sabato, marzo 31, 2007

Recentemente ho partecipato ad una conferenza di Magna Carta, che si è tenuta a Roma, sul problema della difesa di Israele dal terrorismo islamico. L'ospite d'onore era Gold, ambasciatore di Israele presso le Nazioni Unite.
Qui sotto riporto il link di un suo breve studio storico e politologico in merito alla questione dei confini del '67. Lo ritengo una lettura preziosissima per poter meglio comprendere i termini del conflitto israelopalestinese.
Buona lettura.



http://www.magna-carta.it/lectures/0008_dore_gold.asp





Salo

4 Commenti:

Blogger Monica ha detto...

Molto interessante Salo.

L'analisi è perfetta ma pecca un po' di buoni propositi.
Credo anche io che i consensi di Israeele potrebbero provocare un inasprimento dei conflitti e un rafforzamento delle milizie filoislamiste.
Ma credo anche che per avere è necessario dare: nella fattispecie si potrebbe tentare un'apertura al dialogo, senza drastiche concessioni.

Un piccolo passo da chi possiede e mostra più saggezza.

Buona serata

8:02 PM  
Blogger Salo ha detto...

Ciao monica!
Infatti il problema è proprio quello di trovare un interlocutore serio e responsabile, che controlli i territori al posto di Israele. Se non si trova questo interlocutore, concedere territori significherebbe preparare piattaforme di lancio per missili puntati contro le varie città ebree dell'interno.
Insomma, io sono per le concessioni, ma anche per i patti (e la sicurezza) chiari.

A presto e buona serata!

8:10 PM  
Blogger Marco ha detto...

ciao Salo...
lo leggerò con piacere...

3:22 PM  
Blogger Salo ha detto...

Ciao Marco!
Sono sicuro che ti piacerà: espone argomentazioni molto convincenti, giacchè basate su precedenti storici significativi.
A presto

7:35 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page