venerdì, maggio 18, 2007

Fuori dalla Storia.


Gente che fino al 1989 prendeva soldi da una potenza nemica, l’URSS.
Gente che fino al 1989 prendeva soldi sporchi del sangue di chi era annientato dalla dittatura comunista, nei gulag o nelle piazze.
Gente che, oggi, ci governa.

Gente che, ieri, ha celebrato paradossalmente proprio una sua vittima: Calabresi. Ma gente che poi, proprio ieri, dalle pagine dell’Unità, infangava quella stessa vittima (tanto per non perdere il vizio) con vergognose accuse tutte ideologiche, al di là di sentenze incontrovertibili che avrebbero dovuto tappar la bocca a chiunque…

Gente che, ieri, insorgeva contro i radicali, che avevano proposto, col sostegno del centrodestra, un ordine del giorno, per impegnare il governo ad aiutare i dissidenti cubani che lottano contro il regime comunista.
Gente che ancora lo difende, questo regime, definendolo, per usar le assurde parole di Iacopo Venier (Pdci), come “un’esperienza che ha alla sua base umanesimo e rispetto dei diritti fondamentali”. Umanesimo??? Rispetto??? Evidentemente Venier e i suoi compagni di partito non includono tra i “diritti fondamentali” la libertà di persona (Castro tiene rinchiusi un enorme numero di prigionieri politici), la libertà di opinione (a Cuba si può solo parlar bene del regime e negli anni scorsi sono stati cacciati via giornalisti italiani sia del Corriere sia, udite udite, della Repubblica), la libertà di movimento (Cuba è un enorme carcere da cui nessun cubano può uscire), la libertà di voto (a Cuba non ci sono elezioni democratiche da 60 anni) ecc. …
Se ai nostri governanti piace tanto Cuba, tanto da difendere Castro, se ai nostri governanti piace tanto la Corea del Nord, tanto che un gruppo di iscritti al Pdci fa parte di un’associazione torinese che traduce in italiano tutti i deliranti messaggi ufficiali dell’”Amato Leader” asiatico…allora perché non ci si trasferiscono in massa???

Son fatti così i sinistrotti nostrani, comunisti fuori alcuni, dentro tutti.
Gente folle, o ignorante. In ogni caso pericolosa.
Gente a cui piace Castro.
Gente che non è allergica ai gulag.
Gente per celebrare un eroe dello stato come Calabresi deve turarsi il naso.
Gente come Caruso, che in Parlamento vota no alla proposta di un giorno della memoria per ricordare le vittime delle BR.

Gente fuori dalla Storia.
Gente comunista.

Gentaglia.
Salo

6 Commenti:

Blogger Marco ha detto...

gente che in realtà, perdona la crudezza, dovrebbe star fuori dai coglioni...

6:22 PM  
Blogger Salo ha detto...

Marco, in una vera democrazia sì!
Infatti non saremo una vera democrazia liberale fino a quando non ci saremo liberati di questi maledetti comunisti, pezzi di anticaglie silurati dalla Storia!

Non capirò mai perchè in Italia, oltre alla sacrosanta legge contro l'apologia di Fascismo, non ce ne sia pure una identica contro l'apologia di Comunismo.
Misteri...

7:17 PM  
Anonymous l'altra rossa ha detto...

Perchè certe cose non si possono dire Salo...fuori di qui rischi stanne certo.

NoN centra questo col post, ma ho visto che vi garbano le auto...a me fanno impazzire le alfa...

10:45 AM  
Blogger Salo ha detto...

L'Altra Rossa, purtroppo lo so che rischio...lo vedo tutti i giorni, l'ambientino (monotematicamente rosso) che c'è per esempio nelle università italiane...



Per le auto...effettivamente le Alfa, tra le italiane, son le migliori...io mi son appena preso l'Ibiza e per ora mi soddisfa, va alla grande.

12:32 PM  
Anonymous frank77 ha detto...

Salo per una semplice ragione,in Italia non abbiamo mai avuto un regime comunista,mentre abbiamo avuto un regime fascista.

Anche negli altri paesi europei ci sono partiti comunisti,però si fanno leggi elettorali che li fanno contare meno di zero;da noi invece si fanno leggi elettorali per far contar partiti che prendono lo 0,5%.

1:26 PM  
Blogger Salo ha detto...

"Salo per una semplice ragione,in Italia non abbiamo mai avuto un regime comunista,mentre abbiamo avuto un regime fascista."

Questo non cambia un dato di fatto: ovunque si sia afermato il Comunismo ha portato miseria, morte e dittatura.
Inoltre in Italia abbiamo saggiato la follia comunista con le crudeltà dei partigiani rossi e le stragi di Tito, per non parlare delle BR.
Purtroppo il vero problema è che la cultura anticomunista viene sempre affossata sul nascere, a partire dalla scuola pubblica, dove si parla quasi solo di Hitler, e non si ricorda mai che Stalin e Mao hanno fatto di peggio.

"Anche negli altri paesi europei ci sono partiti comunisti,però si fanno leggi elettorali che li fanno contare meno di zero;da noi invece si fanno leggi elettorali per far contar partiti che prendono lo 0,5%."

Su questo ti do ragione al 100%.

2:03 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page