giovedì, gennaio 11, 2007




C’è chi si dà da fare e chi critica senza muovere un dito…



Ci risiamo! Di nuovo tutti contro gli USA! E perché? Perché lunedì hanno attaccato una postazione di terroristi in Somalia: quegli stessi terroristi che negli anni ’90 avevano fatto saltare in aria un paio di ambasciate americane nel mondo; quegli stessi terroristi che negli ultimi mesi hanno scatenato la guerra civile nel Corno d’Africa. Le critiche sono arrivate nonostante l’attacco sia stato non solo autorizzato, ma anche richiesto dal legittimo presidente della Somalia.

A tali critiche si è aggiunto pure il nostro sempre più inguardabile Ministro degli Esteri, che ha giudicato quella americana un’azione “unilaterale” e, quindi, sbagliata.
Chissà cosa avrebbero dovuto fare gli USA secondo Dalema e i suoi compagnetti rossi rossi…avrebbero dovuto portare la questione all’ONU, dove, dopo mesi di parole al vento, forse (e sottolineo FORSE) sarebbe giunta l’alba di una decisione e… nel frattempo? Nel frattempo i terroristi, finito il loro summit, si sarebbero divisi e magari sarebbero pure passati all’azione!!! Ecco il brillante risultato a cui sarebbe giunto il “multilateralismo” in questo caso!

Insomma: la vera accusa agli Stati Uniti sembra quella di essere troppo pragmatici, realisti e decisi. Tutte doti che mancano ad un’Europa vuota d’idee e vittima del suo buonismo.
Per non parlare poi della Sinistra italiana…quella si deve ancora accorgere (nonostante le Torri Gemelle, nonostante Madrid, nonostante Londra, ecc…) che qualcuno ci ha dichiarato guerra!




Salo



9 Commenti:

Blogger Monica ha detto...

Certamnte il nostro Ministro avrebbe prima tentato di trovare un accordo facendo una passeggiata nella savana.

2:46 PM  
Blogger Monica ha detto...

Entro la fine del week end affronto i link...

Ciao

7:29 PM  
Blogger Salo ha detto...

Grazie mille ancora!
Ciao

7:47 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

ciao, caro "studente di storia". Non vorrei fare il saccente, ma vorrei ricordarti che per quanto riguarda "quegli stessi terroristi che negli anni ’90 avevano fatto saltare in aria un paio di ambasciate americane nel mondo", gli americani hanno già dato una bella risposta nel '98, facendo saltare una fabbrica di aspirine in Sudan, scambiata dall'intelligence (quantomeno ironico come nome) per un covo di pericolosi terroristi...
Scusa l'impertinenza, ma per essere uno studente di storia, hai la memoria un po' corta...
Cerca di non limitarti a studiare la TUA storia, ma sforzati di ingoiare anche quella che non ti va a genio.

Giusto per darti una rinfrescata sugli ultimi 50 anni di "politica internazionale" americana:

1953: rovesciano il Primo Ministro Mossadeq in Iran
1953: insediano lo Scià che impone la propria dittatura

1954: rovesciano il presidente Arbenz eletto DEMOCRATICAMENTE nel Guatemala. 200.000 civili uccisi

1963: appoggiano l'assassinio del presidente sud-vietnamita Diem

1963-1975: uccidono 4 milioni di civili nell'Asia sud-orientale

11 settembre 1973 (quando si dicono le coincidenze...): Finanziano, armano e appoggiano il colpo di stato in Cile. Il presidente eletto democraticamente Allende viene assassinato e viene insediato il dittatore Pinochet. 5.000 cileni assassinati.

1977: sostengono il regime militare di El Salvador. Uccisi 70.000 civili e quattro suore americane.

Anni '80: addestrano Osama Bin Laden e i suoi seguaci per uccidere i sovietici. La CIA donerà loro gentilmente 3 miliardi di dollari.

1981: il governo Reagan addestra e fianzia i "contras". 30.000 nicaraguensi uccisi.

1982: gli USA forniscono miliardi a Saddam Hussein per armi destinate a uccidere gli iraniani.

1983: la Casa Bianca fornisce segretamente armi all'Iran per uccidere gli iraqeni.

1989: l'agente della CIA Noriega (presidente del Panama) disobbedisce agli USA. Questi ultimi invadono Panama e destituiscono Noriega. 3.000 morti.

1990: invasione del Kuwait da parte dell'Iraq con armi USA

1991: gli USA intervengono e Bush insedia di nuovo il dittatore del Kuwait

1998: Clinton bombarda in Sudan una presunta "fabbrica di armi". Forse gli USA non sanno ancora che l'aspirina non è proprio un'arma.

1991-fino a oggi: 500.000 bambini iraqeni morti per sanzioni o bombardamenti.

2000-2001: gli USA donano ai talebani 245 milioni di dollari per aiuti

Se poi davvero ti interessi di storia, dai un'occhiata a quello che hanno combinato nel secolo precedente nei confronti del Messico.

Certo: di porcate su questo cazzo di mondo ce ne sono tante, e potremmo andare avanti a risponderci per l'eternità (probabilmente mi tireresti fuori i gulag e altre porcate combinate dai sovietici...ti prego, risparmiatelo, non sono un "comunista", se per comunismo intendi la Russia degli anni '60...)

Sono d'accordo con te che la sinistra italiana sia moscia e farlocca, ma almeno non abbiamo le mani sporche di sangue. Inoltre, scusami, ma nessuno ha dichiarato guerra a NOI, casomai l'hanno dichiarata agli USA.

Buon lavoro, e soprattutto buono studio.
Thomas

9:42 PM  
Blogger Salo ha detto...

Thomas, vedo che di illazioni e menzogne ne conosci parecchie...di Storia un po' meno. I fatti che citi sono ridicoli per la maggior parte, contraddittori in numero considerevole e veri giusto un paio. Fabbrica di aspirine bombardata dici eh? vedi dove dove si annidano i vostri vuoti sofismi? qui: nel cercare anche solo di paragonare due cose lontane anni luce: un massacro terroristico voluto progettato ed attuato equiparato ad un errore militare...ecco il vostro capolavoro di falsità! e questa me la chiami Storia? Bè, giusto in Italia si può chiamare così!

Nessuno ci ha dichiarato guerra dici? Ecco: non fai altro che confermare la tesi della cecità della Sinistra! Per due motivi: primo, anche se davvero la guerra fosse stata dichiarata solo agli USA, comunque noi saremmo coinvolti come Occidente; secondo, non è vero che sia stata dichiarata solo agli USA, o ti sei già dimenticato gli attentati di Madrid e Londra?

Quella dei 4 milioni di asiatici poi...chi te l'ha detta Diliberto o Rizzo?
Ti ricordo che se mezza Corea non fu sterminata fu grazie agli americani...questa sì che è Storia!

1:22 AM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Quel che ha detto Thomas è quasi tutto storicamente corretto, ma anche se come dici tu, siano giuste solo un paio di affermazioni sarebbero suff a delineare gli USA come una nazione politicamente oppressiva ed imerantemente imperialista, caro il mio studente Cattolico ops volevo dire bigottone...

Allende

8:32 PM  
Blogger Salo ha detto...

Per te cattolico vuol dire automaticamente bigotto, bene, complimenti: mi pare che di luoghi comuni tu ne sia abbastanza pieno. Niente di strano quindi se ritieni gli USA imperialisti.
Bè, se imperialismo vuol dire difendere la libertà, garantire la sicurezza e promuovere la democrezia, ben venga!
Sul fatto che io sono studente poi non capisco la tua ironia...scusa se non voglio ridurmi a scrivere da ignorante come te!

1:59 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

l'ironia non era su studente ma su Cattolico... ma tu non sei cattolico... odori di Ciellino...


Allende

12:13 PM  
Blogger Salo ha detto...

E tu odori di maleducazione, visto che vieni qui e ti permetti di insultare, di ignoranza visto che usi "siano" al posto di "fossero", e di poca intelligenza visto che non hai nulla da dire sul post.

1:52 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page