venerdì, gennaio 05, 2007


Censura sinistra.
Incredibile ma vero: Rutelli riesce a giudicare le cose prime di vederle!

Infatti il ministro ha annunciato in questi giorni che farà di tutto per vietare la visione ai minori del nuovo film di Mel Gibson: "Apocalypto". Da sempre ho un debole per questo grandissimo attore e regista americano e quindi le accuse di Rutelli mi risultano ancor più insopportabili: come si fa ad attaccare un'opera cinematografica così, per sentito dire? Già, perchè il caro ministro prodiano questa pellicola non può ancora averla vista!!!

Certo, la carriera di Gibson è costellata di film con scene e contenuti forti; ma perchè accanirsi in particolare contro di lui? Se si vuole fare un po' di pulizia bisognerebbe iniziare dal più grande contenitore di volgarità e violenza di oggi: la televisione.

Consiglio a Rutelli di fare due cose prima di sparare giudizi: primo, informarsi (cioè in questo caso vedere il film); secondo guardarsi un po' attorno, che male non fa!


Salo

10 Commenti:

Blogger Angelo ha detto...

Teoricamente il film può averlo già visto, dato che in alcune sale delle grandi città hanno già fatto l'anteprima, sennò c'è sempre la possibilità che l'abbia visto in lingua originale (tanto se davvero è coi sottotitoli non cambia molto...).

C'è poi da dire che l'Italia è l'unico paese insieme al belgio in cui il film uscirà senza restrizioni o divieti, al contrario di Stati Uniti, Germania, Olanda, Irlanda, Canada etc.

Che poi chiaramente non avendolo ancora visto non posso esprimermi, però se è vero che il film contiene molte scene forti come torture, sgozzamenti, stupri e teste mozzate forse un piccolo vm 14 non sarebbe male.

3:17 PM  
Anonymous Salo ha detto...

Ti confermo che Rutelli ha parlato senza aver visto il film: accusato di ciò in questi giorni da vari quotidiani non ha nemmeno cercato di difendersi. Del resto le sue dichiarazioni risalgono al 2 e 3 gennaio, mentre il film è stato presentato alla stampa il 3 ed è uscito nelle sale il 5.

Luca Telese, giornalista che ha visto il film oggi scrive: "i cuori sventrati e le teste rotolanti non sono mai gratuiti e sono molto meno choccanti di un videogioco"

Comunque il discorso è un'altro: siamo accerchiati da violenza e volgarità gratuite, la televisione è ormai una pattumiera, e cosa succede? Il governo si scaglia stranamente contro il cinema; stranamente contro un film in particolare; il cui regista, stranamente, è uno dei pochissimi (o forse l'unico) di destra.
Già, stranamente...

6:03 PM  
Anonymous Angelo ha detto...

Sì sono daccordo, c'è di peggio in giro, soprattutto in italia, ma Rutelli non è il solo che si è scagliato contro, lui sì è solo accodato (probabilmente per cercare di tirar su qualche consenso, non lo escludo) alla denuncia fatta dal Codacons e da alcuni parlamentari, come Riccardo Villari della Margherita, componente della Commissione Cultura della Camera, e Maurizio Paniz di Forza Italia, componente della Commissione Parlamentare per l’Infanzia.

Ma queste proteste serviranno a poco, perchè comunque la Commissione di Revisione Cinematografica ha già espresso il suo giudizio e comunque non si può di certo dire che ci sia un accanimento verso Gibson perchè anche The Passion è uscito senza divieti solo in Italia, stessa cosa per Bravehearth che, come nel caso di Apocalypto, ha ricevuto la dicitura "per tutti" solo in Belgio oltre che da noi.

Questo apre un'altra domanda, quali sono i metri di giudizio dei censori italiani? Perchè, ad esempio per rimanere sempre in tema storico, un Apocalypse Now ha il V.M. 14? O pellicole più recenti ma assolutamente innocue come 8 Mile o l'italiana La Bestia nel cuore?

12:46 PM  
Anonymous Salo ha detto...

Non c'è un accanimento sistematico contro Gibson, perchè è infattibile, ma certo c'è un antipatia da parte di chi, in Italia, ha sempre fatto della cultura, dell'arte e dello spettacolo qualcosa di politico. Ed infatti la stragrande maggioranza di personalità italiane in questi campi sono di Sinistra.
Da questa parte politica Gibson è malvisto, perchè, pur essendo di Destra e cattolico (cioè tutto il contrario del politically correct) ha molto successo. Quindi la mia ipotesi è che si stesse attendendo l'occasione buona per andargli contro.
Invece credo che sia innegabile la genialità di questo personaggio, i cui film sono certo spesso violenti, ma anche ricchi di significati storici e morali.

Infine, per quanto riguarda la tua ultima osservazione su altri film vm 14, non posso che essere d'accordo con te: la confusione è tanta e non si capisce quale sia il metro di misura adottato...

Ma il peggio del peggio continuo a credere che sia rintracciabile accendendo la televisione. Ormai non ce ne rendiamo più conto, ma è un vero schifo: pubblicità con pomiciate spinte (anche per prodotti che col sesso non c'entrano una mazza) nelle fasce pomeridiane, film violentissimi in prima serata, volgarità gratuite (e che fan ridere solo chi le pronuncia...) in programmi idioti, ecc. ecc....

3:12 PM  
Blogger Monica ha detto...

Solo in totale accordo con te Salo.

Se si vuole intervenire, con cognizione di causa, sul film di Gibson allora che anche la tv, analogica e satellite, venga scremata dalle boiate, dalle violenze e dalla pornografia messa in onda ad ogni ora del giorno (senza rispetto alcuno delle fasce protette per i minori).

Ciao

1:44 PM  
Anonymous Salo ha detto...

Cara Monica, il punto riguardo alla televisione è proprio quello da te toccato: queste benedette fasce protette esistono solo sulla carta!

Per la polemica su Gibson ribadisco che secondo me è stata solo una squallida imboscata politica contro un genio, che ha il solo "grave difetto" di essere di destra...

1:58 PM  
Anonymous max ha detto...

salo come al solito stai distorcendo tutte le cose, non capisci proprio niente rutelli ha fatto solo una critica e ha espresso un suo giudizio.. tutto qui!! che cosa centra con il fatto che mel gibson è di destra ma sei fuori? non è che ogni cosa che uno di sinistra dice è per forza contro solo perchè una persona è di destra... qui si nota proprio come sei bacato

1:25 PM  
Blogger Salo ha detto...

Max, questi sono i primi e anche gli ultimi insulti che tollero: bacato ci sarà qualcunaltro! Mi sembra che tu abbia commentato senza aver letto ciò che ho scritto: non ho solo accusato, ma ho pure citato dei fatti mi pare; fatti (e critiche) che hanno influito sulla decisione del Tar e che hanno delegittimato i contenuti giustamente antirelativisti del film.
Quindi ripassa quando sarai disposto al dialogo...e alla lettura!

2:38 PM  
Blogger Ciarpame ha detto...

Ciao Salo visita il mio Blog!

10:43 PM  
Anonymous Risa ha detto...

Good post.

12:38 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page