mercoledì, agosto 01, 2007



FINALMENTE!

Alla fine Sarkozy ce l'ha fatta: ha scardinato le resistenze della Cina e la neutralità interessata della Russia.

E' stata finalmente approvata la risoluzione dell'ONU che invia caschi blu a proteggere la popolazione del Darfur, vittima da anni di violenze feroci da parte del governo centrale del Sudan e dei suoi aguzzini: i musulmani Janjaweed.

Solo gli USA si sono battuti da sempre per l'invio di una missione di pace.

Solo gli USA hanno sempre sfidato il politically correct e detto chiaramente che in Darfur era in atto un genocidio!

Solo gli USA, prima dell'arrivo di Sarkozy, avevano sfidato la Cina.

Già, la maledetta e sporca (di sangue) Cina. La Cina si è sempre opposta alla missione di pace e ha causato così il proseguimento delle violenze e la morte di quasi 400mila persone. Il tutto per interessi economici che gli statunitensi hanno cercato di boicottare perfino a livello accademico (bisogna ricordare che le Università negli USA sono vere e proprie istituzioni): la PetroChina è infatti l'azienda più legata al governo centrale del Sudan, che a sua volta prende armi e munizioni proprio dalla dittatura comunista asiatica. Se a ciò aggiungete il commercio di mig russi...capite bene perchè l'Occidente ha impiegato tutti questi anni a raccogliere il faticoso successo di oggi, avendo contro tutto il resto del mondo...

Un successo comunque parziale, visto che la Cina ha insistito fino all'ultimo per alleviar la gravità della risoluzione e non autorizzare il sequestro di tutte le armi dei Janjaweed. Ma si sa: quando si ha a che fare con gli amici di Diliberto, meglio accontentarsi...

E mentre USA, Inghilterra e (da qualche mese) Sarkozy lavoravano davvero per la pace, i pacifinti tacevano...come hanno taciuto per tutti questi anni di barbarie e violenza...

...perchè si sa: a loro interessa solo strepitare contro le guerre giuste...così da poter infangare gli USA...e tacere sui delitti veri.

Salo

98 Commenti:

Blogger Luca ha detto...

Salo, davvero, finalmente.
Aggiungerei che anche il vecchio Segretario dell'ONU Kofi Annan non ha mai mosso un dito per fermare le violenze in Darfur. E il nuovo non mi pare sia un gigante in quanto a spessore politico...

Comunque, anche se azzoppata dalle richieste della Cina, è pur sempre una risoluzione che riconosce il genocidio compiuto per mano dei Janjaweed. Ed è meglio del niente che c'è stato fin'ora.

Buona serata.
Luca.

5:50 PM  
Blogger Salo ha detto...

Luca, Annan ha le sue colpe, come le ebbe in occasione del genocidio in Ruanda, quando era a cpo della sezione Africa delle Nazioni Unite.
E sono d'accordo con te anche nel giudicare una comparsa l'attuale presidente dell'ONU.
Per la risoluzione, come ho già scritto nel post, è vero: dobbiamo accontentarci...

buona serata anche a te!

6:59 PM  
Anonymous Imperterrito ha detto...

La sinistra sono anni che si batte, quantomeno, per portare alla luce il problema del Darfur. Esci, leggi, svegliati...il mondo non è quello incantato che descrivi tu, dei giovani futuri(forse) managerr che vanno ad interessanti convegni di come si fa politica.
Non seguire soltanto i pseudo-tg che ti propongono le reti del tuo amato (ex)presidente. C'è altro, qui fuori, oltre al "grande fratello" e maria de filippi, sai?

Imperterrito

11:25 AM  
Anonymous l'altra rossa ha detto...

Salo davvero finalmente,di solito la sinistra urla solo quando fa comodo attaccare gli USA poi sai ognuno la pensi un po' come vuole.Sai io del Darfur ne ho sentito parlare davvero poco.Quindi più mi dici meglio è anzi se vuoi mandami una Mail.

1:12 PM  
Blogger Salo ha detto...

Imperterrito, quello che deve svegliarsi sei tu, che probabilmente guardi solo la tv di regime (cioè tg3 e via dicendo).
La Sinistra ha mai fatto qualcosa per il Darfur? Ah sì? e dove? quando? con che frequenza? avresti il coraggio anche solo di paragonare lo strepitare chiassoso contro la guerra in Iraq al silenzio degli stessi pacifinti riguardo agli stermini in Darfur?
E allora chi è che davvero lavora più per la pace? i pacifinti spargi fango o gli USA che hanno ottenuto una risoluzione decente nonostante i tuoi amichetti di Pechino?

1:53 PM  
Blogger Salo ha detto...

L'Altra Rossa, sai com'è: qui in Italia i parlamentari, di destra come di sinistra, non sanno nemmeno cosa sia il Darfur...ovvio che se ne parli poco. In Francia invece Sarkozy si è impegnato rispetto al Darfur già dalla campagna elettorale (!). E una volta presidente sta mantenendo tutti gli impegni. Compreso questo.

1:55 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Viva...cmq che di genocidio si trattava ne ha parlato mezzo mondo, non solo gli USA.C'è del petrolio nella zona?Così si capirebbe meglio l'interesse americano...Ma come fate a dire che del Darfur avete sentito parlare poco?Sono anni che la gente ne parla, o vi fa comodo dirlo solo perchè gli USA si sono pronunciati...già nel Sanremo di 3 anni fa Bonolis organizzò una raccolta fondi con Barbara Contini..sveglia cicci, non parlate delle cose solo quando vi fa comodo!

2:19 PM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, mi sa che è meglio se rileggi: io ho scritto che i PACIFINTI, strilloni e casinisti di professione, in questo caso (come in tutte le guerre in cui non c'entrano gli USA) hanno taciuto! Non Bonolis o che so io...
E riguardo al genocidio ovvio che ne abbia parlato mezzo mondo, ma io mi riferisco alle prese di posizione ufficiali, al mondo diplomatico alto, mica ai giornalisti, agli opinionisti o a chi sa chi! tra gli Stati più importanti del globo solo gli USA hanno avuto il coraggio di dire le cose come stanno! Da sempre.
La tua battuta sul petrolio poi è di pessimo gusto, oltre che inopportuna visto che sarà una missione ONU (con guida franco-africana) e non USA ad occuparsi della faccenda.

2:26 PM  
Anonymous Imperterrito ha detto...

Forse, nel paese incantato dove vive salo, non sanno che il Sudan HA ENORMI GIACIMENTI DI PETROLIO!! Non lo sapevi salo? Informati. La cosa non ti fa venire neanche un dubbio riguardo l'interesse, improvviso, che ha dimostrato l'america?

Per quanto riguarda i pacifisti...cosa cazzo c'entrano i due esempi? Mi parli di un dissenso contro l'inizio, voluto, egoistico, di una guerra in Iraq paragonandolo al genocidio che, da anni, si perpreta nel Darfur.

I pacifisti hanno espresso dissenso per la guerra in Iraq, ed ovviamente, anche per quello che accadeva in Darfur, con la differenza che nel primo caso c'è qualcuno di "fisico" contro cui protestare (USA e suoi alleati, tra cui l'Italia), nel secondo no.
Non potevano mica scendere in piazza contro le popolazioni indigene no? Ma hanno fatto informazione, questo conta.

Imperterrito

2:44 PM  
Blogger Salo ha detto...

Imperterrito, il tuo ragionamento mostra tutto il nonsenso delle posizioni pacifinte: qualsiasi cosa facciano gli USA sbagliano. Voi partite da queso presupposto e calpestate poi ogni logica e ogni dato di fatto. Se gli USA intervengono non va bene, se non intervengono non va bene lo stesso. Ecco il votro perverso ragionameto.
E anche ora che gli USA sono intervenuti pesantemente non bombardando la capitale dl Sudan (cosa che il governo centrale si sarebbe meritata) ma facendo pressioni diplomatiche e un enorme lavoro politico, voi comunque ci trovate da ridire: eh ma c'è il petrolio!! certo, allora continuate così! sempre colpa degli USA, sempre secondi fini, certo come no...
Il fatto che la missione sarà ONU e non USA è un dettaglio...

E non venirmi a dire che non c'era contro chi protestare, perchè non è vero! La Cina fomentava la guerra da sempre e vendeva alla luce de sole armi ai Janjaweed!
Le Università USA avevano protestato contro la Cina. Vari personagi di Hollywood avevano organizzato il boicottaggio delle olimpiadi. E i pacifinti? Informare? ma pre favore!!! non hanno mai fatto nulla in confronto al casino sull'Iraq! NULLA!
C'era la Cina contro cui protestare.
Solo che a voi pacifinti non interessa la Cina...a voi interessa solo tormentare mediaticamente gli USA!

2:53 PM  
Anonymous Imperterrito ha detto...

Salo...devi scindere, per l'america, quello che avviene nelle Università da quella che è la classe politica (o meglio quell'oligarchia della famiglia Bush, ed ii suoi amici/scagnozzi, che è al potere). Son due cose ben distinte.

Io non protesto contro un intervento ONU, anche se appoggiato dagli USA, purchè non ci siano secondi fini.

E permettimi di dubitare che Bush & C. abbiano a cuore il destino del Sudan...un tantino solo eh?

Imperterrito

3:15 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Imperterrito, se chiudi un attimo con gli articoli di Travaglio e ti metti a leggere anche altro,scopri che hai torto marcio.

Come hanno torto marcio,da sempre,i pacifisti a senso unico. Gli stessi che quando Saddam invase il Kuwait stuprando e massacrando a man salva,erano in ferie.

Vergognatevi. E studiate.

Stella

4:02 PM  
Blogger Salo ha detto...

Imperterrito, quello delle università era solo un esempio di com gente non pacifinta aveva già protestato contro la Cina. Cosa che i pacifinti nostrani non hanno mai fatto.
Il tuo antiamericanismo è così ostinato che non riesci nemmeno ad ammettere un netto successo diplomatico come questo, solo perchè conseguito dagli USA.

4:33 PM  
Blogger Salo ha detto...

Stella, ovviamente condivido il tuo intervento: infatti anch'io miravo proprio a far capire come il movimento pacifista non sia PER la pace, ma semplicemente CONTRO gli Stati Uniti.
Non a caso tale "movimento", negli anni '60, fu finanziato, nei Paesi del Patto di Varsavia, proprio dall'URSS (ua potenza che tutto aveva a cuore tranne la pace e la felicità dell'uomo)...e non sono mai mancati i masochisti occidentali che nei veri decenni lo hanno ripreso, offrendo un inconsapevole servizio gratuito ai nemici della nostra civiltà...

4:37 PM  
Anonymous l'altra rossa ha detto...

Berto,in casa mia non si mangia con la politica,per cui non è una questione di comodo,facci caso si fa molto più parlare la notizia di un esecuzione capitale negli States che di alcuni genocidi.
Poi dire che si intreviene per interesse ok,ma dire che i propri interessi li fanno solo gli Americani nn mi sembra corretto.

Ma sull'ipocrisia di quelli che vanno nelle piazze a manifestare solo contro l'America non credo si possa discutere più di tanto.

5:02 PM  
Blogger Salo ha detto...

L'Altra Rossa, appunto... ;)

6:07 PM  
Anonymous Berto ha detto...

L'altra rossa io non sono mai sceso a manifestare contro l'America e mai lo farò. Sui tg ti dò ragione, ma non credo sia tanto il fatto che non ne parlino, quanto il fatto che siamo talmente abituati a sentire parlare di guerre, orrori e genocidi che ormai non reagiamo più con disprezzo e disgusto, ma rimaniamo indifferenti e giriamo canale. Se imperterrito sbaglierà a dire che l'America ha sempre torto (per altro non l'ha fatto), mi sembra che tu Salo sostenga sempre il contrario, cioè che ha sempre ragione...e anche questo è un atteggiamento sbagliato. Ho letto che hai citato esponenti di Hollywood...menomale, e dire che alcuni di loro sono stati minacciati anche di morte per la loro opposizione a Bush (!). Cmq il distinguo fatto da imperterrito tra America e oligarchia di potere (Bush e co.) è più che giusto.

6:49 PM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, cosa c'entrano le minacce ai tipi democratici di Hollywood con la contestazione della Cina??? Mah...
Cmq io non dò sempre ragione all'America sui metodi. Ma sugli scopi sì.
Ad esempio ritengo la guerra in Iraq giusta per eliminare una dittatura e esportare la democrazia, ma sbagliata per COME è stata condotta (almeno all'inizio) dal punto di vista tattico-militare (pochi uomini per un territorio così vasto ed esplosivo: una mancanza che ha causato molte vittime in più, sia tra i marines sia tra i civili).
Quello ch non sopporto è sentire persone ch accusano in momenti diversi gli USA di cose esattamente oppost (intervengono, non intervengono, bobardano, non bombardano e giscono con pressioni diplomatiche): tutto e il contrario di tutto è cmq e sempre sbagliato per questi pacifinti se lo fanno gli USA!

6:57 PM  
Blogger Salo ha detto...

Insomma: in un caso come questo bisognerebbe riconoscere che gli USA hanno agito alla grande nonostante l'opposizione di due potenze come Cina e Russia.
Invece no, si va a tirar fuori il petrolio! Petrolio che non c'entra assolutamente nulla...e che anche se c'entrasse meglio così in questo caso visto che si interrompe un genocidio!!!

6:59 PM  
Anonymous l'altra rossa ha detto...

Ma sai Salo una volta Bobo mi consigliò dei libri e sul fatto dell' America che non si vuole immischiare con il mondo,se nn l'hai gia'fatto leggiti "Intervista a Bernard Lewis"c'è un bel raginamento dello storico.
Berto,per fortuna all'orrore la maggior parte di noi non si abitua.

11:28 PM  
Anonymous Imperterrito ha detto...

Salo..."guerra giusta per esportare democrazia"?!?!?! Ma ci credi sul serio? Lo dici sul serio? Pensi che il principio ispiratore sia stato questo? In america, e dico IN america, quasi nessun più crede ancora a Bush, tutti pensano che ha fatto, e continua a fare, una gran cazzata. Che i veri interessi erano altri (petrolio e controllo della geopolitica negli stati arabi). E questo lo pensa la maggior parte degli AMERICANI.

Ci sei rimasto solo tu e pochi altri che, da qui, ancora credete a Bush ed alla sua "grande" strategia per esportare democrazia. Come se esportare democrazia fosse la stessa cosa che esportare banane!!

Esportare democrazia con una guerra, mai ossimoro fu più solido. Basta ragionarci, con mente lucida, cinque minuti per capire l'assurdità della cosa. Pensaci.

Imperterrito

12:18 AM  
Anonymous Imperterrito ha detto...

A proposito salo hai mai sentito parlare di panama, cile, allende, colpi di stato, ecc. da parte dell'america? No eh? Allora informati e leggi.

In caso contrario non puoi biasimarmi se sono sempre molto guardingo su come si comporta l'america. Tra l'altro non ho mai detto che tutto quello che fa l'america è sbagliato, dimmi dove l'ho scritto. Od anche tu hai il vizietto di mettere parole in bocca agli avversari mai pronunciate?

Imperterrito

12:20 AM  
Blogger Salo ha detto...

Imperterrito, forse sei tu ad essere un po' confuso. La maggior parte degli amrricani non crede più alla STRATEGIA di Bush. Ma i fini restano intatti; recentemente ho letto un'intervista ad Obama ed un'altra ad Edwards, due dei maggiori esponenti Democratici. Criticavano pesantemente la STRATEGIA di Bush, ma riguardo alla difesa dal terrorismo e all'esportazione della democrazia erano esattamente sulla stessa lunghezza d'onda. Mi sa che hai un'idea un po' distorta dell'opposizione interna a Bush.
Non hai mai detto che tutto quel che fa l'America è sbagliat, ma questa tua linea interpretativa è ravvisabile dalla tua difesa dell'ipocrsia pacifista e dal tuo non ammettere nemmeno l'evidenza di un risultato straordinario come questo di cui parlo nel post.

E sull'assurdità dell'esportare una democrazia con la guerra ti dico questo: quasi tutte le democrazie sono nate col sangue e col sacrificio. Pensa tu a questo.

12:32 AM  
Anonymous prilly ha detto...

Ciaooooo vedo che sei attivissimo anche in periodo di assenteismo generalizzato. Io mi sto godendo delle vacanze a metà ma che bello! E le tue a quando? Ciaoooo e buone vacanze anche a te un bacio ;-*

6:29 AM  
Blogger Bruno ha detto...

Una grande vittoria per gli abitanti del darfur, una sconfitta per noi, perchè la battaglia che ha portato alla risoluzione onu vuol dire che a nessuno gliene frega niente di quel popolo, così come di molti altri che sono dimenticati e lasciati al proprio destino. O ognuno a casa sua o ricordiamoci di tutti.

12:01 PM  
Blogger Andrea_teocon ha detto...

"imperterrito" mi lasci schifato quando parli di sinistra pro-darfur e soprattutto dei gacimenti in sudan! vergognati, stai speculando sopra le centinaia di migliai di vittime di questo immane genocidio!

sarkozy se non fosse pro-gay mi piacrebbe davvero....
e comunque, sempre per il caro "Importerrito", ricordo che la nostra sinistra è talmente pro-darfur che il sign. d'alema si è rifiutato di mandare un contingente italiano in sudan!! VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

12:05 PM  
Blogger Salo ha detto...

Ciao Prilly!
Io sono già in vacanza, nel senso di assoluto relax dopo il duro anno di studio...poi forse a metà agosto andrò a Monaco di Baviera, ma niente di certo...
Grazie della visita!
Un bacio

12:12 PM  
Blogger Salo ha detto...

Bruno, hai perfettamente ragione: ancora una volta l'ONU si è mossa in ritardo per disinteresse politico di qualcuno unito a interesse economico di altri...non proprio una bella figura...

12:14 PM  
Blogger Salo ha detto...

Andrea, è proprio ciò che cercavo di sottolinere: il silenzio atroce della Sinistra pacifinta verso le guerre e i genocidi dimenticati. Ipocrisia senza limiti da parte di chi si riempie la bocca della parola Pace...a questo punto solo per poter infangare gli USA...mi pare evidente.

12:15 PM  
Blogger Bruno ha detto...

Diciamo che l'onu sta collezionando una serie di sconfitte dopo l'altra, non solo sui campi di "battaglia" con regole d'ingaggio assurde (è più facile morire da casco blu che da soldato regolare) ma anche all'interno del palazzo di vetro, dove si annidano vermi striscianti cui non interessa il darfur o il libano o quant'altro, ma solo ciò che gli da risalto ed importanza. La cazzata libanese per esempio, una parata militare assurda, uno show da 3 milioni al giorno!
Torniamo a casa, che è meglio....

12:17 PM  
Blogger Salo ha detto...

Bruno, sottoscrivo ogni parola! L'ONU ormai è in una crisi profondissima, che pare impossibile da risolvere, dato che nasce dalla sua stessa struttura.
Le regole e i principi su cui si fonda sono calpestati sistematicamente da moltissimi Paesi che comodamente siedono nella sua Assemblea...per non parlare poi della Cina, che addirittura sta nel Consiglio con potere d veto...
Molte delle scelteunilaterali degli USA sono dettate proprio dall'impossibilità di combinare qualcosa di buono in tempi rapidi presso l'ONU...lì ci si muove solo dopo 500mila morti almeno...non prima.
E infatti la missione in Libano è solo un inutile buffonata, che mette rischio la vita di tantissimi soldati, i quali non possono fare nulla per evitare il riarmo di Hezbollah, vista la risoluzione esile che accompagna il loro mandato.

12:22 PM  
Anonymous Berto ha detto...

"sarkozy se non fosse pro-gay mi piacerebbe davvero"...Mamma mia che lungimiranza politica. Non è solo lui, ma sono ben 20 dei 27 paesi UE che hanno regole e diritti di quel tipo.Cmq andrea teocon ha ragione, i politici italiani del c-dx sono migliori di sarkozy, si impegnano per la famiglia e contro la droga, proprio come Cosimo Mele...ahahah!

1:25 PM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, hai portato un argomento vuoto ed uno stupido.
Quello vuoto: tutti lo fanno dobbiamo farlo anche noi. Se 20 Paesi dell'UE hanno un certo tipo di legge non vuol dire per forza che questa legge sia giusta. Mamma mia mi sembra di parlare con un bambino dell'asilo!
Quello stupido: una persona sbaglia quindi i valori che prima riconosceva vuol dire che non son più valori. Questo è davvero così stupido che non mi abbasso nemmeno a rispondere...

2:13 PM  
Anonymous Imperterrito ha detto...

andrea_teocon...già da un nick così bisonga guardarsi le spalle, e quando asserisci di essere contro i gay vien fuori tutta la tua omofobia da italiano medio che ha paura (ma a cui magari piacerebbe) a prenderlo la dietro.

Era solo un appunto, non mi addentro in una discussione con uno come te, non ci sono le basi...ma hai una giustificazione (almeno in parte) dalla tua...l'età, molto giovane.

Ciao

Imperterrito

2:46 PM  
Anonymous Frank77 ha detto...

Salo sono d'accordo con te che l'Onu non funziona,ma non funziona perchè furono gli Usa a volere il diritto di veto affinchè non ostacolasse la propria politica estera,con le conseguenze che vediamo tutt'oggi.

3:13 PM  
Blogger Salo ha detto...

Frank, non funziona perchè solo il Consiglio prende decisioni serie e all'interno del Consiglio i problemi sono due: 1 non siedono Paesi importanti (India, Germania, Giappone, la stessa Italia); 2 siedono Cina e Russia, cioè una dittatura e una quasi dittatura.
Tale organizzazione fu voluta non solo dagli USA, ma pure dalla Francia e dalla Russia...insomma: inutile cercare le colpe...sarbbe il caso di abbozzare soluzioni...anche se la vedo dura...

3:25 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Salo io non critico lo sbaglio, ma la faccia di culo (passami la volgarità) con cui certe persone vengono a propugnare idee e valori forti e poi sono le prime a non rispettarli. Come posso da elettore avere fiducia in persone del genere? Tu politico, mio dipendente, mi imponi dei valori e delle leggi, dici che li difenderai per me una volta eletto e poi fai il contrario? Nel privato ognuno fa che vuole (vedi Sircana con il trans), ma che almeno non venga a fare il santo! Sulla leglislazione a favore degli omosessuali la risposta alla tua domanda è sì,perchè si tratta di civiltà.Unica cosa a cui sono contrario, l'adozione, peraltro mai richiesta nemmeno da Grillini e co.Cmq si sa, l'Italia è sempre fanalino di coda per queste cose.Gli stessi discorsi li facevano per il diovrzio..e poi guarda come è finita (dopo di noi solo Portogallo e Irlanda, che insieme alla Polonia dei gemelli sono i paesi più cattolici ed integralisti d'Europa)

5:47 PM  
Blogger Salo ha detto...

Integralista l'Italia? Definizione un po' azzardata, per un Paese in cui la Chiesa non può nemmeno far sapere ai fedeli la propria posizione sui temi etici senza venire aggredita dai laicisti intolleranti.

5:58 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Rileggi bene, ho detto dopo di noi, non "l'Italia è integralista".Integralista no, ma nemmeno troppo avanzata...la chiesa può cianciare quanto vuole, la colpa non è certo sua ma dei politici, che pur di accaparrarsi voti fanno finta di andare dietro ai suoi precetti, sia a dx che a sx. Se un politico ha i numeri e le palle di fare ciò che ha promesso agli elettori, può affrontare anche la Chiesa (vedi Zapatero)

8:13 PM  
Blogger Salo ha detto...

Zapatero chi? quello dei matrimoni gay (due parole che vicine hanno lo stesso spessore di significato di asini volanti)? quello delle adozioni ai gay (roba da vomitare)?
Complimenti...begli esempi di "avanzamento"...se questo significa avanzare sono fiero di restare indietro.
Cmq non è l'argomento del post, quindi...

11:54 PM  
Anonymous Berto ha detto...

Ho messo il suo nome perchè sapevo che avresti risposto così.Non l'ho citato per quello ma per la sua coerenza, e la capacità di mantenere le promesse fatte agli elettori.Pensa anche alla legge sulla tv da lui approvata, che l'ha svincolata dal controllo dei politici. Non capisco perchè Zapatero vi infastidisca tanto, così come non capisco perchè infastidisca quelli del c-sx. Cos'è, non forse non vi siete ancora ripresi dallo shock di avere scoperto che un governo può essere mandato a casa per una sola bugia?:) Cmq in quanto ai matrimoni gay, perchè nessuno dice che ci sono pure in Canada,Uk, Olanda, ecc?E scusa...ma povero Zapatero, ve la prendete sempre con lui!

1:58 AM  
Anonymous siro ha detto...

Davvero Salo, W Sarkozy e W gli Usa che fanno politica estera sul serio, altro che l'Onu che dovunque vada combina disastri... Mi viene una gran voglia di trasferirmi tra Parigi e Washington :-)
Scusa se lo scrivo qui, ma non avevo ancora letto il tuo post sulla Summer School, l'ho visto ora, molto bello e interessante. Due domande: sei alto tu o è basso il Berlusca? :-) E la Carfagna è così straordinariamente bella come si vede in fotografia?

10:41 AM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, ripeto, Zapatero e i suoi peccati contro l'umanità non sono argomento del post.

11:27 AM  
Blogger Salo ha detto...

Siro, la politica estera degli USA è una fitta rete che opera spesso nel silenzio; i nostri media sinistri ci fanno apparire il ragionamento americano sempre aggressivo e guerrafondaio, mettendo a tacere le notizie di strardinari accordi diplomatici frutto di durissimo lavoro.
Accade così che un solo bombardamento in Somalia abbia la prima pagina per un'intera settimana; mentre firme di fondamentale importanza per l'intero globo (come quella di due mesi fa con la Corea del Nord per il disarmo o come questa di pochi giorni fa per la risoluzione sul Darfur) siano trattate come notiziole di secondo livello, quasi da nascondere...e mentre per la Somalia puntuale era arrivato il blaterare antiamericano del nostro Ministro degli Esteri, per risultati diplomatici ottimi come questi regna il silenzio, al posto della doverosa soddisfazione e dei dovuti complimenti.


Per quanto riguarda le tue legittime domande sulla Summer School...alla prima rispondo diplomaticamente: un po' tutte due le cose :) e alla seconda ti dirò: dal vivo è addirittura molto più bella ;)

11:36 AM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Veder un povero idiota insultare i pacifisti e apprezzare la bandiera sporca di sangue americana mi da il voltastomaco
W l'11 settembre!!!!!
CHE

12:46 PM  
Blogger Angelo ha detto...

ahahahah CHE aspetta che mi siedo e prendo i popcorn, così assisto meglio allo spettacolo.

1:11 PM  
Anonymous Berto ha detto...

"Peccati contro l'umanità".Salo scusa, che x caso queste frasi ad effetto ve le ha insegnate Berlusconi al corso?:) Visto che giustamente si parlava di ONU, è ovvio sottoilneare la sua palese inutilità.Costruita su un equilibrio politico che oramai è rimasto a 60 anni fa, è bloccata dai veti costanti, in particolare quelli di USA,Cina e Russia. Secondo me chi sceglie di farne parte dovrebbe stare sullo stesso piano degli altri, altrimenti è inutile...

1:57 PM  
Blogger Salo ha detto...

Che, già solo il tuo nome, quello di un assassino costruttore di campi di concentramento, mi fa capire l'ignoranza profonda che sta dietro le tue parole.
Il fatto che esalti l'11 settembre si commenta da solo.
Io non ho insultato i pacifisti, ma messo in risalto la loro ipocrisia. Qui l'unico che insulta sei tu.
E ti assicuro che lo hai fatto per la prima e l'ultima volta.
Vai a studiare un po' di Storia: fidati, ne hai bisogno...

2:01 PM  
Blogger Salo ha detto...

Angelo, niente di particolare...i soliti teppistelli che passano dai centri sociali alla tastiera...

2:01 PM  
Blogger Salo ha detto...

Berto, io ritengo l'affidare una povera creatura a due omosessuali, facendo impennare le possibilità che a sua volta da grande sia sessualmente deviato e in ogni caso privandolo d'autorità delle fondamentali figure paterna e materna, un crimine contro l'umanità.

2:03 PM  
Anonymous Frank77 ha detto...

Su Sarkozy poi c'è da dire che finalmente fa qualcosa di buono,fino adesso sembrava il nipotino di Diliberto!

2:48 AM  
Blogger Salo ha detto...

Frank...non afferro...
Stiamo parlando dello stesso Sarkozy?
Io parlo di quello che in campagna elettorale ha distrutto il maledetto '68.
Io parlo di quello che appena insediato ha tagliato 10000 posti di statali fannulloni.
Io parlo di quello che finalmente è tornato ad usare la parola identità.

Cose che avrebbe fatto Diliberto?

12:34 PM  
Anonymous Berto ha detto...

oh Salo ti ho detto che sono contro all'adozione...cmq Zapatero mi è piaciuto proprio per la riforma tv...e non vedo l'ora che passi quella Gentiloni, solo ed esclusivamente per permettere ad Europa7 di trasmettere finalmente!

3:32 PM  
Anonymous Frank77 ha detto...

Si,purtroppo è lo stesso Salo.

Quello che fa cancellare la parola concorrenza dall'Unione Europea,che fa capire che non vuole che imprese straniere acquistino imprese francesi.
Che nomina come ministro una che crede che 11Settembre sia opera di Bush.
Che tratta con Hamas.
Che vuole regalare una centrale nucleare a Gheddafi,oltre ad averli regalato dei missili.

11:44 PM  
Blogger Salo ha detto...

Sulle imprese estere, Sarkozy fa l'interesse del proprio Paese, come gli spagnoli del resto.
Sul Ministro, credo che non sia responsabilità del Presidente ciò che dici e del resto è un prezzo d pagare per l'aver accolto nonostante la larga vittoria personaggi del cadavere del Partito Socialsta nell'esecutivo.
Non mi risulta che Sarkozy tratti con amicizia Hamas, ma se così fosse, in questo caso sbaglia.
Su Gheddafi: molto meglio tirarlo dalla nostra parte quel volpone, in questo momento storico delicato per l'Occidente.

1:14 AM  
Blogger Andrea_teocon ha detto...

parole di imperterrito:
"andrea_teocon...già da un nick così bisonga guardarsi le spalle, e quando asserisci di essere contro i gay vien fuori tutta la tua omofobia da italiano medio che ha paura (ma a cui magari piacerebbe) a prenderlo la dietro. [...] hai una giustificazione (almeno in parte) dalla tua...l'età, molto giovane."

grazie davvero imprterrito. così dimostri tu di disprezzare i gay, visto i termini che usi.
e poi non sei te che ti batti per l'"uguaglianza" e la "democrazia"? mi pare che sei un po' ipocrita, visto che mi ritieni inferiore e meno intelligente di te per la mia giovane età.

12:22 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

Commento qui per il post sul che di prima, quanta fatica per vedere il commento onn pubblicato!

Riassumo: tu dici "voi" assumendo che io sia quello che tu chiami un comunista, sbagliato. Chi crede che l'America sia guidata da una banda di delinquenti non deve essere per forza comunista-filoislamico come piace far credere ai nostri media.
Condivido in parte i meriti che elenchi circa la politica degli Stati Uniti. Se non sono il demonio non sono neppure degli angeli.
Col mio commento (il primo, anche se non so contare...vabè sorvoliamo) volevo farti notare che alcune argomentazioni che usi per criticare l'odiato Che le ritrovi pari pari nel modo di agire della nazione di cui riporti la bandiera. è un po ipocrita la cosa.
Cosi come non mi sembra democratico zittire commenti avversi, ma il blog è tuo e ci fai quel cazzo che ti pare.

3:37 PM  
Blogger Salo ha detto...

Giovanni, io non zittisco commenti avversi, questo proprio non puoi dirlo dopo 40 commenti passati cercando di correre dietro ad un minimo di dati di fatto. Se li rileggi vedrai che il mio post è stato contestato solo per principio ("è tutto falso") e non portando argomenti. Per 20 risposte ho cercato di focalizzare la discussone sui fatti, sulle testimonianze, me senza esito.

Evidentemente troppo comodo dire che ho letto solo il Libro nero del Comunismo. Evidentemente troppo difficile ribattere ancora dopo che ho risposto proponendo le mie letture di Caprara (amico di Togliatti e politico del PCI) e di Debray (storico amico del Che, e guerrigliero al suo fianco)...insomma non esattamente due fascisti...non trovi?
ecco spiegato il motivo dell'nterruzione dei commenti: inutile continuare a dicutere sul nulla con chi evita i fatti e non risponde alle mie obiezioni.

Sull'America, il paragone col "Che" non ci sta: gli USA hanno commesso errori, ma hanno io credo compiuto soprattutto del bene per l'umanità (tanto che se viviamo in un Paese benestante e democratico lo dobbiamo a loro); al contrario il "Che" ha SOLO commesso atroci delitti, da quando conobbe Castro in Messico, fino al giorno della morte. Nessuna buona azione, perfetto comunista.

Saluti

3:47 PM  
Anonymous Imperterrito ha detto...

Visto che hai deciso, vigliaccamente (come si addice alla tua specie) di chiudere i commenti mi vedo costretto a scrivere qui anzichè sul post interessato (sul Che).

1. Debray ha tradito il Che (ma, per voi, probabilmente, i traditori sono ottimi personaggi, non ne dubito).

2. Il Che, essendo medico, ha prestato soccorso personalmente anche ai nemici feriti in battaglia (e queste sono testimonianze dirette).

3. I processi, sanguinari, di cui parli non sono stati tenuti direttamente dal Che e, comunque, si sono svolti nel rispetto delle regole (per come potevano essere le regole all'interno di una guerra civile). Inoltre i numeri che hai dato tu vanno divisi, almeno, per 10.

4. Capisco che per voi è fondamentale cercare, in tutti i modi, di mettere in cattiva luce Cuba (l'ultimo baluardo del comunismo) e quale modo migliore se non attaccando Fidel Castro e poi, a ritroso, il Che? Che pena mi fate.

5. Prima di parlare del Che sciaquati la bocca.

Hasta la victoria, siempre!

Imperterrito
www.amoredallinferno.it

3:49 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

Si hai ragione non zittisci i commenti, intendevo che hai chiuso il post. Piuttosto blocca i commenti di certi utenti se credi non contribuiscano al dialogo.

"gli USA hanno commesso errori, ma hanno io credo compiuto soprattutto del bene per l'umanità"
Beh insomma. Spiegami per esempio che bene dell'umanità e non bene economico c'è nella guerra in Iraq. Stanno pure perdendo e se ci restano non è per il bene dell'umanità ma per non perdere la faccia: dicesi "egoismo", narcisismo di qualche idiota e per non fare vedere che non sono gli invincibili che vogliono sembrare. Altro che bene dell'umanità.
E la guerra in Iraq è solo l'errore piu recente, fosse l'unico. Purtroppo credo non sarà l'ultimo, vista la tradizione.
Ah: l'Italia non è una democrazia, è un allevamento di vacche munte dalla classe politica (dx E sx).

4:20 PM  
Anonymous Buby ha detto...

Scusa salo ma sai... prima difendi la purezza dell'interesse USA verso il Darfur, poi demonizzi il disinteresse italiano e l'ostacolismo cinese (giustamente), ma poi mi vieni a dire che e meglio ingraziarsi quel volpone di Gheddafi..eh insomma perdi di credibilità tesoro.
Poi ragazzi vi sentite? Uno difende gli USA a spada tratta come si trattasse di San Francesco, gli altri intolleranti verso qualsiasi respiro proveniente dall'oltre oceano, poi è vero che i cinesi difendono solo i propri interessi anche infischiandosene del prezzo delle vite umane, ma sai.. non credo che gli americani abbiano a cuore la triste storia del Darfur.
Mi venite fuori ancora con il discorso dell'esportazione della democrazia.. ma dai cazzo!!tutti i grandi paesi del mondo hanno un solo ed unico scopo e sono mossi solo da un desiderio.. il potere e la ricchezza, e noi (io per primo), siamo mossi in questo scacchiere come tante pedine e corriamo dietro come tanti idioti, a tutte le panzane che ci raccontano, che provengano sia da paesi liberali, capitalisti, socialisti, comunisti ecc.
Grazie, ciao

4:20 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

Amen.

4:53 PM  
Blogger Salo ha detto...

Imperterrito, sei imperterrito nella tu ottusità: il Che era un delinquente, un assassino, uno che costruiva campi d concentramento per bambini la cui unica colpa era quela di esser figli di dissidenti politici, rinchiudendoli per tutto l'anni in mutande dentro stanze topaie e torturandoli.
Io non devo sciacquarmi la bocca sei tu che devi guardare in faccia la realtà!!! Debray ha tradito il Che? certo, visto che racconta cos ha fatto di bello allora lo ha tradito...sei incredibile...
E su Caprara? non ti piace proprio questo nome vero?
Ridicolo buffone ecco cosa sei!

5:05 PM  
Blogger Salo ha detto...

Buby, mi sembra di aver chiaramente scritto che gli USA rincorrono, come ogni stato sulla faccia della Terra i propri interessi, solo l'antiamericanismo è un'idiozia perchè scomparsi per ipotesi gli USA ci ritroveremmo a comandare una non democrazia (lòa Russia) e una dittatura (la Cina).
Per dire che ho difeso toalmente gli USA ci vuole un bel coraggio visto che ho ammesso i loro interessi e el loro malefatte.
Il problema è che qui c'è gente che nemmeno riconosce le cose buone fatte dalla politica statunitentse come le pressioni per salvare il Darfur.

5:08 PM  
Anonymous Frank77 ha detto...

Salo chiudersi all'estero non è mai una cosa intelligente,perfino l'Italia è più aperta della Francia.
Il ministro non era socialista ma del partito di Sarkozy.
Gheddafi è uno che ha sempre fatto il doppiogioco per ottenere il massimo,adesso alleato con l'occidente,un minuto dopo con gli integralisti

5:22 PM  
Blogger Salo ha detto...

"Salo chiudersi all'estero non è mai una cosa intelligente,perfino l'Italia è più aperta della Francia."

Fank il problema è ch l'Europa è un caavere prima di nascere: senza regole, oppure con regole mai rispettate...ovvio che in questa situazione ognuno faccia il proprio gioco...

"Il ministro non era socialista ma del partito di Sarkozy."

In questo caso non ho difficoltà a chiederti scusa. Sarà un residuo del classico gaullismo francese, quello antiamericano di Chirac.

Su Gheddafi, ribadisco che tirarlo dalla nostra parte e enderlo uno dei (pochi) stati islamici moderati è una priorità che per realismo bisogna accettare...

5:29 PM  
Anonymous buby ha detto...

Allora, io non sto dicendo che intervenire nel darfur per aiutare la popolazione sia sbagliato (Per lamor del cielo!!).
Sto solo dicendo che io non credo nel fatto che la motivazione dell'interesse americano, come quello europeo, sia derivato dal desiderio di tutelare la popolazione del darfur, altrimenti.. perche gli americani o l'onu non intervengono per aiutare i curdi? e le altre decine
di guerre civili nell'africa? nel sud america? in asia? le popolazioni siberiane scacciate prima dai bolscevichi zaristi e poi dai sovietici e ancora dai giapponesi? Le minoranze etniche e religiose martoriate dai paesi dell'indocina?
Tutto in questo mondo è mosso solo ed unicamente dall'interesse.
ciao

5:39 PM  
Blogger Salo ha detto...

Buby, posto questo, io dico che l'interesse degli USA è di molto preferibile all'interesse della Cina; e condanno l'ipocrisia dei pacifinti che infangano solo gli USA, mentre dimenticano tutte le altre guerre del mondo.
Inoltre non posso non notare come gli USA siano non a caso presi di mira da tutti i nemici della libertà. Se non è un caso, e non lo credo, significa che gli USA hanno, magari come loro stesso interesse te lo concedo, a cuore la democrazia e la libertà di quanti più Paesi possibili nel mondo. Tu capisci che l'economia preistorica della Corea del Nord o gli sbalzi d'umore dell'Iran non fanno bene al mercato.
E ancora una volta, per realismo ma senza illudermi, scelgo gli USA.

6:05 PM  
Anonymous buby ha detto...

Quindi tu credi che l'interesse americano sia dovuto al fatto che gli states hanno a cuore le sorti del Darfur?

6:11 PM  
Blogger Salo ha detto...

I credo che il bene del Darfur è stato raggiunto soprattutto grazie alle pressioni e al grande lavoro diplomatico americano, mentre per anni l'ONU ha osservato impotente il genocidio, per colpa dei veti della Cina.
Di fronte a questo risultato bisognerebbe riconoscere l'ottimo lavoro statunitense, cosa che i pacifinti non riescono a fare, adando a tirare in ballo la qustionedel petrolio. Un petrolio che finchè foraggio della Cina (la quale scambiava col governo del Sudan proprio le armi che poi uccidevano in Darfur) non scandalizzava nessuno.

6:32 PM  
Anonymous buby ha detto...

allora.. i pacifisti dovreebero fare più i pacifisti e meno gli anti americani.. sacrosanto, ma tu non hai risposto alla mia domanda.

6:44 PM  
Blogger Salo ha detto...

Hai ragione.

7:12 PM  
Anonymous buby ha detto...

quindi?

7:38 PM  
Anonymous buby ha detto...

vabbè,risponderai..spero

8:01 PM  
Blogger Salo ha detto...

Hai ragione nel senso che non ho risposto, ma puoi dedurre la risposta dai miei commenti precedenti.
Ho già scritto:
"gli USA hanno, magari come loro stesso interesse te lo concedo, a cuore la democrazia e la libertà di quanti più Paesi possibili nel mondo"
Quindi a domanda diretta: "tu credi che l'interesse americano sia dovuto al fatto che gli states hanno a cuore le sorti del Darfur?"
la mia risposta è: anche per questo.

8:59 PM  
Anonymous buby ha detto...

Già, anche per questo.. e per cos'altro?

9:42 PM  
Blogger Salo ha detto...

In questo caso secondo me, oltre che per il bene del Darfur, anche per mettere i bastoni tra le ruote alla Cina.

12:07 AM  
Blogger Giovanni ha detto...

"l'interesse degli USA è di molto preferibile all'interesse della Cina"

Già. Perchè temi i cinesi ti porterebbero la guerra in casa e gli americani invece lontano. In breve meglio massacrino gente lontano che nel mio giardino.
Bel modo di ragionare.

"gli USA hanno, magari come loro stesso interesse te lo concedo, a cuore la democrazia e la libertà di quanti più Paesi possibili nel mondo"

Specie quando armavano gli afghani per rompere i coglioni ai sovietici per poi ritrovarsi sotto il fuoco delle loro stesse armi oggi. Ma che cuori d'oro, che angeli.
Che idioti.

10:54 AM  
Blogger Salo ha detto...

Giovanni, credo che tu viva nel mondo delle nuvole. Qui si parla di politica estera reale, interessi, zone strategiche.
La Cina è una dittatura sanguinaria, non credo che porrebbe alcun freno ai suoi interessi nel mondo se fosse la maggior potenza.
Gli USA sono una superpotenza democratica, che qualsiasi cosa faccia deve spiegarla al mondo e ancor prima ai suoi cittadini; e gli USA sono fondati sui principi di libertà e democrazia che la civiltà occidentale ha elaborato per secoli.
Ripeto, non è un caso che tutti i nemici della libertà, prima o dopo, abbiano odiato gli USA.

12:11 PM  
Blogger Salo ha detto...

Chissà perchè il petrolio preso dagli USA getta tanto scandalo, invece quello preso dalla Cina (magari in cambio di armi date ai guerrieri Janjaweed stupratori del Darfur) non alza nemmeno un alito di protesta.
Interessi entrambi non credi?

12:17 PM  
Anonymous buby ha detto...

Allora, sono daccordo con te sul fatto che la Cina è una dittatura e che i suoi interessi sul petrolio fanno meno scalpore di quelli degli Stati uniti. Questo avviene perchè solitamente alla gente di sinistra fa comodo demonizzare l'america (il gioco degli interessi appunto), ed è anche vero che l'america è fondata su principi di democrazia però, vedi il punto è questo..Non credo assolutamente che l'america abbia a cuore la crescita e la rinascita dei paesi poveri (per ovvi motivi tra l'altro), ed inoltre non credo che gli stati uniti siano un esempio di democrazia nel mondo..un paese in cui il 30% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà.. non credo sia un buon esempio da seguire

12:46 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

Non voglio dire che i cinesi sono angeli in quanto non americani. Preferirei vivere negli stati uniti che in cina, ovviamente.
Non so se fai apposta o non capisci il messaggio, comunque ripeto: i paladini della giustizia e libertà di cui riporti la bandiera come banner sono mossi da biechi interessi economici come tutti gli altri. Se ne sbattono il cazzo di proteggere il mondo.
Quanta gente deve soffrire e morire perchè pochi potenti soddisfino le proprie brame? Perchè devono giustificare le guerre con delle balle tutte le volte? Forse la maggior parte della gente non sarebbe daccordo con la guerra se indicassero le vere motivazioni.
(Maggior parte, 50% +1, ti ricorda qualcosa?)
Io non vedo grossa differenza tra un rincoglionito dai media che si beve tutte le cazzate su quanto sono bravi gli americani che proteggono il mondo e un fondamentalista islamico che in nome della sua religione si fa intortare da mitomani vari.

1:07 PM  
Anonymous l'altra rossa ha detto...

Giovanni,"tutti" gli stati fanno i propri interessi,e qui siamo tutti d'accordo.Il problema è che quando li fanno gli USA o li fa Israele ,guarda caso primo alleato USA si usano due pesi e due misure.(E qualcuno vuole la cancellazione dello stato di Israele).Perchè comunque affannarsi tanto se ora, pur muovendosi anche spinti da motivazioni economiche, qualcuno fa'qualcosa per un popolo che soffre?E' ridicolo pensare che chi va può essere spinto anche da una componente umana?

"Stanno pure perdendo e se ci restano non è per il bene dell'umanità ma per non perdere la faccia: dicesi "egoismo", narcisismo di qualche idiota e per non fare vedere che non sono gli invincibili che vogliono sembrare."

Se fosse solo una questione di FACCIA EGOISMO NARCISIMO,farebbero una cosa molto semplice,attacchi dall'alto 24h su 24,e tirerebbero direttamente dal mare o da lontano.

Nel 1950 in un libro pubblicato ad Alessandria l'autore scrive:"Gli ebrei e il sionismo sono come l'albero del male le cui radici sono a New York(guarda caso)mentre i rami coprono il mondo intero,le foglie sono Tutti gli ebrei,e sono fogloe con aculei dal rapido veleno mortale".E all'epoca quesi toni erano molto ma molto rari.
Ora attaccare gli Usa o chi ne vede un baluardo della democrazia,mi deve spiegare se tale atteggiamento non è un po' filo Hitleriano e irresponsabile

2:31 PM  
Blogger Salo ha detto...

Giovanni, quello che tu non capisci è il fatto che mentre una dittatura raramente ha interessi che combaciano con il bene dll'umanità, una democrazia liberale, al contrario, ha tutto l'interesse per il mantenimento della sicurezza, così come perchè il maggior numero di stati sia democratico.
Gli USA stanno ora combattendo una guerra non solo per loro, ma per tuto l'Occidente e, più in generale, per tutto il mondo. Due torri con 3000 civili dentro rase al suolo non sono una scusa. E non venirmi a dire anche tu che è un problema solo loro, perchè i proclami islamici dicono altro, così come dicono atro gli attentati in ogni parte del globo, dalle Filippine a Madrid, da Beslan a Londra ecc.
Ci troviamo di fronte un nemico, il Nazismo islamico, che ci ha dichiarato guerra, che vuole venirci a distruggere dentro le nostre case. Di fronte a tale scenario io non vedo una scusa per far guerra, ma vedo una causa sacrosanta: l'autodifesa!
E tanto per cambiare chi si sporca le mani e si dà da fare sono gli USA, mentre la vecchia stanca flaccida Europa sta a guardare, critica senza far nulla, apre le porte al nemico senza imporre nessuna regola.

Detto questo, anche se agli USA interessasse più la sicurezza per i commerci che sinceramente la sicurezza dei civili del mondo...a me...siceramente...che me ne frega??? A me basta che gli USA, per un motivo o per l'altro, ancora una volta difendano la mia libertà e la mia sucurezza.

2:36 PM  
Anonymous buby ha detto...

Bè? non avete altro da dire? :(

3:14 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

"mi deve spiegare se tale atteggiamento non è un po' filo Hitleriano"

Questa è propria una ca...
una vera cazza...
una grande, gigantesca strepitosa caz-za-ta!
Guarda che sono passati 50 anni.

"attacchi dall'alto 24h su 24,e tirerebbero direttamente dal mare o da lontano."

L'hanno fatto. E credi che se facessero cosi l'opinione pubblica mondiale non sarebbe ancora piu indignata di quanto gia lo sia? Ma per favore.

Due torri con 3000 civili rase al suolo sarebbero ancora in piedi se gli americani non avessero da sempre suscitato vespai in certe (chissa perchè sempre quelle) zone del mondo. Altri civili da aggiungere al conteggio delle vittime di guerre d'interesse.

Attentati islamici li hanno fatti guarda caso in quelle nazioni che si schierano con gli Americani, come si chiama l'amico del nemico? Mai visti attentati in svizzera? MAi sentito parlare di attentati in svezia o finlandia? Perchè? Troppo a oriente rispetto a Londra?

"Detto questo, anche se agli USA interessasse più la sicurezza per i commerci che sinceramente la sicurezza dei civili del mondo...a me...siceramente...che me ne frega"

Giustissimo, ma spiegami quel cazzo di banner dei paladini della libertà. Paladini di questo

3:36 PM  
Anonymous buby ha detto...

Senti salo secondo te c'è un attacco del mondo islamico all'occidente?

4:03 PM  
Anonymous L'altra rossa ha detto...

Quello era l'inizio,sono passati più di 50 anni ma poi queso atteggiamento non è andato a finire in cazzate,magari.
Attacchi dall' alto,opinione pubblica...da quel che tu dici agli Americani non dovrebbe importare dell'opinione pubblica ma solo ed esclusivamente del del loro interesse.Nessuno dice che non potrebbe esservi più giustizia in questo mondo, ma potrebbe esservene molta meno.
Le Torri sono state il più terrificante degli attentati ma non sono stato il primo non sono stati effettuati attentati solo in America,o in Israele.

4:09 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

"Attacchi dall' alto,opinione pubblica...da quel che tu dici agli Americani non dovrebbe importare dell'opinione pubblica ma solo ed esclusivamente del del loro interesse"

Veramente intendevo il contrario, vabbè.

Quel che intendo con "sono passati 50 anni" è che mi sembra una mega minchiata dire che chi non ama la politica estera americana sia filo-nazista. Ma magari su questo sono io che ho capito male...

"Nessuno dice che non potrebbe esservi più giustizia in questo mondo, ma potrebbe esservene molta meno."

Sicuro, ma chi ti dice che siano i menici dell'America che te la porterebbero in casa? Il fatto che ci siano ingiustizie in casa loro non vuol dire che vorrebbero esportarle anche da noi. In fondo chi esporta "alti ideali" dentro a bombe da tirare in testa ai civili sono i nipoti dello zio Sam.
(ah, vedi un po la giustizia americana com'è )

4:31 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

Cristo ho linkato la parentesi.
Vabè dai.

5:23 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

e pure l'ora! come cazzo ho fatto?

5:24 PM  
Blogger Salo ha detto...

Giovanni, dire che gli americani esportano democrazia tirando bombe in testa ai civili è pura demogogia, una frase ad effetto, buona per impressionare e nascondere la complessità della realtà. Gli americani stanno rispondendo ad una guerra che è stata barbaramente dichiarata all'Occidente tutto. E nelle guerre purtroppo le vittime innocenti ci saranno sempre.
Prima dell'11 settembre non c'era nessuna cazzo di guerra. Sono loro che ce l'hanno dichiarata, sono loro che hanno sparso sangue ovunque (Russia alleata degli USA? ma va'? e da quando? Senti ma tu l'hai mai sentito un proclama della guerra santa si o no? non fanno distinzioni tra chi è alleato e chi no: loro odiano tutti quelli che non piegano il culo verso la Mecca!!!) ed ora se noi andiamo a stanarli io la chiamo legittima difesa!
Inutile che porti errori degli USA ad esempio! Esempio di che?
Ti detto subito, all'inizio della discussione, che tutti fanno il proprio interesse e che anche gli USA sbagliano! E allora a che serve insistere?
Il punto è che gli USA, nonostante gli errori, sono da sempre un problema per chi non ha a cuore libertà e democrazia. Ed oggi gli USA sono gli unici ad aver capito il reale pericolo che il mondo corre a causa di terroristi islamici che non sono mossi da spirito di vendetta, ma da spirito di follia: possono essere straricchi, ma sono comunque straincazzati contro l'infedele per il fatto stesso che è infedele! Sveglia! Non lo dico io lo dicono loro!
Ce li abbiamo dentro casa! Perugia non ti dice nulla?
Per questo sostengo l'impegno americano, che ha debellato le basi del terrorismo in Afghanistan.
L'Iraq è un altro discorso e più volte su questo stesso blog ho scritto che sono stati fatti errori strategici.
Tu invece proprio non ce la fai ad ammettere che gli USA molte volte hanno operato per il bene di tutti (come oggi contro il Nazismo islamico).

6:26 PM  
Anonymous l'altra rossa ha detto...

Le loro alleanze storiche dopo il colpo al cure subito prima da Napoleone e da Nelson poi, hanno seguito una regola semplice:"il nemico del mio nemico è mio amico".Chi oggi loro identificano come nemico?
E chi oggi è nemico del loro nemico?

7:28 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

Demagogia, che parola strausata. Bada bene che ancora non hai capito il mio appunto o semplicente ti fa comodo non capire.
Non ho detto che TUTTO ciò che fanno (gli USA) è una cazzata.
Ripeto, decima volta, il tuo banner del cazzo sbandiera due simboli di una nazione che con la scusa di portare la democrazia spara bombe su civili che tanto bene non se la passavano nemmeno prima, figurati adesso. Quindi: 1)cazzo di libertà è che uno mi impone una forma di governo (che non funziona in partenza data la situazione del luogo) tirandomi bombe in testa? 2)Siccome della democrazia in iraq non fotte una sega a nessuno (perchè non bombardano pure la cina, che tanto democratica non è) ci saranno pure altre ragioni per cui fanno la guerra la, ma usano questa come scusa.
Spiegami perchè devono inventarsi balle per giustificare le guerre. Perchè? Ci dovrà essere un motivo o no, perché?
Poi facile dire che è inevitabile che ci siano vittime civili nelle guerre, finchè le vittime civili sono a chilometri di distanza da te. Facile dire che inevitabilmente ci sono vittime civili se a pranzo ti fanno vedere la Falchi e Corona e non bambini spalmati sui muri delle case distrutte.
Facile che ci siano vittime civili quando bombardano strutture di civili.
E poi basta con sta cazzata della guerra all'occidente, ripeto: ci sono stati che non vengono mai minacciati, perchè? Ci dovrà essere un motivo o no, perchè?
E poi se tre mitomani del cazzo spacciano la loro guerra per guerra santa non puoi generalizzare e dire che tutti i mussulmani sono uguali, c'è pieno di moderati. (Conosci qualche mussulmano? Io si, e ancora non mi ha sgozzato. Perchè? Ci dovrà essere un motivo o no, perchè?) Ti insegna niente la Turchia in piazza a manifestare per la laicità dello stato? Magari noi italiani facessimo lo stesso di quelle belve turche. Ma noi siamo pecore non belve.
Questa associazione mondo islamico terrorismo è molto pericolosa e i media dovrebbero assumersi responsabilità di quello che sparano. La maggioranza degli isalmici sono moderati e i terroristi ci sono pure in altre parti del mondo, vedi spagna e italia.

12:18 PM  
Blogger Salo ha detto...

Giovanni, ho già risposto a tutto quello che dici, se non vuoi capire cazzi tuoi.
E ribadisci l'idea che mi sono fatto: non hai mai sentito un proclama Jhiadista.

2:28 PM  
Blogger Giovanni ha detto...

Se lo dici tu che hai già risposto. Io mi sono fatto l'idea, leggendo anche altri post che non commento per non cadere nell'insulto che tendi a non rispondere affatto alle domande, proponendo affermazioni anche condivisibili, ma che aggirano la questione che ti viene posta.
Ad esempio dimmi dove hai risposto a questo:

perchè inventano balle per giustificare le guerre?
Che "bene per l'umanità" c'è nella guerra in Iraq?
Perchè certi stati occidentali non vengono minacciati? (e non mi dire che non ho mai sentito proclami jihadisti, o come cazzo si scrive, che quasi gli danno tanto spazio come al papa e Corona in televisione)

Mi sono riletto i commenti, secondo me non hai risposto, ma magari sono io che non capisco.

E ancora, io ero partito dicendo che certe critiche al Che in uno dei post seguenti questo le ritrovi pari pari nel modo di agire degli stati uniti dei quali riporti la bandiera nel banner. Tu hai interpretato come Che=USA (my god...) estremizzando la mia posizione. Se vuoi veramente parlare di libertà e democrazia e mettere una bandiera nel tuo banner ti consiglio un finlandia-svezia-norvegia-olanda. Ma poi fai quel cazzo che ti pare giustamente, ma muovere certe accuse al Che apportando certe motivazioni è ipocrita.(ripeto perchè non sono chiaro evidentemente: non dico che fosse un santo e non voglio discutere su di lui, non mi frega)

Infine: non ti sembra di esagerare con sta storia della guerra occidente-mondo islamico? Ho capito che ci sono stati pieni di cazzoni mitomani esaltati ma da qui a dire che ci sia una guerra tra "noi" (noi chi? e chi decide chi è "noi", tre politici puttanieri avvinazzati cocainomani mafiosi, ah siamo in buone mali) e "loro" (intendo intero mondo islamico) ce ne passa ed è pure pericoloso che i media lo facciano intendere. Non sei daccordo? Per me si tratta di un generalizzare da ignoranti pieni di pregiudizi. O uno sfruttare l'appoggio di ignoranti pieni di pregiudizi, come fanno con i terroristi che si fanno saltare in aria nome di non so quale puttanata.

Ah, dimmi che hai pensato a me quando hai scritto il primo post. E sopratutto quando hai scelto le immagini. Grazie.

2:58 PM  
Blogger Salo ha detto...

"perchè inventano balle per giustificare le guerre?"

Già risposto, mi copioincollo, così risparmio tempo, forse non hai letto:
"Due torri con 3000 civili dentro rase al suolo non sono una scusa. E non venirmi a dire anche tu che è un problema solo loro, perchè i proclami islamici dicono altro, così come dicono atro gli attentati in ogni parte del globo, dalle Filippine a Madrid, da Beslan a Londra ecc."




"Che "bene per l'umanità" c'è nella guerra in Iraq?"

Uno stato democratico in più è sempre un bene. Un dittatore (che ha ucciso quasi un milione di persone tra curdi ed oppositori politici) in meno è sempre un bene.
Che siano stati commessi errori sono stato io il primo a dirlo, ma stategici. Vabè tanto anche questa frase sarà tra quelle che farai finta di non aver letto...




"Perchè certi stati occidentali non vengono minacciati?"

TUTTI gli stati occidentali sono stati minacciati: quando si dichiara guerra ad ogni istituzione che non rispetti la sharia è difficile elidere dalla lista un qualsiasi stato che non sia arabo (ma anche alcuni moderati tra quelli tipo la Giordania) non trovi?


Anche sul Che, ti avevo già risposto:
"Sull'America, il paragone col "Che" non ci sta: gli USA hanno commesso errori, ma hanno io credo compiuto soprattutto del bene per l'umanità (tanto che se viviamo in un Paese benestante e democratico lo dobbiamo a loro); al contrario il "Che" ha SOLO commesso atroci delitti, da quando conobbe Castro in Messico, fino al giorno della morte. Nessuna buona azione, perfetto comunista"



Infine, Giovanni, la guerra santa non è questione di opinione mia o tua: c'è già! Ce l'ha dichiarata il Nazismo islamico l'11 settembre e per i duri d'orecchio o gli antiamericani ottusi ci sono state parecchie repliche mi pare...anche agli antipodi del globo rispetto agli USA...
Loro ci vogliono morti perchè non islamici, questa è la verità. Basta aprire gli occhi per rendersene conto.
Preciso che io non ho MAI detto che tutti gli islamici siano terroristi, come mi hai messo in bocca tu. Anzi ho sostenuto più volte la necessità di riconoscere gli sforzi dei pochi stati arabi moderati (Marocco, Tunisia, Egitto, Giordania, in parte la stessa Libia) e di aiutarli lungo questa difficile strada.
Ma d'altra parte contro i terroristi dobbiamo recuperare realismo e guardare in faccia il pericolo. Riconoscere che siamo in guerra.
Chi nega il conflitto di civiltà poi, è la stessa parte politica che ce lo procura: cioè quella dell'aborto, quella dell'eutanasia, quella dei matrimoni gay, quella del relativismo e del nichilismo. Di fronte a questa deriva dell'Occidente, è ovvio che gli islamici trovano conferme a quanto raccontato loro dagli estremisti: l'Occidente è demoniaco e va distrutto.
Davvero controproducente la sottovalutazione del pericolo Giovanni; non serve a nulla voltarsi dall'altra parte o lasciare da soli gli USA a combattere questa guerra contro il nonsenso del Nazismo islamico. Perchè? Perchè noi possimo chiudere gli occhi, ma loro intanto ne approfitteranno. Perugia docet.

3:24 PM  
Blogger Salo ha detto...

Giovanni, credo che non abbia senso andare avanti a discutere.
Tu non leggi le mie risposte. Io non soddisfo le tue domande.
Ormai hai capito il mio punto di vista ed io ho capito il tuo.

5:33 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page