lunedì, dicembre 10, 2007

Ferrara difende Luttazzi, e attacca il "Manifesto".



Dopo la sospensione del programma Decameron, decisa usando come scusa una delle mille battute di Luttazzi contro di lui, Giuliano Ferrara ha deciso giustamente di intervenire. Il giornalista di La7 e direttore del "Foglio" a sorpresa difende Luttazzi e definisce satira le esternazioni incriminate.
Tuttavia attacca gli intellettualoidi comunisti che difendono la libertà di satira solo quando essa colpisce la destra o uomini di destra... La critica ironica è rivolta in particolare al quotidiano marxista "Il Manifesto".
Riporto un passaggio in particolare dell'intervento di Ferrara:


"Se il mio editore televisivo fissa nella responsabilità televisiva un limite alla libertà di satira, io sono contento, mi spiace solo che per farlo si debba ricorrere al canone secondo cui quella di Luttazzi non e' satira, il che non è vero. Se la sospensione del programma serve a discutere, io sono contento. Se Luttazzi torna in onda su La7, io sono contento. Se lui e Campo Dell'Orto volessero venire a parlarne a “8 e mezzo” quando desiderino, sarei contento.
Sono contento anche della passione che il Manifesto, quotidiano comunista quindi tribuna satirica fin nella testata, mette nella alta trattazione culturale del caso Ferrara-Luttazzi & Cacca. Sarei anche molto contento, ancora più contento, se accettasse l'idea che si deve ridere del patriarcalismo autoritario degli islamici o imbastisse nelle sue dense pagine difese così sofisticate della libertà di satira nel caso in cui un comico di destra prendesse Rossana Rossanda, la mettesse in una latrina e la trattasse come sono stato satiricamente trattato io.
Non dubito che i colleghi comunisti sarebbero inflessibilmente coerenti con i loro principi."
Salo

11 Commenti:

Anonymous Esperimento ha detto...

Scusami cos'ha detto Luttazzi su Ferrara?

4:17 PM  
Blogger Salo ha detto...

Esperimento, Ferrara è da sempre una delle vittime preferite di Luttazzi (anche se non ho ancora capito il motivo...). Nella puntata incriminata, Luttazzi ha pronunciato una battuta facilmente confutabile sulla posizione del governo Berlusconi riguardo la guerra in Iraq, e poi ha spiegato come fa a sopportare tale posizione dell'ex premier che (secondo lui) sarebbe ipocrita: il suo metodo è pensare a Ferrara in una vasca nudo con vari personaggi politici (ovviamente tutti centrodestra) impegnati a defecargli addosso e in bocca, e con la Santanchè sadomaso che frusta. Insomma: una delle sue solite volgarità senza senso alcuno.
Qualcosa da condannare, ma non certo qualcosa di insolito, visto il personaggio in questione...

4:55 PM  
Anonymous L'altra rossa ha detto...

L'ho visto ora su you tube.
Non l'ho trovato satirico,ne divertente ne sarcastico.Solo idiota.

5:24 PM  
Anonymous lo stonato ha detto...

mille grazie per il suo commento!
metto il suo link subito tra i preferiti.

il problema del lavoro in italia è bello tosto e va affrontato senza ideologismi.
la rabbia è tanta in questi giorni e spero che venga convogliata in atti e fatti concreti.

magari anche un convegno all'università come sto tentando di fare.
è una goccia nel mare, ma ci voglio provare.
la tengo aggiornata.
a presto! GB
http://lostonato.ilcannocchiale.it/

8:40 PM  
Blogger Salo ha detto...

L'Altra Rossa, pure io ho trovato la battuta in questione un'idiozia.


Stonato, proprio la rabbia del momento sembra essere l'unico modo per cambiare le cose in questo scalcinato Paese...speriamo che queste morti servano almeno a qualcosa.
Saluti

10:24 PM  
Anonymous Michelangelo ha detto...

Sono MIchelangelo escrivo sul blog di neoconservatore.
Volevo farti i complimenti per il blog e perchè sei la seconda persona che cita il grande Edmund Burke...
non mancherò ai prox appuntamenti
ciao

11:12 PM  
Blogger Salo ha detto...

Michelangelo, benvenuto sull'Isola!
Ti ringrazio per i complimenti e ti confermo il mio grande interesse per Edmund Burke, che considero il fondatore del pensiero Conservatore Liberale; l'anno prossimo, salvo cambi di programma, elaborerò la tesi di laurea proprio su questo straordinario filosofo e politico irlandese.

11:59 PM  
Anonymous LO STONATO ha detto...

linkato tra i preferiti!
:-) a presto, GB

2:28 PM  
Blogger Salo ha detto...

Grazie Stonato...ora provvedo a ricambiare...

2:46 PM  
Blogger Markuzzo ha detto...

Secondo me l'errore grave l'ha fatto La7, a dare una trasmissione a Luttazzi. Lui lo conosciamo, non si scopre certo oggi... la sua è satira solo quando gli fa comodo difendersi, mentre in realtà di satirico non c'è proprio nulla. E nello specifico mi sembra di una volgarità inutile quanto inopportuna... sulla faziosità invece stendiamo un velo pietoso (e dire che moltissimi dei suoi aficionados lo ritengono un genio della televisione. Quando si dice che i salumieri fanno festa, per tutto il prosciutto davanti agli occhi che ha questa gente... :S).

Epperò, se La7 gli dà carta bianca, deve dargliela fino in fondo. Anche quando attacca, seppur volgarmente, un suo "collega" (lo chiamo così Ferrara, visto che lavorano sulla stessa emittente).

Se non altro, la cosa positiva è che adesso il buon Luttazzi difficilmente vedrà più televisione, se non come telespettatore. A meno che qualcuno non sia così masochista da riesumarlo, si lasci pure andare nei teatri o su Internet, ma lasci stare la tivvù.

Complimenti per il blog, mi ritrovo in buona parte di quello che scrivi, e che ho letto...

2:47 PM  
Blogger Old Whig ha detto...

Ciao Markuzzo! Sono assolutamente concorde con quanto scrivi.
La cacciata di Luttazzi è un bene, perchè lo ritengo un personaggio volgare (anche quando la volgarità non serve), fazioso ed autoindulgente.
Ciò detto, La7 sapeva bene chi si prendeva in casa e quindi la scusa per cui lo ha cacciato suona ridicola, addirittura offensiva per l'intelligenza dei telespettatori. La verità è che luttazzi è stato censurato per le pressioni di qualche politico.
Ormai è vittimista di professione.

Grazie per i complimenti e a presto

3:15 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page