venerdì, maggio 04, 2007

"Diritti. Ancora diritti. Sempre e soltanto diritti. Ma dove sono i doveri?
Il recente disegno di legge sull'immigrazione è una summa dei diritti che siamo impazienti di concedere, ma non vi è traccia dei doveri che dovremmo esigere in contraccambio."




Alessandro Maggiolini

17 Commenti:

Blogger Luca ha detto...

É vero. Sembra che basti farsi una vacanza di 5 anni sul suolo italiano per diventarne cittadinicon diritto di voto attivo e passivo.
Non sarà mica una cosa normale, no?
Esigere che chi vuole diventare italiano sappia cosa questo significhi è una cosa così stupida?

Luca

5:28 PM  
Anonymous l'altra rossa ha detto...

Guarda più,si batte sull'argomento e ci si lamenta,più accendiamo i toni sui comportamenti,e più dall' altra parte si autoconvincono e ci accusano di razzimo.
Quindi rassegnamoci se arrivano,spaccano tutto, rubano facciamo silenzio è la miglior cosa.

1:51 PM  
Blogger Salo ha detto...

Caro Luca, evidentemente per la Sinistra italiana sì. Persino Zapatero si è accorto che ci stanno invadendo e che gli islamici in particolare restano incompatibili con i nostri più elementari principi di convivenza. Ma la nostra Sinistra no, continua imperterrita a seguire una strada, quella del multiculturalismo, che ha già fallito ovunque l'abbiano provata.
Speriamo che questo governo cada al più presto, perchè avanti di questo passo altro che cavallo di Troia...questi aprono direttamente tutte le porte e poi si girano dall'altra parte per non vedere i problemi di un'integrazione impossibile se proposta senza regole!

Ciao

6:24 PM  
Blogger Salo ha detto...

L'Altra Rossa, comprendo il tuo pessimismo, ma dobbiamo reagire, altrimenti tra due generazioni saremo perseguitati a casa nostra! e l'Europa si trasformerà in una schizzofrenica Eurabia, con la sharia al posto del diritto civile...
Dobbiamo reagire e combattere per un'immigrazione limitata ed un'integrazione vera, che si basi sull'accettazione dei nostri principi e dei nostri valori!

A presto

6:28 PM  
Anonymous Elly ha detto...

Una parte di un testo interessante.

Bruce Bawer, giornalista e saggista americano trapiantato da qualche tempo nel Nord Europa, la differenza la racconta così: «In America la cittadinanza è vista come un grande onore. Se sei un cittadino, è naturale che tu onori la bandiera a stelle e strisce. È naturale che tu canti l’inno nazionale. La tendenza europea a considerare tutto ciò come l’equivalente di arrestare qualcuno, rinchiuderlo in uno sgabuzzino e obbligarlo a svendere la propria anima puntandogli una pistola alla tempia è terribilmente disastrosa. Negli Stati Uniti, i nuovi cittadini vanno alla cerimonia di concessione della cittadinanza indossando i loro abiti migliori. Portano con sé le loro famiglie, scattano fotografie e piangono e si abbracciano e cantano l’inno nazionale con orgoglio e felicità. Questo vuol dire costruire e mantenere solido un Paese. Quando un Paese inizia a concedere passaporti a persone che non vivono la concessione della cittadinanza in questo modo, che di fatto disprezzano il Paese e i suoi valori, quel Paese è condannato».

Ecco, devo forse aggiungere altro? Si, i rumeni hanno creato un loro partito che alle prossime amministrative si affianca all' UDEUR e per le politiche è pronto il Partito dei nuovi italiani (immigrati) aiutato dal bravo Di Pietro... Se dico che non mi sta bene sono razzista? Sii? Bhe, non mi interessa di essere tacciata come tale. Io ho diritti e ho anche e soprattutto DOVERI e sono italiana. Adesso ditemi chi è discriminato: io italiana o gli immigrati?

7:38 PM  
Blogger Salo ha detto...

Cara Elly, le parole di Bawer sono preziosissime: tratteggiano con chiarezza il motivo per cui in America l'integrazione c'è, mentre in Europa no.
Sul razzismo: se voler sopravvivere è comprortamento da razzista, allora io sono orgoglioso di esserlo!

A presto

1:08 PM  
Blogger Monica ha detto...

I doveri sono quelli a cui noi, italiani, siamo sottoposti per far largo agli stranieri, fra gli illusi in grado di dare un voto, ad occhi chiusi, a sinistra.

Ciao Salo

8:08 PM  
Blogger Salo ha detto...

Monica, dobbiamo sperare in un'opposizione seria, coesa ed accanita in Senato, per bloccare questo disegno di legge Amato, che potrebbe rivelarsi davvero devastante per le generazioni future del nostro (nostro ancora per poco se si va avanti così) Paese.

8:19 PM  
Blogger Luca ha detto...

Caro Salo, comincio a diventare davvero pessimista sulla caduta di questo governo.
Non dovevano mangiare il panettone, e invece ormai siamo già alle fette di anguria..

Buona settimana.
luca.

11:36 AM  
Blogger Salo ha detto...

Luca...eh purtroppo la crisi c'è stata e pure forte, visto che era su un argomento vitale come la politica estera...ma il mezzo Presidente ha fatto ciò per cui è stato nominato: ha rianimato il cadavere del governo Prodi.
A questo punto la speranza non basta...ci tocca metterci a pregare!

Buona settimana

2:42 PM  
Blogger Monica ha detto...

Salo,
potremmo sempre provare ad usare il piattino anche noi...

Hai visto mai!

7:31 PM  
Blogger Salo ha detto...

Monica, potrebbe essere un'idea...visti i risultati ottenuti dal Professore! :)

11:46 PM  
Anonymous right ha detto...

...qualunquismo...un po di patriottismo all'amatriciana...qualche pischelletto che vive con i soldi del babbo...che bel quadretto della destra borghese offrite, sapete cosa significhi campare con 1000 auro mesinli, come sia difficile fare studiare i propri filgi in italia? ma dove vivete, in un castello rutilante di gemme e pieno di giostre?? sono di destra forse anche più a destra di voi ma non ci tengo proprio ad assomigliarvi.

ciao.

1:45 PM  
Blogger Salo ha detto...

Continuo a non capire il senso del commento: qui si parla di immigrazione selvaggia e di integrazione che non c'è.
Se vuoi parlare di altro cercati post o siti diversi. In ogni caso evita di offendere, perchè alla prossima ti cancello.

2:08 PM  
Anonymous Blocco ha detto...

Salo, non è che poi il tipo ti abbia molto offeso, se ti senti offeso vuole dire che ti senti tu figlio di papà... il tipo d'altronde sta scrivendo in parti che non centrano moltissimo...

8:04 PM  
Blogger Salo ha detto...

Blocco, questo tipo arriva e la prima volta in vita sua che commenta sul mio blog non si firma e si permette pure di darci dei qualunquisti senza uno straccio di argomentazione...
Fin troppo per la mia pazienza.

2:17 AM  
Anonymous Blocco ha detto...

Tu hai ragione, ma censurarlo o reprimerlo non farà che aumentare il numero dei suoi post... l'unica è glissare...

10:34 AM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page