domenica, novembre 04, 2007

VITTORIA

Il 4 Novembre del 1918 entrò in vigore l'armistizio con cui gli austriaci si arrendevano all'Italia: l'Impero Austroungarico era allo stremo e la grande offensiva di Vittorio Veneto era stata il colpo di grazia.

L'Italia si scopriva vittoriosa, la guerra diveniva un successo e la nostra Patria fu per un istante baciata dalla Gloria.

All'orizzonte i più avveduti già scorgevano la prossima delusione portata dalla conferenza di Versailles (la celebre "vittoria mutilata" che tanta spinta diede poi alla nascita del Fascismo).

Perchè celebrare questo giorno oggi? Perchè il nostro Paese è in costante crisi identitaria ha un incolmabile vuoto di sano patriottismo! Inutile lamentarsi della carenza di onestà, di spirito di comunità, di senso dello Stato, di rispetto per la legalità, se poi non facciamo nulla per far nascere nei cuori della gente un minimo di amore per la Patria e di orgoglio per la Bandiera!

Oggi ogni strada di ogni città dovrebbe essere attraversata dal nostro Esercito in festa e in ogni paesino dovrebbero assaporare il vento centinaia di Tricolori.

Un giovane che dimentica il 4 Novembre dimentica da dove viene la sua Libertà, da qual sacrificio è nata la sua Nazione. Purtroppo anche questo accade oggi: che l'ignoranza, la superficialità e l'apparenza insabbiano la Gloria eterna di chi è morto al servizio dell'Italia.

Salo

13 Commenti:

Blogger Andrea_teocon ha detto...

hai perfettamente ragione salo, il patriottismo purtroppo oggi è considerato da fascisti, e basta dire questo per capire in che stato la sinistra ci abbia ridotto...

1:12 PM  
Anonymous raser ha detto...

guarda, io è da 23 anni, da quando iniziai a suonare nella banda del mio paese, che partecipo alle manifestazioni del 25 aprile e del 4 novembre, e da che io mi ricordi, escludendo banda e quei 4-5 consiglieri comunali presenti per "obbligo" (infatti appena non più consiglieri non appaiono più nemmeno per sbaglio), ci saranno sempre state non più di una dozzina di persone.
fare una manifestazione per abitudine è ridicolo e patetico. meglio sarebbe far studiare la storia del '900 nelle scuole, ma seriamente.

2:07 PM  
Blogger Salo ha detto...

Andrea, è lo stesso ridicolo equivoco che accomuna il Nazionalismo, scuola politica illustre, al Fascismo.
L'ignoranza non ha limiti, ma qui c'entra pure la premeditata mistificazione.



Raser, capisco il tuo punto di vista, e infatti la manifestazione a cui mi riferisco io dovrebbe essere prima di tutto sentita, non certo obbligatoria. Ma per sentire una cosa bisogna farla propria e per farla propria bisogna almeno conoscerla. Quindi condivido il tuo richiamo sulla scuola, che per prima dovrebbe instillare nei giovani un sano sentimento di amore per il proprio Paese.

2:44 PM  
Anonymous Giorgio ha detto...

Assolutamente d'accordo con te.
Grazie del tuo commento, ti ho risposto.
Un saluto, mooolto occidentale :)

3:03 PM  
Blogger nuovopatriota ha detto...

Certe date non vanno scordate!

+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

11:14 PM  
Anonymous 300705 ha detto...

parole sante

6:36 AM  
Anonymous Messaggio ha detto...

Ha Ha, se vi interessa su il Camper InVisigoth sta sbertucciando i sinistri troll,che stanno facendo una figura di... ha ha ha.

6:40 PM  
Anonymous siro ha detto...

Hai fatto bene a ricordarlo, curiosamente dai palazzi della politica non si muove foglia... Sarà mica perché al governo c'è la coalizione che le frecce tricolori vorrebbe abolirle? :-)

11:13 PM  
Blogger Luca ha detto...

Caro Salo, sto per tornare.
Intanto sono passato per salutare, vista la prolungata assenza, e uno dei prossimi giorni cercherò di postare, che di motivi per postare questo governo ce ne offre sempre a piene mani..
Il mio calvario, comunque, è quasi finito, e se va tutto come spero domani la prof mi da l'ultimo via libera per stampare la tesi e consegnarla... :D

Buona giornata.
Luca.

2:11 PM  
Anonymous Esperimento ha detto...

Beh, ogni strada attraversata dall'esercito mi sembra francamente esagerata: oltre alla sensazione di essere in guerra, creerebbe un ulteriore grosso problema al traffico (che già così è insopportabile!)

6:56 PM  
Blogger Salo ha detto...

Giorgio, grazie della visita


Patriota, assolutamente no!


300705, ;)


Siro, strane coincidenze...


Luca, sono felice per la tua tesi. E verrò presto a leggerti!


Esperimento, hai ragione, ma quando si parla di Patria il mio cuore mi porta ad esagerare...

3:49 PM  
Blogger Tolomeo da Lucca ha detto...

Lancio una proposta:perchè non celebrare il 4 novembre come Festa Nazionale in luogo delle moleteplici e dispersive feste regionali?

7:01 PM  
Blogger Salo ha detto...

Tolomeo, niente male come proposta, ma con questo governo di pacifinti sarà dura...

10:08 AM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page