martedì, gennaio 23, 2007


Benedetto XVI riceve un manoscritto che dimostra la storicità dei VangeliIl Papiro Bodmer 14-15, ora nella Biblioteca Apostolica Vaticana CITTA’ DEL VATICANO, martedì, 23 gennaio 2007 (ZENIT.org).-



Benedetto XVI ha ricevuto come dono per la Santa Sede uno dei papiri più antichi dei Vangeli, che dimostra il loro carattere storico.Ha consegnato al Papa il Papiro Bodmer 14-15, datato tra il 175 e il 225 d.C., questo lunedì il suo donatore, lo statunitense Frank J. Hanna, accompagnato dalla sua famiglia.“Il Papiro contiene circa la metà dei Vangeli di Luca e di Giovanni. E’ stato scritto in Egitto e forse usato come libro liturgico”, ha spiegato il Cardinale Jean-Louis Tauran, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, durante l’udienza.Il manoscritto apparteneva in precedenza alla Fondazione Bodmer di Cologny, nei pressi di Ginevra, ed è ora custodito nella Biblioteca Apostolica Vaticana. “La Biblioteca del Papa possiede la più antica testimonianza del Vangelo di Luca e tra quelle più antiche di quello di Giovanni”.Il Papiro Bodmer 14-15 (P75), formato in origine da 36 bifogli sovrapposti per un totale di 144 pagine, è il più antico reperto che contiene insieme il testo di due Vangeli. “Il manufatto era quasi sicuramente destinato a una piccola comunità, una ‘parrocchia’ egiziana di lingua greca che, come è abituale in tutte le liturgie cristiane, leggeva il Vangelo durante la Celebrazione Eucaristica”, spiega il quotidiano vaticano “L’Osservatore Romano” nella sua edizione del 24 gennaio.Il fatto che i Vangeli di Luca e di Giovanni si trovino uniti in uno stesso papiro, come accade in questo caso, è visto dagli esperti come una dimostrazione che per le prime comunità cristiane i Vangeli formavano un’unità, hanno spiegato a ZENIT alcuni dei partecipanti all’incontro con il Papa.Il documento è decisivo perché coincide con quello del “Codex Vaticanus”, una delle edizioni più antiche della Bibbia, del IV secolo. I papiri Bodmer 14 e 15 dimostrano, quindi, che le versioni più antiche del Nuovo Testamento che si conservano integralmente corrispondono ai Vangeli che già secoli prima circolavano tra le comunità cristiane.Tra le altre cose, in questi papiri si trova la trascrizione più antica del Padre Nostro, come la riporta Luca.






(fonte Agenzia ZENIT)








6 Commenti:

Blogger BLOG NEWS ha detto...

Complimenti per il blog e per il post veramente interessanti ti invito a visitare il mio http://newsfuturama.blogspot.com/ ciao

12:58 AM  
Blogger Salo ha detto...

Grazie! Verò al più presto a visitare il tuo sito!

Ciao

12:21 PM  
Blogger Monica ha detto...

Ora aspettiamo che Rizzo scagli la sua prima pietra...

Un abbraccio Salo.

5:06 PM  
Anonymous Bloccomc ha detto...

E il cardinal Martini era tutto intento a correggere la preziosa minuta con una Bic...

9:05 PM  
Blogger Salo ha detto...

Dovrei ridere?
...proprio non ce la fai a rispettare chi crede? proprio non ce la fai a fare un discorso serio?
Va bene, allora non commentare.

11:54 PM  
Anonymous Blocco ha detto...

troppo permaloso... l'ironia è il sale della vita... mi conosci io ODIO i ciellini i bigotti e IL PAPA... sono d'accordo con te su mille altre cose... ma non su queste ... tutto qui...

10:05 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page