giovedì, febbraio 14, 2008


E' di ieri la notizia della tragica morte di un nostro militare in Afghanistan, in un'imboscata dei talebani. Stava servendo la nostra bandiera, stava portando aiuto a delle famiglie sfortunate, a gente piegata da una storia d'isolamento, da secoli di povertà, da decenni di dittatura, da anni di guerra. E' stato colpito proprio mentre aiutava a ricostruire una zona adibita all'assistenza della popolazione.
Il mio pensiero va a lui e ai suoi cari. E in questo momento mi sento orgoglioso di essere italiano.

Grazie Giovanni.







Old Whig










14 Commenti:

Blogger Emanuel ha detto...

La follia omicida di chi non vuole la pace e la democrazia è tornata a colpire. Un pensiero ed una preghiera per il nostro soldato.
Ciao
Emanuel

12:54 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Emanuel, hai scritto bene: proprio la pace e la democrazia spaventano i nazisti islamici più di ogni altra cosa.
A presto

4:08 PM  
Blogger Andrea_Teocon ha detto...

onore a un grande italiano

7:34 PM  
Blogger DR ha detto...

Sottoscrivo.
Ho visto le immagini di Damasco, dove si celebravano i funerali del terrorista di Hezbollah: un'adunata degna dei tempi di Hitler, piena di odio e di rancore. A Beirut invece una folla democratica e speranzosa con bandiere nazionali omaggiava il presidente Hariri nell'anniversario del suo assassinio.

Una preghiera per il Maresciallo Giovanni Pezzulo. La figlia diciottenne in televisione ha dimostrato che suo padre era un grand'uomo e che le ha insegnato i valori giusti.

8:11 PM  
Anonymous raser ha detto...

è un dovere ringraziare chi dà la propria vita per migliorare quella degli altri

9:12 PM  
Anonymous PensieroLiberale ha detto...

Io mi unisco alla vostra indignazione.
Speriamo che vada tutto bene.
C'è troppa gente che fa finta di non capire.

9:20 PM  
Anonymous clem ha detto...

Mi hanno straordinariamente colpito e commosso le parole della figlia di Pezzullo.Una grandissima dignità e un immenso credo nello Stato.E poi i familiari hanno chiesto che durante i funerali venissero esposte bandiere italiane ai balconi e alle finestre.Imparassero che cos'è il coraggio, quei bastardi delle "mille Nassyria"!

10:42 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Ciao Andrea, grazie per la visita.


DR, la prima strada nella lotta al Nazismo islamico è il sostegno ai musulmani che vogliono la democrazia, la libertà, la speranza, come i libanesi che hanno sfilato in ricordo di Hariri.


Raser, sottoscrivo.


PensieroLiberale, basta pensare che pure in questo caso un ministro ha strumentalizzato...


Clem, quella gentaglia dei centri sociali dovrebbe farsi un viaggetto tra gli amici talebani...mi piacerebbe vedere dove finisce la loro testa alla prima canna che tirano fuori...

11:09 AM  
Anonymous Anonimo ha detto...

mmmh scusa.. supportare la patria anche quando sbaglia non è una mia dote...
se poi la patria va di fesa sempre anche se sbaglia vuol dire che gli intregralisti islamici fanno quel che noi faremmo...

1:07 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Anonimo...ma di che sbaglio stai parlando? quale errore avrebbe commesso la nostra patria????

2:47 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

la guerra.

9:14 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Anonimo, stai vaneggiando. Noi siamo in Afghanistan per una missione di pace, sotto mandato ONU, ci occupiamo di sostegno umanitario e di sicurezza (ovvero usiamo le armi solo per difesa nostra e della popolazione civile).

10:18 AM  
Anonymous Blocco ha detto...

Eroe...

3:30 PM  
Anonymous Neoconservatore ha detto...

Ciao OW,penso che solo in questo paese qualcuno può essere contento o giustificare con malcelata soddisfazione la morte di un nostro soldato e non avere troncato per sempre la carriera...
Grand'uomo il soldato morto, e grande dignità della figlia.

http://pensieroneoconservatore.ilcannocchiale.it/

5:32 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page