sabato, giugno 16, 2007

Questa notizia è davvero incredibile.
Sì, si parla ancora di pedofilia. E no, questa volta sono certo che nessuno ci farà una puntata in prima serata sulle reti Rai...già, perchè qui non si può infangare la Chiesa!
Gente condannata per pedofilia con prove schiaccianti, gente che sicuramente ha abusato di minori, gente che non è gente, porci schifosi maniaci, che non solo sono in libertà, ma addirittura sono tornati a lavoro....a scuola!!!!!
Non ho parole...
E qui non c'è da discutere vero-non vero: qui è un dato di fatto. Ma la notizia è in secondo piano, anzi non esiste proprio. Forse perchè non fa comodo a nessuno, forse perchè non serve a screditare il Papa.
Invece notizie che non sono notizie e documentari che non documentano proprio nulla, se non il pregiudizio anticattolico di chi li ha prodotti, trovano grande spazio e notevole risonanza.
E mi trovo ancora una volta aprovare schifo.
Salo

9 Commenti:

Blogger Tolomeo da Lucca ha detto...

Caro Salo,c'è poco da commentare notizie come queste che son spacciate per non-notizie dato l'assordante silenzio che le circonda. Mi viene una riflessione spontanea da fare: è l'ennesima riprova dello sfascio in cui è caduto il nostro Stato in questi decenni. I provveditori,chiamati per compito istituzionale a difendere l'onorabilità degli istituti, cui sono preposti quali supervisori, richiamano dei farabutti in cattedra....siamo al peggior teatro ioneschiano dell'assurdo:sarebbe come se Dracula fosse messo all'AVIS per occuparsi delle donazioni del sangue. D'altro lato se un docente difende il crocefisso in classe subisce continue reprimende e umiliazioni,quando non vere e proprie persecuzioni:allora sarei curioso di sapere se i provveditori intervengano a difesa dei docenti.Ma mi immagino quale sarebbe nal caso la loro condotta:omertà.Poi è Berlusconi il gran capo della Mafia.....

1:06 AM  
Blogger Andrea_teocon ha detto...

che schifo..ma in che mondo viviamo??
hai proprio detto bene Salo: queste notizie vengono trattate in Tv solo se c'è un aggancio per tirare in bello la Chiesa.
ormai Il Giornale è l'unico quotidiano leggibile e di cui ci si può fidare in italia.

12:10 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Io direi che la Corte dei Conti fa un egregio lavoro...ma queste storie pare non interessino ne' alla destra ne' alla sinistra.

Zagazig

12:47 PM  
Blogger Salo ha detto...

Tolomeo, giuste osservazioni le tue.


Andrea, infatti da tempo anch'io compro solo il Giornale...


Zagazig, benvenuto! Hai ragione: certe notizie sono snobbate da tutti perchè non strumentalizzabili...

1:37 PM  
Blogger Destra Nazionale ha detto...

Ciao, ricambio i complimenti x il blog!
Purtroppo la notizia non mi sorprende, anche qui un docente è stato spostato da un liceo all'altro xché è pedofilo e bisogna insabbiare il tutto...invece quando c'è di mezzo la Chiesa allora subito la notizia in prima pagina!

7:43 PM  
Blogger Salo ha detto...

Destra Nazionale, benvenuto sull'Isola!
Grazie per i complimenti.
Riguardo all'argomento del post, vedo che siamo d'accordo sull'ipocrisia senza frontiere...

10:48 PM  
Anonymous siro ha detto...

Hai ragione, certe storie suscitano scarso interesse se non servono alla causa dei soliti noti. C'è qualcosa di paradossale in quest'attacco acefalo alla Chiesa cattolica. Personalmente provo un crescente senso di solidarietà per il clero, io che non ho mai rinunciato a criticarlo. Peraltro, mentre i media danno spazio alle esagerazioni dei taleban-radicali, le chiese tornano a riempirsi...

11:04 PM  
Blogger Salo ha detto...

Siro, è proprio così: recentemente ho letto che i cittadini che quest'anno daranno l'8 per mille alla Chiesa cattolica sono circa il 76%, la percentuale più alta degli ultimi 10 anni. Inoltre io che sono cattolico praticante mi sto rendendo conto del richiamo nuovo che la Chiesa ha sulle giovani generazioni: insomma sembra aver ritrovato quello che aveva perso negli anni '80 e '90.

11:35 AM  
Anonymous Frank77 ha detto...

Salo secondo me sbagli a dare tutta questa visibilità a questa feccia umana.

1:33 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page