ONU (ma più in generale l'occidente) tace perché la Cina è un business... Come sempre gli interessi commerciali prevalgono sulle considerazioni di tipo umanitario.
Ciao e buona Pasqua!

1:28 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Destra Nazionale, purtroppo è così. Da decenni nessun leader occidentale ha il coraggio di farsi vedere incazzato con Pechino sulla questione dei diritti umani, per paura di perdere gli affari economici. E i cinesi ovviamenti si sono progressivamente sentiti la mano sempre più libera, così oltre che ad uccidersi tra loro per la lotta di classe hanno iniziato pure a sterminare i vicini e le minoranze.
A presto e buona Pasqua!

2:08 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page